Scipione Caffarelli-Borghese

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Scipione Caffarelli-Borghese
Coat of arms of Scipione Caffarelli-Borghese.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Ottavio Leoni Retrato del cardenal Scipione Borghese, Ajaccio Museo Fesch.jpg

Ottavio Leoni, Ritratto del cardinale Scipione Borghese (1598 - 1630), olio su tela; Ajaccio (Francia), Musée Fesch
'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 56 anni
Nascita Roma
1 settembre 1577
Morte Roma
2 ottobre 1633
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono 5 agosto 1605
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 7 agosto 1605
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 25 ottobre 1610 da Papa Paolo V
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 8 dicembre 1610 da Paolo V
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
7 agosto 1605 da Paolo V (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Vescovi
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Scipione Caffarelli-Borghese (Roma, 1 settembre 1577; † Roma, 2 ottobre 1633) è stato un cardinale e arcivescovo italiano.

Biografia

Nacque a Roma nel 1576 da Francesco Caffarelli e da Ortensia Borghese, sorella del futuro papa Paolo V. Assunse il cognome materno dopo l'elezione dello zio al pontificato.

Studiò filosofia nel Collegio Romano, quindi diritto all'università di Perugia, grazie al sostegno finanziario dello zio. Il padre, che risiedeva a Nepi, versava in condizioni finanziarie assai precarie e solo dopo il 1607 poté rientrare a Roma. Due mesi dopo la sua elezione, il 18 luglio 1605, Paolo V nel suo primo concistoro creò il nipote, con il nome e l'arma dei Borghese, cardinale nipote. Il mese successivo ricevette i quattro ordini sacri minori, il suddiaconato, il diaconato e l'ordinazione presbiterale, rispettivamente il , il 5 e il 7 agosto. Fu nominato segretario dei Brevi apostolici. Nel 1607 fu nominato arciprete della Basilica di san Giovanni in Laterano e al posto di Cinzio Aldobrandini ottenne la legazione di Avignone. In quello stesso anno fu nominato prefetto della congregazione del Concilio. Fu dal 1609 al 1618 bibliotecario della Biblioteca Apostolica Vaticana, e dal 1610 sino alla morte penitenziere maggiore.

Sempre nel 1610 fu nominato arcivescovo di Bologna e l'8 dicembre fu consacrato dallo zio nella Cappella Sistina, coadiuvato dal cardinal Maffeo Barberini, vescovo di Spoleto, e dal cardinal Giovanni Garzia Mellini, vescovo di Imola. Non risiedette a Bologna e governò l'arcidiocesi attraverso un vescovo suffraganeo . Nel 1612 lasciò la conduzione dell'arcidiocesi. Il 16 febbraio 1618 assunse la prefettura del Tribunale della Segnatura Apostolica di Grazia. Fu cardinale protettore di Loreto dal 4 gennaio 1620 e ancora in quell'anno divenne arciprete della Basilica Vaticana. Fu eletto camerlengo del Sacro Collegio dei Cardinali l'11 gennaio 1621 e confermato 10 gennaio 1622 per un altro anno. Fu protettore della Germania, della Finlandia, e di diversi ordini religiosi, tra i quali i domenicani, e dal 1606 i camaldolesi. Durante il pontificato di suo zio accumulò molto potere temporale, beni e rendite, sia a Roma che in campagna.

Partecipò, esercitandovi un importante ruolo, al conclave del 1621 che elesse papa Gregorio XV. Partecipò, con altrettanta influenza, al conclave del 1623, che elesse papa conclave del 1623. Nel 1629 assunse la sede suburbicaria di Sabina, mantenendo il titolo in commendam di san Crisogono. Ritiratosi a vita privata, fu grande mecenate di artisti. In particolare fu protettore di Gian Lorenzo Bernini a cui ordinò la costruzione del Palazzo Borghese, dove raccolse una vasta e straordinaria collezione d'arte.

Gian Lorenzo Bernini, Ritratto del cardinale Scipione Borghese (1632), marmo; Roma, Galleria Borghese

Morì a Roma 2 ottobre 1633, nel suo palazzo romano e la sua salma fu tumulata nella tomba di famiglia nella Basilica di Santa Maria Maggiore.

Alla sua morte tutti i beni mobili e immobili furono sottoposti a uno strettissimo vincolo fidecommissario, istituzione giuridica che preservò l'integrità della collezione fino a tutto il XVIII secolo. Alla fine del Seicento i Borghese potevano contare su una raccolta di circa 800 dipinti e su una delle più celebrate collezioni di antichità a Roma, oltre a uno sterminato patrimonio immobiliare. Fu proprio la raccolta archeologica a sollevare l'interesse di Napoleone Bonaparte, la cui sorella Paolina (1780-1825) sposò il principe Camillo Borghese (1775-1832). In seguito alla vendita forzosamente imposta dall'imperatore, le sculture, tra la fine del 1807 e il 1808, furono smontate dalla loro sede originaria e trasportate al Museo del Louvre, di cui oggi costituiscono uno dei nuclei fondamentali della collezione archeologica.[1]

Genealogia episcopale

Predecessore: Cardinale presbitero di San Crisogono Successore: CardinalCoA PioM.svg
Carlo Conti di Poli 7 agosto 1605 - 1629
(in commendam fino al 2 ottobre 1633)
Pietro Maria Borghese I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Conti di Poli {{{data}}} Pietro Maria Borghese
Predecessore: Penitenziere maggiore Successore: Emblem Holy See.svg
Cinzio Passeri Aldobrandini 5 gennaio 1610 - 2 ottobre 1633 Antonio Barberini, O.F.M. Cap. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Cinzio Passeri Aldobrandini {{{data}}} Antonio Barberini, O.F.M. Cap.
Predecessore: Arciprete della Basilica di San Giovanni in Laterano Successore: Protonot.png
Ascanio Colonna maggio 1608 - 2 ottobre 1623 Giambattista Leni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ascanio Colonna {{{data}}} Giambattista Leni
Predecessore: Bibliotecario della Biblioteca Apostolica Vaticana Successore: Emblem Holy See.svg
Ludovico de Torres 11 giugno 1609 - 1618 Scipione Cobelluzzi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ludovico de Torres {{{data}}} Scipione Cobelluzzi
Predecessore: Arcivescovo di Bologna Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Alfonso Paleotti Ch 25 ottobre 1610 - 1612 Alessandro Ludovisi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alfonso Paleotti Ch {{{data}}} Alessandro Ludovisi
Predecessore: Arciprete della Basilica Vaticana Successore: Protonot.png
Giovanni Evangelista Pallotta 1620 - 2 ottobre 1633 Francesco Barberini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Evangelista Pallotta {{{data}}} Francesco Barberini
Predecessore: Camerlengo del Sacro Collegio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Roberto Bellarmino, S.J. 11 gennaio 1621 - 9 gennaio 1623 Giovanni Garzia Millini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Roberto Bellarmino, S.J. {{{data}}} Giovanni Garzia Millini
Predecessore: Cardinale vescovo di Sabina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Carlo Gaudenzio Madruzzo 20 agosto 1629 - 2 ottobre 1633 Felice Centini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Gaudenzio Madruzzo {{{data}}} Felice Centini
Note
  1. Galleria Borghese online
Bibliografia
  • Valerio Castronovo Dizionario Biografico Treccani online
  • S. L. Forlì, I domenicani nel carteggio del cardinale Scipione Borghese, in Archivium fratrum praedicatorum, XXX (1960), pp. 351ss.
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.