Ottavio Antonio Baiardi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Ottavio Antonio Baiardi
Arcbishop.png
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

[[File:|250px]]

'
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte anni
Nascita Parma
10 giugno 1695
Morte Roma
7 marzo 1764
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 22 maggio 1717
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo
nominato arcivescovo 6 febbraio 1761 Clemente XIII
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 5 aprile 1761 dal cardinal Enrico Benedetto Stuart di York
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti Arcivescovo titolare di Tiro
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org

Ottavio Antonio Baiardi o Bayardi (Parma, 10 giugno 1695; † Roma, 7 marzo 1764) è stato un arcivescovo italiano.

Cenni biografici

Ottavio Antonio nacque a Parma il 10 giugno 1694 dal conte Paolo Camillo, appartenente a una famiglia legata ai Farnese.

Fu ordinato sacerdote nel 1717 e si addottorò nel 1720 in filosofia e giurisprudenza.

Poco dopo fu a Roma dove iniziò la sua carriera ecclesiastica: fu prelato domestico di Clemente XII, protonotario apostolico, referendario delle Due Segnature, consultore della congregazione dei Riti. Il 16 ottobre 1730 il pontefice , ebbe ad Albano un colloquio col Baiardi: questi asseriva di poter sistemare tutta la cronologia ecclesiastica con i suoi quaranta volumi, già pronti ma che non erano mai stati pubblicati.

Dal 1733 al 1735 fu in Spagna, presso la regina Elisabetta Farnese, per la quale scrisse alcune Laudes della Vergine. Rientrato in patria fu governatore di Narni e poi di Benevento per conto della Santa Sede. Pose fine con accortezza ed energia alla sommossa beneventana del 25 gennaio 1741.

In questa circostanza, come pure negli anni successivi, si dimostrò fedele a Carlo di Borbone e, in generale, curò presso il Vaticano gli interessi di Carlo durante la guerra di successione austriaca. Come riconoscimento dei suoi servigi, il re di Napoli gli concesse la pensione dell'abbazia di Roccamadore in Sicilia.

Nel giugno del 1746, per la gran fama di dotto, ma anche per l'interessamento del cugino Giovanni Fogliani Sforza d'Aragona[1] primo ministro di Carlo di Borbone, ebbe l'incarico di illustrare i monumenti di Ercolano che proprio in quegli anni tornavano alla luce. Il suo lavoro, in cinque grossi tomi, intitolato Prodromo delle antichità di Ercolano (Napoli 1752, ma i tomi III-V, sebbene rechino la data del 1752, furono pubblicati in realtà nel 1756), risultò di scarso interesse scientifico.

Lasciato il regno di Napoli il Baiardi chiese ed ottenne da Clemente XIII un vescovado in partibus infidelium: gli fu concesso l'arcivescovado di Tiro nel 1761.

Morì a Roma il 7 marzo 1764 e fu sepolto in san Pantaleo.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Governatore di Nocera Successore: Emblem Holy See.svg
Abate Odoardo Paliferi 5 luglio 1734 - 17 gennaio 1738 Avvocato Carlo Lalli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Abate Odoardo Paliferi {{{data}}} Avvocato Carlo Lalli
Predecessore: Governatore di Benevento Successore: Emblem Holy See.svg
Baldassarre Cenci 28 luglio 1739 - 7 gennaio 1741 Giovanni Ottavio Bufalini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Baldassarre Cenci {{{data}}} Giovanni Ottavio Bufalini
Predecessore: Arcivescovo titolare di Tiro Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Giovanni Andrea Tria (Ch) 16 febbraio 1761- 7 marzo 1764 Giuseppe Simone Assemani (Ch) I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Andrea Tria (Ch) {{{data}}} Giuseppe Simone Assemani (Ch)
Note
  1. Silvio De Majo, FOGLIANI SFORZA D'ARAGONA, Giovanni su treccani.it, Treccani Dizionario degli Italiani, 1997 URL consultato il 05-03-2019
Bibliografia
  • Luigi Moretti, BAIARDI, Ottavio Antonio su treccani.it, Treccani Dizionario degli Italiani, 1963 URL consultato il 05-03-2019

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.