Arcidiocesi di Zara

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Arcidiocesi di Zara
Archidioecesis Iadrensis
Chiesa latina

Sveta Stosija Zadar front.jpg
arcivescovo Želimir Puljić
Sede Zara

sede vacante
Zara

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Sede immediatamente soggetta alla Santa Sede
Regione ecclesiastica {{{regione}}}
Nazione bandiera Croazia
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario
provicario
generale
ausiliari

Arcivescovi emeriti:

Parrocchie 117
Sacerdoti

127 di cui 89 secolari e 38 regolari
1.267 battezzati per sacerdote

41 religiosi 143 religiose
167.064 abitanti in 3.009 km²
160.964 battezzati (96,3%% del totale)
Eretta IV secolo
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Zeleni trg 1, 23000 Zadar, Hrvatska
tel. (023)251.712 fax. 251.299

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2010 Scheda
Chiesa cattolica in Croazia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica
La chiesa della Santa Croce, già cattedrale di Nona, diocesi soppressa nel 1830 a vantaggio dell'arcidiocesi di Zara

L'arcidiocesi di Zara (in latino: Archidioecesis Iadrensis) è una sede della Chiesa cattolica immediatamente soggetta alla Santa Sede. Nel 2010 contava 160.964 battezzati su 167.064 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Želimir Puljić.

Territorio

L'arcidiocesi comprende parte della Dalmazia.

Sede arcivescovile è la città di Zara, dove si trova la cattedrale di sant'Anastasia.

Il territorio è suddiviso in 117 parrocchie.

Storia

La diocesi di Zara fu eretta nel IV secolo.

Con la bolla Licet universalis del 17 ottobre 1154 la diocesi fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana e dal 1157 subordinata al patriarcato di Grado.

In seguito alla bolla Locum Beati Petri di papa Leone XII del 30 luglio 1828, nel 1830 fu soppressa la diocesi di Nona e il suo territorio annesso dall'arcidiocesi di Zara. La stessa bolla stabiliva come suffraganee di Zara le diocesi di Spalato-Macarsca, Ragusa, Sebenico, Lesina e Cattaro.

Il 1º agosto 1932 in seguito alla bolla Pastorale munus di papa Pio XI il territorio dell'arcidiocesi fu limitato alla provincia di Zara e l'arcidiocesi perse il rango di sede metropolitana diventando una sede arcivescovile immediatamente soggetta alla Santa Sede.

Il 1º marzo 1948 i confini della diocesi furono riportati alla situazione precedente le variazioni territoriali del 1932.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

Fonti
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.