Domenico Pignatelli di Belmonte

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Domenico Pignatelli di Belmonte, C.R.
PIGNATELLI Domenico 05 02 1803.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

Varia 019 PIGNATELLI DI BELMONTE DOMENICO.jpg

'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 72 anni
Nascita Napoli
19 novembre 1730
Morte Palermo
5 febbraio 1803
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 22 settembre 1753
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 25 febbraio 1782 da papa Pio VI
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 3 marzo 1782 dal card. Innocenzo Conti
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo 29 marzo 1802 da Pio VII
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
9 agosto 1802 da Pio VII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Domenico Pignatelli di Belmonte (Napoli, 19 novembre 1730; † Palermo, 5 febbraio 1803) è stato un cardinale e arcivescovo italiano.

Cenni biografici

Nacque a Napoli il 10 novembre 1730, figlio del marchese Domenico Pignatelli e di Anna Francesca Pinelli Ravaschiero, principessa di Belmonte.

Domenico Pignatelli di Belmonte entrò molto giovane nell'ordine dei Teatini. Fu ordinato presbitero il 22 settembre 1753. Il 22 settembre 1755 divenne lettore del collegio napoletano dei teatini. Il 31 maggio 1774 fu nominato co-regolatore di p. Antonio Francesco Vezzosi, superiore generale dei Teatini, il 31 maggio 1774 e il 22 aprile 1777 fu nomitato superiore generale.

Fu nominato vescovo di Diocesi di Caserta il 25 febbraio 1782 e ricevette la consacrazione a Roma il 3 marzo seguente e scelto come assistente al soglio pontificio il 25 febbraio 1782. Fu consacrato vescovo il 3 marzo seguente a Roma presso la chiesa di San Silvestro al Monte, dal cardinale Innocenzo Conti. Dopo la nomina mantenne il generalato della sua congregazione. Fu elevato alla sede metropolitana di Palermo il 29 marzo 1802, ricevendo il palio lo stesso giorno. Fu presidente del Regno e Capitano Generale dal 1802 al 1803, durante il breve regno di re Ferdinando IV.

Fu creato cardinale presbitero da papa Pio VII nel concistoro del 9 agosto 1802. Il 5 dicembre ricevette la berretta rossa nella cappella del seminario di Palermo. Per motivi di salute non si recò a Roma per ricevere il titolo cardinalizio. morì di gotta, tramutatasi in cancrena, a Palermo il 5 febbraio 1803 e fu sepolto nella chiesa palermitana del proprio ordine.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Caserta Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Nicola Filomarini (Filomarino), O.S.B. 25 febbraio 1782 - 29 marzo 1802 Vincenzo Rogadei, O.S.B. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Nicola Filomarini (Filomarino), O.S.B. {{{data}}} Vincenzo Rogadei, O.S.B.
Predecessore: Arcivescovo di Palermo Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Filippo López y Rojo, C.R. 29 marzo 1802 - 5 febbraio 1803 Raffaele Mormile, C.R. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Filippo López y Rojo, C.R. {{{data}}} Raffaele Mormile, C.R.
Bibliografia

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.