Arcidiocesi di Monreale

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Arcidiocesi di Monreale
Archidioecesis Montis Regalis
Chiesa latina

Monreale-bjs-1.jpg
Arcivescovo Mons. Michele Pennisi
Sede Monreale

sede vacante
Monreale

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea dell'Arcidiocesi di Palermo
Regione ecclesiastica Sicilia
Arcidiocesi di Monreale.png
Mappa della diocesi
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Nazione bandiera Italia
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario Mons. Antonino Dolce
provicario
generale
ausiliari

Arcivescovi emeriti:

Mons. Salvatore Di Cristina
Parrocchie 69
Sacerdoti

136 di cui 110 secolari e 26 regolari
1.876 battezzati per sacerdote

29 religiosi 148 religiose 11 diaconi
258.368 abitanti in 1.509 km²
255.150 battezzati (98,8% del totale)
Eretta 1176
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Via Arcivescovado 2, 90046 Monreale [Palemo], Italia
tel. +390916402424 fax. 091.640.05.19 @

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2014 riferiti al 2013 Scheda
Chiesa cattolica in Italia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

La porzione del popolo di Dio, che è nel Monrealese, è eretta in Chiesa particolare ufficialmente denominata in latino Ecclesia Montis Regalis, ossia Chiesa di Monreale, nella quale è veramente presente ed operante sia la Chiesa cattolica, sia la Chiesa sui iuris latina, sia la Chiesa di rito romano.

La Chiesa Monrealese è specificatamente eretta nella forma di diocesi e, sotto tale profilo:

  • è ufficialmente denominata in latino Archidioecesis Montis Regalis, ossia Arcidiocesi di Monreale, e
  • possiede circoscrizione territoriale.

La qualifica di Arcidiocesi ordinariamente designa la sede metropolitana. Il possesso della detta qualifica da parte della Chiesa di Monreale, che non è sede metropolitana, serve ad indicare che Essa è soltanto sede arcivescovile. Il motivo di tale privilegio va rintracciato sia nel fatto che la Chiesa Monrealese è stata sede metropolitana per un perido complessivamente durato poco più di otto secoli che per il conseguenziale prestigio derivatone.

L'Arcidiocesi di Monreale fa parte di due raggruppamenti di Chiese particolari, ossia:

Dati generali

La sede è attualmente retta dall'arcivescovo Michele Pennisi.

Sede arcivescovile è Monreale, dove si trova la Cattedrale di Santa Maria Nuova, che ha il grado di Basilica minore.

L'arcidiocesi nel 2013 contava 255.150 battezzati su 258.368 abitanti.

Il territorio dell'arcidiocesi comprende parte della provincia di Palermo, si estende su 1.509 km² ed è suddiviso in 88 parrocchie, raggruppate nei seguenti vicariati: Bisacquino, Carini, Corleone, Monreale, Partinico e San Giuseppe Jato.

Storia

L'abbazia di Santa Maria Nuova di Monreale fu dichiarata esente dalla giurisdizione degli arcivescovi di Palermo nel 1174 da papa Alessandro III. È incerto se l'abate Teobaldo, eletto nel 1176, ottenne la consacrazione vescovile.

Il suo successore Guglielmo, eletto due anni più tardi, riuscì ad ottenere con la bolla Licet Dominus di papa Lucio III l'elevazione al rango di arcidiocesi metropolitana il 5 febbraio 1183, avendo come suffraganee le diocesi di Catania e di Siracusa (oggi entrambe arcidiocesi). Il diritto di elezione degli arcivescovi fu affidato ai monaci del capitolo.

Nel 1590 l'arcivescovo Ludovico II de Torres istituì il seminario diocesano.

Il 7 luglio 1775 papa Pio VI su richiesta di Ferdinando III di Sicilia unì aeque principaliter l'arcidiocesi di Monreale a quella di Palermo.

L'unione ebbe termine il 2 marzo 1802 quando papa Pio VII con la bolla Imbecillitas humanae mentis ripristinò Monreale come sede metropolitana indipendente.

Il 12 settembre 1816 ottenne come suffraganea la neo-eretta diocesi di Caltagirone.

Nel 1832 perse la giurisdizione metropolitica sulla diocesi di Siracusa.

Nel 1844 nel quadro del generale riordino delle diocesi siciliane si ampliò includendo cinque comuni che erano appartenuti alla diocesi di Agrigento (oggi arcidiocesi). Contestualmente fu riorganizzata la provincia ecclesiastica che ora vedeva come suffraganee le diocesi di Agrigento, Caltanissetta e Catania, mentre Caltagirone diveniva suffraganea di Siracusa.

Il 26 ottobre 1937 cedette le parrocchie di rito bizantino a vantaggio dell'erezione della diocesi di Piana dei Greci (oggi eparchia di Piana degli Albanesi).

Dal 2 dicembre 2000 Monreale non è più sede metropolitana ed è entrata a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Palermo.

Titolazione episcopale

Il mantenimento della qualifica di Arcidiocesi per la Chiesa Monrealese è correlato al mantenimento, da parte sia del Vescovo diocesano che dei Vescovi emeriti della Chiesa Monrealese, della dignità arcivescovile con i conseguenziali titolo ed uso delle insegne. Ex officio, il Vescovo diocesano della Chiesa di Monreale assume la dignità di abate, e di ciò vi è lapalissiana traccia nell'uso delle insegne e nel titolo. A ciò aggiungasi un ulteriore titolo di Abate. La titolazione completa del Vescovo diocesano è la seguente: Arcivescovo-Abate di Monreale, Abate di Santa Maria del bosco.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2013 su una popolazione di 258.368 persone contava 255.150 battezzati, corrispondenti al 98,8% del totale.

Fonti
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.