Baldassarre Cenci (1710-1763)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Baldassarre Cenci
Baldassarre Cenci.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

BaldassarreCenci.JPG

'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte anni
Nascita Roma
1º novembre 1710
Morte Nettuno
2 marzo 1763
Sepoltura Cappella di famiglia San Didaco nella Basilica di Santa Maria in Ara Coeli al Campidoglio (Roma)
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale non si hanno informazioni
Ordinazione presbiterale [[]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile [[ ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
23 novembre 1761 da Clemente XIII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Baldassarre Cenci (Roma, 1º novembre 1710; † Nettuno, 2 marzo 1763) è stato un cardinale italiano.

Cenni biografici

Baldassarre nacque a Roma il 1º novembre 1710, quinto dei sette figli di Tiberio e della moglie Eleonora (Maddalena) Costaguti. Apparteneva a una nobile e antica famiglia romana che diede alla Chiesa i cardinali: Baldassare Cenci, Tiberio Cenci e Serafino Cenci, inoltre il nostro vantava da parte di madre altri due parenti cardinali: Vincenzo Costaguti, Giovanni Battista Costaguti.

Compì i suoi studi giuridici alla Pontificia Accademia dei Nobili Ecclesiastici, dove ottenne il dottorato in utroque iure.

Nel 1730 fu nominato canonico della basilica Vaticana e nel 1735 divenne referendario del tribunale della Segnatura. Nel 1727 fu nominato governatore di Benevento, incarico che mantenne fino a giugno 1739. Ritornato a Roma fu nominato relatore della Congregazione della Consulta, incarico che ricoprì fino al 1742 quando divenne uditore del tribunale della Segnatura. Nel 1753 divenne uditore della Camera Apostolica e segretario della sacra Congregazione della Consulta.

Fu creato cardinale-presbitero da papa Clemente XIII nel concistoro del 23 novembre 1761. Il 25 gennaio dell'anno seguente ottenne il titolo presbiterale di Santa Maria in Ara Coeli. Il papa lo nominò delegato e commissario con poteri assoluti per le opere di prosciugamento delle paludi pontine.

Morì il 2 marzo 1763 a Nettuno. I suoi resti riposano nella Cappella di famiglia San Didaco della Basilica di Santa Maria in Ara Coeli al Campidoglio (Roma).

Successione degli incarichi

Predecessore: Governatore di Benevento[1] Successore: Emblem Holy See.svg
G.B. Stella 13 settembre 1737 - 29 luglio 1739 Ottavio Antonio Baiardi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
G.B. Stella {{{data}}} Ottavio Antonio Baiardi
Predecessore: Segretario della Sacra Congregazione della Consulta Successore: Emblem Holy See.svg
Ludovico Maria Torriggiani 26 novembre 1753 - 23 novembre 1761 Antonio Casali I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ludovico Maria Torriggiani {{{data}}} Antonio Casali
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria in Ara Coeli Successore: CardinalCoA PioM.svg
Giovanni Teodoro di Baviera 25 gennaio 1762 - 2 marzo 1763 Niccolò Oddi, S.J. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Teodoro di Baviera {{{data}}} Niccolò Oddi, S.J.
Note
  1. Christoph Weber, Legati e Governatori dello Stato Pontificio (1550-1809) su archivi.beniculturali.it (PDF). URL consultato il 08-03-2019
Bibliografia

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.