Carlo Conti

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Carlo Conti
Scanner DM014.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

1604 CAROLUS DE COMITIBUS - CONTI CARLO.JPG

'
Titolo cardinalizio
Età alla morte 59 anni
Nascita Roma
28 agosto 1556
Morte Roma
3 dicembre 1615
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale in data sconosciuta
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 1º luglio 1585
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 21 luglio 1585 dal card. Giovanni Battista Castagna
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
9 giugno 1604 da Clemente VIII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Carlo Conti (Roma, 28 agosto 1556; † Roma, 3 dicembre 1615) è stato un cardinale, vescovo e diplomatico italiano.

Cenni biografici

Nacque a Roma il 28 agosto 1556, figlio di Torquato, duca di Poli, e di Violante Farnese, figlia di Ottavio duca di Parma.

Studiò a Roma al Collegio Germanico e poi all'Università di Perugia, dove si addottorò in utroque iure.

Durante il pontificato di papa Gregorio XIII entrò come refendario nel Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica. Nel 1581 divenne vice-legato a Viterbo e nel 1585 governatore di Rimini e Camerino.

Il 1º luglio 1585 papa Sisto V lo nominò vescovo di Ancona e Numana, con dispensa perché non aveva ancora gli ordini sacri. Il 21 luglio fu consacrato vescovo nella chiesa romana di san Giacomo degli Spagnoli dal cardinale Giovanni Battista Castagna, coadiuvato da mons. Filippo Sega, vescovo di Piacenza, e da mons. Vincenzo Casali, vescovo di Massa Marittima.

Anche durante l'episcopato anconitano ricoprì diverse cariche amministrative e diplomatiche: fu governatore di Perugia, poi delle Marche. Allo scoppio della questione di Ferrara, fu nunzio straordinario a Venezia e Praga. Nel 1599 fu nominato vice-legato di Avignone, in sostituzione di Ottavio Acquaviva, carica che mantenne sino al novembre del 1604.

Il Conti ebbe una discreta cultura e una spiccata curiosità intellettuale che lo resero sensibile alle nuove scoperte galileiane: infatti ebbe rapporti epistolari diretti con il Galileo Galilei.

Papa Clemente VIII lo creò cardinale nel concistoro del 9 giugno 1604. Partecipò ai conclavi del 1605, che elessero Leone XI e Paolo V. Nello stesso anno, il 1º giugno ricevette il titolo di cardinale presbitero di San Crisogono, che già il 17 agosto sostituì con quello di San Clemente. Il 7 gennaio 1613 optò per il titolo di Santa Prisca.

Alla sua morte, avvenuta a Roma il 3 dicembre 1615, fu dapprima sepolto nella chiesa di San Lorenzo in Lucina e successivamente la salma fu traslata a Poli.

Genealogia episcopale


Predecessore: Vescovo di Ancona e Numana Successore: BishopCoA PioM.svg
Alessandro Farnese il Giovane 1 luglio 1585 - 3 dicembre 1615 Giulio Savelli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alessandro Farnese il Giovane {{{data}}} Giulio Savelli
Predecessore: Cardinale presbitero di San Crisogono Successore: CardinalCoA PioM.svg
Camillo Borghese 1 giugno 1605 - 17 agosto 1605 Scipione Caffarelli-Borghese I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Camillo Borghese {{{data}}} Scipione Caffarelli-Borghese
Predecessore: Cardinale presbitero di San Clemente Successore: CardinalCoA PioM.svg
Giovanni Francesco Biandrate di San Giorgio Aldobrandini 17 agosto 1605 - 7 gennaio 1613 Jean de Bonsi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Francesco Biandrate di San Giorgio Aldobrandini {{{data}}} Jean de Bonsi
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Prisca Successore: CardinalCoA PioM.svg
Bonifazio Bevilacqua Aldobrandini 7 gennaio 1613 - 3 dicembre 1615 Tiberio Muti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Bonifazio Bevilacqua Aldobrandini {{{data}}} Tiberio Muti
Bibliografia
  • Stefano Andretta, Dizionario biografico degli italiani, vol. 28, (1983) online

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.