Papa Innocenzo VI

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Innocenzo VI)
Innocenzo VI
Stemma-Innocenzo-VI.jpg
Papa
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Étienne Aubert
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Papa Innocentius Sextus.jpg

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte circa 80 anni
Nascita Beyssac
1282 ca.
Morte Avignone
12 settembre 1362
Sepoltura Certosa di Notre-Dame-du-val-de-Bénédiction (Villeneuve-lès-Avignon)
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo ottobre 1340 da Benedetto XII
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile XIV secolo
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
20 settembre 1342 da Clemente VI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
prima dell'elezione
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
199° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
18 dicembre 1352
Consacrazione 30 dicembre 1352
Fine del
pontificato
12 settembre 1362
(per decesso)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore Clemente VI
Successore Urbano V
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali 16 creazioni in 3 concistori
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi Nessun Giubileo indetto
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Scheda su santiebeati.it

Innocenzo VI, al secolo Étienne Aubert (Beyssac, 1282 ca.; † Avignone, 12 settembre 1362) è stato il 199° vescovo di Roma e papa francese dal 1352 alla morte (all'epoca della cattività avignonese).

Biografia

Successore di papa Clemente VI, era nativo della diocesi di Limoges, e, dopo esser stato un abile condottiero, divenne vescovo di Noyon prima e di Clermont poi, infine fu cardinale vescovo alla sede suburbicaria di Velletri lo stesso anno della sua elezione a pontefice.

Nel 1342 era stato elevato alla dignità di cardinale. Alla morte di Clemente VI, dopo che ognuno dei cardinali si era vincolato da un accordo solenne a seguire una particolare linea politica se fosse stato eletto, Aubert venne scelto (18 dicembre 1352). Uno dei primi atti del suo pontificato fu quello di dichiarare illegale e nullo il patto.

La sua politica susseguente fu migliore rispetto a quelle degli altri papi di Avignone. Innocenzo portò a molte riforme di cui si sentiva la necessità nell'amministrazione degli affari della Chiesa, e tramite il suo legato, cardinale Egidio Albornoz, che era accompagnato da Cola di Rienzo, cercò di riportare l'ordine a Roma, dove nel 1355, Carlo IV venne incoronato imperatore con il suo permesso, dopo aver in precedenza giurato che avrebbe lasciato la città il giorno stesso, a cerimonia conclusa.

Dal 1355-56, iniziò a far bandire, in varie parti d'Europa, una crociata contro i Forlivesi, a causa dell'inefficacia dell'azione di Egidio Albornoz nel tentativo di recuperare l'irriducibile città di Forlì, allora governata dagli Ordelaffi, al dominio papale.

Fu in gran parte grazie alle esortazioni di Innocenzo che si giunse al trattato di Brétigny (1360) tra Francia e Inghilterra. Durante il suo pontificato inoltre, Giovanni Paleologo offrì di sottomettere la Chiesa greca alla sede romana, a condizione che gli venisse fornita assistenza contro Giovanni Cantacuzeno. Le risorse a disposizione del Papa, comunque, erano tutte richieste per esigenze più vicine a casa, e l'offerta venne declinata. Morì il 12 settembre 1362, e il suo successore fu papa Urbano V.


Predecessore: Vescovo di Noyon Successore: Stemma vescovo.png
? 1338 - 1340 ? I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
? {{{data}}} ?
Predecessore: Vescovo di Clermont Ferrand Successore: Stemma vescovo.png
? 1340 - 1345 ? I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
? {{{data}}} ?
Predecessore: Cardinale vescovo di Ostia Successore: Stemma cardinale.png
Bertrand du Pouget 1345-1352 Pierre Bertrand I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Bertrand du Pouget {{{data}}} Pierre Bertrand
Predecessore: Papa Successore: Emblem of the Papacy SE.svg
Papa Clemente VI 18 dicembre 1352 - 12 settembre 1362 Papa Urbano V I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Papa Clemente VI {{{data}}} Papa Urbano V
Bibliografia
  • Pierre Gasnault, Enciclopedia dei Papi, II, Roma 2000, pp. 537-542.
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.