Giuseppe Bertello

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Giuseppe Bertello
BERTELLO Giuseppe corretto.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Bertello.jpg

Narrabo nomen tuum
Titolo cardinalizio
Cardinale diacono di Santi Vito, Modesto e Crescenzia
Età attuale 75 anni
Nascita Foglizzo
1 ottobre 1942
Morte
Sepoltura
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 29 giugno 1966 da mons. Albino Mensa
Appartenenza
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 17 ottobre 1987 da Giovanni Paolo II
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Consacrazione arcivescovile
Consacrazione arcivescovile Roma, 28 novembre 1987 dal card. Agostino Casaroli
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Arcivescovo dal
Patriarca dal
Arcieparca dal {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
18 febbraio 2012 da Benedetto XVI (vedi)
Cardinale elettore Fino al 1 ottobre 2022
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Giuseppe Bertello (Foglizzo, 1 ottobre 1942) . Già nunzio apostolico per oltre due decenni, attualmente presiede il Governatorato dello Stato della Città del Vaticano e la Pontificia Commissione per lo Stato della Città del Vaticano.

Biografia

Formazione

Ordinato sacerdote il 29 giugno 1966 da monsignor Albino Mensa, allora vescovo di Ivrea e conseguita la licenza in teologia pastorale ed il dottorato in Diritto canonico, ha frequentato i corsi propedeutici alla carriera diplomatica presso la Pontificia Accademia Ecclesiastica.

Attività diplomatica

Ottenuta la licenza in diplomazia ecclesiastica, è entrato nel servizio diplomatico della Santa Sede nel 1971, prestando servizio presso le nunziature apostoliche in Sudan, Turchia, Venezuela e presso la Missione permanente della Santa Sede presso l'Ufficio delle Nazioni Unite di Ginevra.

Il 17 ottobre 1987 papa Giovanni Paolo II lo ha nominato arcivescovo titolare di Urbisaglia; è stato consacrato il successivo 28 novembre dal cardinal Agostino Casaroli, co-consacranti mons. Albino Mensa e mons. Luigi Bettazzi. Contestualmente è stato nominato pro-nunzio apostolico in Ghana, Togo e Benin.

In questi paesi è rimasto sino al 12 gennaio 1991, quando il Pontefice gli ha assegnato il compito di rappresentare la Santa Sede in Ruanda: qui, a partire dal 1994, toccava la sua fase più drammatica il genocidio del Ruanda. In questi frangenti mons. Bertello si sforzò di unire la sensibilità pastorale al coraggio e all'abilità diplomatica, compiendo ogni sforzo possibile per la pacificazione.

Nel marzo del 1995 Giovanni Paolo II lo richiamò in Europa inviandolo nuovamente a Ginevra con l'incarico di Osservatore permanente presso l'Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra e, dal 19 agosto 1997, sempre con il ruolo di osservatore, anche presso l'Organizzazione Mondiale del Commercio.

Il 27 dicembre 2000 papa Wojtyła gli affidò un diverso incarico, inviandolo come nunzio apostolico in Messico; fu lui, nel 2002, a ricevere l'ormai anziano Pontefice giunto in Messico in viaggio apostolico per la canonizzazione di Juan Diego Cuauhtlatoatzin, il giovane veggente di Guadalupe.

L'11 gennaio 2007 papa Benedetto XVI lo ha nominato nunzio apostolico in Italia e a San Marino.

Nomina alla Curia romana

L'1 ottobre 2011, lasciati gli incarichi diplomatici, è stato nominato presidente della Pontificia Commissione per lo Stato della Città del Vaticano e del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano.

Nel suo IV Concistoro, il 18 febbraio 2012, il Santo Padre Benedetto XVI lo creò Cardinale della Diaconia dei Santi Vito, Modesto e Crescenzia.

È membro della Congregazione per i Vescovi, della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli e del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace.

Genealogia episcopale e successione apostolica

Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo titolare di Urbisaglia Successore: Stemma vescovo.png
José Roberto López Londoño 17 ottobre 1987 - 18 febbraio 2012 sede vacante I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
José Roberto López Londoño {{{data}}} sede vacante
Predecessore: Pro-Nunzio apostolico per il Benin Successore: Flag of the Vatican City.svg
Ivan Dias 17 ottobre 1987 - 12 gennaio 1991 Abraham Kattumana I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ivan Dias {{{data}}} Abraham Kattumana
Predecessore: Pro-Nunzio apostolico per il Ghana Successore: Flag of the Vatican City.svg
Ivan Dias 17 ottobre 1987 - 12 gennaio 1991 Abraham Kattumana I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ivan Dias {{{data}}} Abraham Kattumana
Predecessore: Pro-Nunzio apostolico per il Togo Successore: Flag of the Vatican City.svg
Ivan Dias 17 ottobre 1987 - 12 gennaio 1991 Abraham Kattumana I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ivan Dias {{{data}}} Abraham Kattumana
Predecessore: Pro-Nunzio apostolico per il Ruanda Successore: Flag of the Vatican City.svg
Giovanni Battista Morandini 12 gennaio 1991 - marzo 1995 Juliusz Janusz I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Battista Morandini {{{data}}} Juliusz Janusz
Predecessore: Osservatore permanente presso l'Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra Successore: Flag of the Vatican City.svg
Paul Fouad Tabet marzo 1995 - 27 dicembre 2000 Diarmuid Martin I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Paul Fouad Tabet {{{data}}} Diarmuid Martin
Predecessore: Osservatore permanente presso l'Organizzazione Mondiale del Commercio Successore: Flag of the Vatican City.svg
- 19 agosto 1997 - 27 dicembre 2000 Diarmuid Martin I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Diarmuid Martin
Predecessore: Nunzio apostolico per il Messico Successore: Flag of the Vatican City.svg
Leonardo Sandri 27 dicembre 2000 - 11 gennaio 2007 Christophe Pierre I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Leonardo Sandri {{{data}}} Christophe Pierre
Predecessore: Nunzio apostolico per l'Italia Successore: Flag of the Vatican City.svg
Paolo Romeo 11 gennaio 2007 - 1 ottobre 2011 Adriano Bernardini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Paolo Romeo {{{data}}} Adriano Bernardini
Predecessore: Nunzio apostolico per la Repubblica di San Marino Successore: Flag of the Vatican City.svg
Paolo Romeo 11 gennaio 2007 - 1 ottobre 2011 Adriano Bernardini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Paolo Romeo {{{data}}} Adriano Bernardini
Predecessore: Presidente della Pontificia Commissione per lo Stato della Città del Vaticano Successore: Coat of arms of the Holy See.svg
Giovanni Lajolo dal 1 ottobre 2011 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Lajolo {{{data}}} in carica
Predecessore: Presidente del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano Successore: Coat of arms of the Holy See.svg
Giovanni Lajolo dal 1 ottobre 2011 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Lajolo {{{data}}} in carica
Predecessore: Cardinale diacono dei Santi Vito, Modesto e Crescenzia Successore: Stemma cardinale.png
Umberto Betti dal 18 febbraio 2012 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Umberto Betti {{{data}}} in carica

Onorificenze

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei ministri»
— 4 ottobre 2008[1]
Note
  1. Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.