San Romualdo

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
San Romualdo, O.S.B. Cam.
Monaco
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Santo
Abate eremita

Firenze MuS.Marco B.Angelico CrocifissioneCristo.part.03 1441-1442.jpg

Beato Angelico, Crocifissione di Gesù Cristo e santi (part. San Romualdo), 1441 - 1442 ca., affresco; Firenze, Museo di San Marco
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 75 anni
Nascita Ravenna
952
Morte Fabriano
19 giugno 1027
Sepoltura
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Appartenenza
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Arcivescovo dal {{{elevato}}}
Patriarca dal {{{patriarca}}}
Arcieparca dal {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione 1595
Ricorrenza 19 giugno
Altre ricorrenze nel Rito Ambrosiano il 18 giugno
Santuario principale
Attributi Baculo pastorale, scala, libro, demonio
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di Ordine dei camaldolesi
Collegamenti esterni
Virgolette aperte.png
Siedi nella tua cella come nel Paradiso scordati del mondo e gettalo dietro le spalle.
Virgolette chiuse.png
(Piccola Regola d'oro - San Romualdo)
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 19 giugno, n. 1 (nel Rito Ambrosiano il 18 giugno):
« San Romualdo, anacoreta e padre dei monaci Camaldolesi, che, originario di Ravenna, desideroso di abbracciare la vita e la disciplina eremitica, girò l'Italia per molti anni, costruendo piccoli monasteri e promovendo ovunque assiduamente tra i monaci la vita evangelica, finché nel monastero di Val di Castro nelle Marche mise felicemente fine alle sue fatiche. »
San Romualdo (Ravenna, 952; † Fabriano, 19 giugno 1027) è stato un abate, eremita e fondatore italiano della Congregazione Camaldolese dell'Ordine di San Benedetto. È venerato come santo dalla Chiesa cattolica.

Biografia

La movimentata storia di questo personaggio è stata raccontata da san Pier Damiani, che scrisse una Vita di san Romualdo circa 15 anni dopo la sua morte (1042).

Intorno all'anno mille, esplorando le zone più selvagge della dorsale appenninica centrale tra Umbria e Marche, il monaco ravennate Romualdo dette vita ad un movimento che si inserisce nel tentativo di riforma dell'istituto monastico e che lasciò importanti tracce. Oltre che fondatore dell'eremo di Camaldoli nel Casentino (Toscana), fu promotore della Congregazione camaldolese, diramazione riformata dell'Ordine benedettino. Romualdo cercò incessantemente la solitudine più radicale per condurre il suo colloquio con Dio.

Guercino, San Romualdo (XVII secolo); Ravenna, Pinacoteca Comunale

Esponente di una famiglia nobile, divenne monaco a 20 anni a Sant'Apollinare in Classe. L'origine della sua vocazione sembra legata ad un fatto di sangue di cui furono protagonisti il padre e un cugino. Sconvolto, decise di farsi monaco, ed entrò nell'antico monastero di Sant'Apollinare in Classe. Ma non vi si trovò bene, essendo la vita di quei monaci piuttosto rilassata e si recò presso un eremita, Marino, in territorio veneziano, sottoponendosi alla sua guida spirituale. Qui conobbe l'abate Guarino, uno dei più importanti monaci rifondatori del X secolo; questi convinse il giovane eremita, non ancora trentenne, a seguirlo nella sua abbazia di Cuixà, in Catalogna. A Cuixà, centro di un vero rinascimento culturale, oltre che monastico, Romualdo si trattenne dieci anni e compì la sua formazione.

Ritornato in Italia nel 988, si dedicò a vita eremitica nell'eremo di Poreo, presso Ravenna. Intorno all'anno 1001 il giovane imperatore Ottone III convinse l'eremita a divenire abate di Sant'Apollinare in Classe; ma la sua vocazione era quella della solitudine con Dio e del rinnovamento della vita eremitica e quindi, dopo appena un anno, rinunciò all'incarico, e si recò a Montecassino.

Intorno al 1014 Romualdo fondò un eremo a Sitria, presso Scheggia (PG) e, dopo poco, volle aggiungervi un piccolo monastero (cenobio) con una chiesa: l'abbazia di Santa Maria di Sitria. Rimase in terra umbra quasi sette anni, gli ultimi prima di recarsi a Camaldoli. A Sitria si sottopose a severi digiuni, nel silenzio, meditando le Sacre Scritture, ed attirando a sé una gran folla di penitenti che ammaestrava tacente lingua et predicante vita (san Pier Damiani).

Romualdo visse circa 75 anni: morì il 19 giugno tra il 1023 e il 1027 a Valdicastro, vicino a Fabriano, nella più perfetta solitudine. Fu canonizzato appena cinque anni dopo la sua morte e fu dichiarato santo, nel 1595, da papa Clemente VIII. Il suo corpo riposa, dal 1481, nella chiesa di San Biagio a Fabriano.

Bibliografia
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.