Misteri di Santa Cristina (Bolsena)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Misteri di Santa Cristina (Bolsena)
Bolsena MisteriS.Cristina MartirioSerpenti.JPG
Martirio di santa Cristina con i serpenti
Festa patronale
Sacra rappresentazione
Festa locale
Commemorazione celebrata Santa Cristina di Bolsena, patrona della città
Chiamata anche Festa di Santa Cristina di Bolsena
Note
Stato bandiera Italia
Regione bandiera Lazio
Provincia {{{provincia}}}
Comune Bolsena
Località
Luogo specifico piazze e vie del centro storico
Diocesi Orvieto-Todi
Periodo Estate
Data inizio 23 luglio
Data fine 24 luglio
Data mobile
Data d'istituzione
Organizzata da Associazione "Antichissima Rappresentazione Misteri Santa Cristina"
Tradizioni religiose processione, sacra rappresentazione
Tradizioni folcloristiche spettacolo pirotecnico
Tradizioni culinarie
Informazioni Ass. "Antichissima Rappresentazione Misteri Santa Cristina"
Piazza S. Cristina, 1
01023 Bolsena (VT)
info@santacristinadibolsena.it
Collegamenti esterni
Sito web
Sito ufficiale del Forum Nazionale dei Giovani - Meraviglia Italiana

I Misteri di Santa Cristina sono una sacra rappresentazione, che si svolge annualmente a Bolsena (Viterbo), dal 23 al 24 luglio, in onore di santa Cristina (fine III - inizio IV secolo), martire e patrona della città.

Storia

Non si hanno testimonianze storiche sull'inizio di questa sacra rappresentazione, mentre si ha la documentazione che nel XVI secolo si mettevano in scena la Natività di Gesù e la sua Resurrezione.

Nel primo quarto del XVIII secolo, una dettagliata descrizione dei festeggiamenti che Bolsena tributava alla Santa patrona, ma non si fa cenno dei Misteri. Solo nel 1814, Vito Procaccini Ricci, nel suo saggio "Viaggio ai vulcani spenti d'Italia", è il primo ad interessarsi alla manifestazione dandone un preciso resoconto.

Misteri

La festa rievoca la vita della santa Cristina di Bolsena, attraverso una sacra rappresentazione, detta i Misteri: questi sono dieci "quadri viventi", allestiti nelle principali piazze del centro storico, che raffigurano vari episodi della vita e martirio della giovane, affidati tradizionalmente ai bolsenesi, vestiti con costumi d'epoca romana.

I dieci Misteri raffigurano:

Flagellazione di Santa Cristina

I bolsenesi, in particolare i giovani, partecipano con entusiasmo alla realizzazione "quadri viventi", orgogliosi, che interpretando un peronaggio, fanno vivere una tradizione risalente al XVI secolo, che nel corso degli anni non ha subito modifiche e sospensioni.

Degna di nota è la sacra rappresentazione del Martirio con i serpenti: questo il "quadro vivente" che rimane maggiormente radicato nella tradizione e il più spettacolare, in quanto vengono utilizzate delle serpi vive, catturate nelle campagne bolsenesi nei giorni precedenti la festa.

Descrizione

La festa si articola in momenti celebrativi, devozionali e folcloristici, scanditi dalla tradizione:

  • 24 luglio:
    • ore 10.00: processione di ritorno verso la Basilica e lungo l'itinerario svolgimento dei Misteri.
    • ore 23.30: porto turistico, spettacolo pirotecnico sul lago.
Martirio di Santa Cristina con la ruota

Riconoscimenti

Il Forum Nazionale dei Giovani ha riconosciuto l'evento, quale Meraviglia Italiana

Premio MeravigliaItaliana logo.png
Premio Meraviglia Italiana

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.