Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie e Nazareth
Archidioecesis Tranensis-Barolensis-Vigiliensis (-Nazarensis)
Chiesa latina

Cattedrale Trani apr06 01.jpg
arcivescovo Leonardo D'Ascenzo
Sede Trani

sede vacante
Trani

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea dell'arcidiocesi di Bari-Bitonto
Regione ecclesiastica Puglia
Regione ecclesiastica
Regione ecclesiastica della diocesi
Nazione bandiera Italia
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario
provicario
generale
ausiliari

Arcivescovi emeriti:

Parrocchie 64
Sacerdoti

138 di cui 103 secolari e 35 regolari
2.026 battezzati per sacerdote

39 religiosi 265 religiose 25 diaconi
292.200 abitanti in 701 km²
279.680 battezzati (95,7% del totale)
Eretta VI secolo
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Via Beltrani 9, 76125 Trani [BT], Italia
tel. +390883494211 fax. 0883.49.42.51 @

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2011 riferiti al 2010 Scheda
Chiesa cattolica in Italia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica
La concattedrale di Barletta
Veduta della cattedrale di Trani

L'arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie e Nazareth (in latino: Archidioecesis Tranensis-Barolensis-Vigiliensis (-Nazarensis)) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Bari-Bitonto appartenente alla regione ecclesiastica Puglia. Nel 2010 contava 279.680 battezzati su 292.200 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Leonardo D'Ascenzo.

Territorio

L'arcidiocesi comprende 7 centri: oltre alle 3 città titolari di Trani , Barletta e Bisceglie annovera anche i centri di Corato, Margherita di Savoia, San Ferdinando di Puglia e Trinitapoli.

Sede arcivescovile è la città di Trani, dove si trova la Cattedrale di San Nicola Pellegrino. A Barletta e a Bisceglie sorgono la Concattedrale di Santa Maria Maggiore e la Concattedrale di San Pietro Apostolo.

Il territorio è suddiviso in 61 parrocchie.

Storia

La diocesi di Trani fu eretta in epoca antica. Secondo la tradizione i primi due vescovi di Trani furono i martiri san Redento e san Magno, vissuti verso la metà del III secolo.

Nell'VIII secolo fu eretta la diocesi di Bisceglie.

Nella seconda metà dell'XI secolo la diocesi di Trani fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana, avente come suffraganee Andria e Bisceglie.

La diocesi è titolare di Nazareth in quanto gli arcivescovi nazareni presero stabile dimora a Barletta dal 1327.

Nel XV secolo papa Martino V unì la diocesi di Salpi, eretta nel V secolo, all'arcidiocesi di Trani. Lo stesso papa nel 1424 dispose l'unione della diocesi di Canne, fino ad allora suffraganea dell'arcidiocesi di Bari, all'arcidiocesi di Trani, ma il provvedimento non ebbe effetto e nel 1449 la diocesi di Canne fu unita all'arcidiocesi di Nazareth.

Nel 1523 la sede di Salpi fu separata da Trani, ma fu definitivamente soppressa nel 1547, aggregandone il territorio all'arcidiocesi di Trani.

Il 27 giugno 1818 la diocesi di Bisceglie fu unita all'arcidiocesi di Trani. Lo stesso giorno, con la bolla De ulteriori, papa Pio VII, soppresse l'arcidiocesi di Nazareth e la diocesi di Canne e ne aggregò il territorio all'arcidiocesi di Trani. La diocesi di Monteverde, che era stata unita a Nazareth da papa Clemente VII nel XVI secolo, fu invece soppressa e aggregata alla diocesi di Sant'Angelo dei Lombardi (oggi arcidiocesi di Sant'Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia).

Il 22 ottobre 1828 con la bolla Multis quidem di papa Leone XII il titolo di arcivescovo di Nazareth fu concesso agli arcivescovi di Trani.

Il 21 aprile 1860 con la bolla Cunctis ubique pateat di papa Pio IX Barletta fu elevata ad arcidiocesi unita aeque principaliter a quella di Trani.

Il 20 ottobre 1980 in forza della bolla Qui Beatissimo Petro di papa Giovanni Paolo II l'arcidiocesi cessò di essere una sede metropolitana e divenne suffraganea dell'arcidiocesi di Bari (oggi arcidiocesi di Bari-Bitonto).

Il 30 settembre 1986 le diocesi furono unite in forma piena e l'arcidiocesi assunse il nome attuale, continuando la serie dei titolari di Nazareth.

Cronotassi dei vescovi

Sede di Trani

Sede di Barletta

Sede di Bisceglie

Statistiche

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 292.200 persone contava 279.680 battezzati, corrispondenti al 95,7% del totale.

Fonti
Per Trani
Per Barletta
Per Bisceglie
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.