Giovanni Battista Mesmer

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Giovanni Battista Mesmer
Stemma Mesmer card.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

1747 IOANNES BAPTISTA MESMERUS - MESMER GIOVANNI BATTISTA.JPG

'
Titolo cardinalizio
{{{titolo}}}
Età alla morte 89 anni
Nascita Milano
21 aprile 1671
Morte Roma
20 giugno 1760
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale ottobre 1727
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
10 aprile 1747 da Benedetto XIV (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Giovanni Battista Mesmer (Milano, 21 aprile 1671; † Roma, 20 giugno 1760) è stato un cardinale italiano.

Cenni biografici

Giovanni Battista nacque a Milano il 21 aprile 1671, quasi certamente da genitori svizzeri. Non si hanno notizie dei suoi primi anni né della sua famiglia, di estrazione non nobile e forse neppure particolarmente agiata.

Dopo gli studi di diritto a Pavia dove di addottorò in utroque iure, seguendo i consigli del cardinal Bernardino Scotti, suo protettore, si recò a Roma dove esercitò l'avvocatura. Entrò poi presso la Curia romana e nel maggio 1716 divenne referendario delle due Segnature. Sotto Benedetto XIII nel 1728 ottenne la carica di luogotenente civile dell'uditore generale della Camera apostolica. Nel settembre dell'anno seguente fu visitatore nelle legazioni della Marca e di Urbino per reprimere le incette di grano. La missione, svolta con successo, permise l'invio di cospicue derrate al mercato romano.

Nel gennaio 1732, in occasione di una vertenza in materia ereditaria fra il cardinale Francesco Barberini e Cornelia Barberini principessa di Carbognano, il nuovo papa Clemente XII designò il Mesmer a conoscere tutte le cause spettanti alla famiglia Barberini, a nominare un economo e a mettere ordine fra le pretese dei vari contendenti.

Nel dicembre 1739 divenne prefetto dell'Annona, carica che esercitò con energia in occasione della grave carestia di quei mesi. Inoltre nel gennaio 1741 fu chiamato a far parte della commissione incaricata di discutere la sorte della colonna Antonina.

Nel settembre 1743 fu nominato dal pontefice tesoriere generale in sostituzione di Mario Bolognetti, elevato alla porpora cardinalizia, preferendolo al più giovane Giovanni Francesco Banchieri, sostenuto dal cardinale de Tencin che ottenne comunque la promessa di promuoverlo in occasione di una futura vacanza della carica, ritenuta dal pontefice assai probabile, considerata la non giovane età del nuovo tesoriere. Il papa, in una lettera scritta al Tencin il 30 agosto 1743, definiva il Mesmer il più esperto nell'azienda camerale.[1]

Nel quadriennio in cui resse la tesoreria della Camera Apostolica, il Mesmer fu chiamato a mettere in atto le importanti ristrutturazioni in ambito contabile e finanziario volute dal papa e dal cardinale segretario di stato Silvio Valenti Gonzaga. Durante il suo mandato i conti dello stato pontificio chiusero sempre in positivo, cosa non frequente in quel periodo della storia della Chiesa.

Fu creato cardinale nel concistoro del 10 aprile 1747 e il 15 maggio seguente ricevette il titolo presbiterale dei Santi Quattro Coronati. Il 22 settembre 1749 optò per il titolo di Sant'Onofrio.

In vecchiaia fu affetto da demenza senile e perse la memoria: perciò non partecipò al conclave del 1758 che elesse Clemente XIII.

Morì all'età di 89 anni e fu sepolto nella basilica dei Santi Ambrogio e Carlo al Corso a Roma.

Successione degli incarichi

Predecessore: Datario della Penitenzieria Apostolica Successore: Emblem Holy See.svg
Giacomo Lanfredini 24 marzo 1734 - 9 settembre 1743 ? I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacomo Lanfredini {{{data}}} ?
Predecessore: Tesoriere generale della Camera Apostolica Successore: Emblem Holy See.svg
Mario Bolognetti 9 settembre 1743 - 10 aprile 1747 Giovanni Francesco Banchieri I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Mario Bolognetti {{{data}}} Giovanni Francesco Banchieri
Predecessore: Cardinale presbitero dei Santi Quattro Coronati Successore: CardinalCoA PioM.svg
Joaquín Fernández de Portocarrero 15 maggio 1747 - 22 settembre 1749 Carlo Francesco Durini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Joaquín Fernández de Portocarrero {{{data}}} Carlo Francesco Durini
Predecessore: Cardinale presbitero di Sant'Onofrio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Francesco Landi Pietra 22 settembre 1749 - 20 giugno 1760 Giovanni Angelo Braschi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Landi Pietra {{{data}}} Giovanni Angelo Braschi
Predecessore: Camerlengo del Collegio cardinalizio Successore: Berretta cardinalizia.png
Girolamo de Bardi 1757 - 1758 Henry Benedict Mary Clement Stuart of York I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Girolamo de Bardi {{{data}}} Henry Benedict Mary Clement Stuart of York
Note
  1. Le lettere di Benedetto XIV al card. de Tencin. Dai testi originali su books.google.ch, vol. 1, p. 107 URL consultato il 05-03-2019
Bibliografia
  • Massimo Carlo Giannini, MESMER, Giovanni Battista su treccani.it, Treccani Dizionario degli Italiani, 2009 URL consultato il 05-03-2019

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.