Arcidiocesi di Poitiers

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Poitiers)
Arcidiocesi di Poitiers
Archidioecesis Pictaviensis
Chiesa latina
Poitiers Cathédrale Saint Pierre.jpg
arcivescovo metropolita Pascal Wintzer
sede vacante
Suffraganea
Regione ecclesiastica Sud-Ouest
  180px-Archidiocèse de Poitiers.svg.png
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Nazione bandiera Francia
diocesi suffraganee
Angoulême, La Rochelle, Limoges, Tulle
coadiutore:
vicario:
provicario
generale:
ausiliari:
Cariche emerite: Albert Jean-Marie Rouet
Parrocchie 604
Sacerdoti 261 secolari e 36 regolari
2.255 battezzati per sacerdote
53 religiosi 535 religiose 33 diaconi
743.417 abitanti in 13.098 km²
670.000 battezzati (90,1% del totale)
Eretta III secolo
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni:
44 rue Jean-Jaures, 86035 Poitiers CEDEX, France
tel. 5.49.50.12.05 fax. 5.49.60.07.73

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2005 Scheda
Chiesa cattolica in Francia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

L'arcidiocesi di Poitiers (in latino: Archidioecesis Pictaviensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica appartenente alla regione ecclesiastica Sud-Ouest. Nel 2004 contava 670.000 battezzati su 743.417 abitanti.

Territorio

L'arcidiocesi comprende i dipartimenti francesi di Vienne e delle Deux-Sèvres.

Sede arcivescovile è la città di Poitiers, dove si trova la cattedrale di Saint-Pierre et Saint-Paul.

Il territorio è suddiviso in 604 parrocchie.

Storia

La diocesi di Poitiers fu eretta nel III secolo. Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Bordeaux. Il catalogo dei vescovi di Poitiers fu redatto attorno al XII secolo ed elenca dodici vescovi predecessori di Ilario. L'esistenza di questi vescovi non è messa in dubbio da Louis Duchesne, ma è incerto se fossero veramente vescovi di Poitiers. Sant'Ilario rimane dunque il primo vescovo certo di Poitiers.

Nel 312 una scuola fu istituita accanto alla cattedrale. Ne fu allievo lo stesso sant'Ilario e nel VI secolo san Venanzio Fortunato, vescovo di Poitiers e celebre autore ecclesiastico.

Nel IX e nel X secolo la diocesi cedette porzioni del suo territorio rispettivamente alla diocesi di Nantes e alla diocesi di Angers.

Il 13 agosto 1317 cedette altre porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione delle diocesi di Luçon e di Maillezais.

Carlo VII istituì l'università di Poitiers, in opposizione a quella di Parigi, che si era schierata con Enrico VI d'Inghilterra. Il 28 maggio 1431 papa Eugenio IV approvò l'università con una bolla pontificia.

Il 15 aprile 1583 il vescovo Geoffroy de Saint-Belin adottò il rito romano in tutta la diocesi.[1]

Il 29 novembre 1801 in seguito al Concordato si ampliò, incorporando una porzione della soppressa diocesi di Saintes.

Il 1º settembre 1974 la parrocchia di Puy-Saint-Bonnet, che dal 1º settembre 1973 faceva parte del dipartimento di Maine-et-Loire, è stata ceduta alla diocesi di Angers.

Il 16 dicembre 2002 è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 743.417 persone contava 670.000 battezzati, corrispondenti al 90,1% del totale.

anno popolazione presbiteri diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per
sacerdote
uomini donne
1950 580.000 613.487 94,5 792 666 126 732 152 1.703 643
1970 632.000 666.718 94,8 729 606 123 866 168 1.105 605
1980 665.000 698.000 95,3 543 456 87 1.224 2 129 851 604
1990 693.000 716.000 96,8 437 379 58 1.585 20 117 1.015 604
1999 672.610 725.942 92,7 314 300 14 2.142 25 47 699 604
2000 670.000 744.342 90,0 306 294 12 2.189 26 27 674 604
2001 669.000 743.416 90,0 303 290 13 2.207 26 44 665 604
2002 669.000 743.411 90,0 291 279 12 2.298 27 45 595 604
2003 670.000 743.417 90,1 277 268 9 2.418 30 39 558 604
2004 670.000 743.417 90,1 297 261 36 2.255 33 53 535 604
Note
  1. (FR) Abbé du Tressay, Histoire des moines et des évêques de Luçon, vol. II, Paris, 1869, p. 147
Fonti

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.