Diocesi di Mazara del Vallo

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Diocesi di Mazara del Vallo
Dioecesis Mazariensis
Chiesa latina

Cattedrale di Mazara del Vallo.JPG
vescovo Domenico Mogavero
Sede Mazara del Vallo

sede vacante
Mazara del Vallo

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea dell'arcidiocesi di Palermo
Regione ecclesiastica Sicilia
Diocesi di Mazara del Vallo.png
Mappa della diocesi
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Nazione bandiera Italia
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario Giuseppe Ivan Undari
provicario
generale
ausiliari

Vescovi emeriti:

Emanuele Catarinicchia
Parrocchie 65
Sacerdoti

94 di cui 71 secolari e 23 regolari
2.372 battezzati per sacerdote

32 religiosi 136 religiose
237.000 abitanti in 1.374 km²
223.000 battezzati (94,0% del totale)
Eretta 1093
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Piazza della Repubblica 6, 91026 Mazara del Vallo [Trapani], Italia
tel. +390923902701 fax. 0923.902709 @

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2011 riferiti al 2010 Scheda
Chiesa cattolica in Italia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

La diocesi di Mazara del Vallo (in latino: Dioecesis Mazariensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Palermo appartenente alla regione ecclesiastica Sicilia. Nel 2010 contava 223.000 battezzati su 237.000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Domenico Mogavero.

Territorio

Il territorio della diocesi di Mazara abbraccia 13 comuni: Mazara del Vallo, Marsala, Petrosino, Campobello di Mazara, Castelvetrano, Salemi, Vita, Partanna, Santa Ninfa, Gibellina, Salaparuta, Poggioreale e Pantelleria, con una popolazione nel complesso di oltre 250.000 abitanti.

Sede vescovile è la città di Mazara del Vallo, dove si trova la Cattedrale del Santissimo Salvatore.

Il territorio è suddiviso in 65 parrocchie.

Storia

La diocesi di Mazara del Vallo, una delle più antiche della Sicilia, fu eretta nel 1093 dai Normanni e precisamente dal "gran conte" Ruggero d'Altavilla, dopo la liberazione dal lungo dominio arabo.

Inizialmente molto vasta, si estendeva dalla foce del Belice sin nelle vicinanze della città di Palermo, comprendendo quindi l'attuale provincia di Trapani e parte di quella del capoluogo.

Il primo vescovo ad essere nominato fu Stefano Ferro di Rouen (1093-1142), parente del conte Ruggero, benedettino proveniente dall'abbazia di Sant'Eufemia in Calabria e fautore dell'insediamento di parecchi conventi benedettini (femminili e maschili) nel territorio.

Nel 1584 fu istituito il seminario diocesano.

Nel 1797 davanti al vescovo, al clero e a una grande folla di fedeli l'immagine raffigurante la Madonna del Paradiso fu vista abbassare ripetutamente gli occhi. Ne seguì un regolare processo canonico, al termine del quale l'effigie sarà incoronata nel 1803.

Nel maggio del 1844, riordinata la Chiesa di Sicilia ed eretta la diocesi di Trapani i vescovi di Mazara videro ridotta la loro giurisdizione, a vantaggio dell'erezione della nuova diocesi e anche dell'arcidiocesi di Monreale.

Un'ulteriore cessione territoriale avvenne il 24 settembre 1950, quando furono trasferiti alla diocesi di Trapani i comuni di Alcamo, Castellammare del Golfo e Calatafimi. L'isola di Pantelleria è tornata a far parte della diocesi di Mazara.

La diocesi ha festeggiato, nel 1993, il nono centenario della sua fondazione, in occasione del quale fu visitata da papa Giovanni Paolo II: in ricordo dell'avvenimento il vescovo pro tempore, mons. Emanuele Catarinicchia, fece collocare nello spazio antistante la cattedrale una colonna dell'antica chiesa normanna, con iscrizione alla base.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

La diocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 237.000 persone contava 223.000 battezzati, corrispondenti al 94,0% del totale.

Voci correlate
Fonti
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.