Antonio Maria Ruffo

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Antonio Maria Ruffo
Cardinale
Ra RUFFO TOMMASO 053.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

1743 ANTONIUS RUFFUS - RUFFO ANTONIO.JPG

Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 65 anni
Nascita Bagnara
11 giugno 1687
Morte 22 febbraio 1753
Sepoltura chiesa di Santa Maria degli Angeli (Bagnara Calabra)
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 28 dicembre 1744 da papa Benedetto XIV
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo mai nominato
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile mai consacrato
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
9 settembre 1743 da Benedetto XIV (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 9 anni, 5 mesi e 13 giorni
Cardinale elettore
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Riammesso da da {{{Riammesso da}}}
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi ricoperti
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Antonio Maria Ruffo (Bagnara, 11 giugno 1687; † 22 febbraio 1753) è stato un cardinale italiano.

Biografia

Appartenente a una delle più antiche famiglie del Regno di Napoli, nacque in Calabria, a Bagnara, feudo del suo casato. Quarto figlio di Francesco Ruffo, quarto duca di Bagnara, e Giovanna Lanza y Moncada. Gli altri fratelli erano Giovanna Costanza, Carlo, Guiomara, Domenico e Giuseppe. È anche elencato come Antonius Ruffus; e il suo nome di battesimo come solo Antonio.

Formazione e attività prelatizia

Ha studiato con i Frati Cappuccini di Napoli; condotto a Roma, a quattordici anni fu posto nel Collegio Clementino e affidato alla direzione del cardinale Tommaso Ruffo, suo zio. Nel 1716 papa Clemente XI lo nominò vice-legato di Ravenna e nel 1720 inquisitore di Malta.

Dopo dieci anni, fu chiamato nuovamente a Roma da papa Benedetto XIII, che lo nominò chierico di Camera, con l'incarico della presidenza della Grascia. Nel 1739, fu elevato al grado di uditore di Camera, rimasto vacante dopo la promozione di Prospero Colonna (ch) al cardinalato.

Cardinalato

Antonio Ruffo, a sua volta, fu creato cardinale da Benedetto XIV nel concistoro del 9 settembre 1743, con il titolo di San Silvestro in Capite. Fu ascritto alle Congregazioni di Propaganda e dei Riti. Fu ordinato presbitero dopo la nomina a cardinale, il 28 dicembre 1744.

Morte

Malato di podagra, tornò nel paese natale, dove morì il 22 febbraio 1753, pochi giorni dopo il suo arrivo, all'età di sessantacinque anni.

Esposto e sepolto nella Chiesa dei Cappuccini a Bagnara.

Successione degli incarichi

Predecessore: Inquisitore generale di Malta Successore: Escudo inquisicion.gif
Lazzaro Pallavicino
[1]
1720 - 1728 Fabrizio Serbelloni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Lazzaro Pallavicino
[1]
{{{data}}} Fabrizio Serbelloni
Predecessore: Cardinale presbitero di San Silvestro in Capite Successore: Stemma cardinale.png
Vincenzo Bichi 23 settembre 1743 - 22 febbraio 1753 Federico Marcello Lante Montefeltro della Rovere I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Vincenzo Bichi {{{data}}} Federico Marcello Lante Montefeltro della Rovere
Note
Bibliografia
Collegamenti esterni
Voci correlate