Chiesa di Santa Maria in Via (Roma)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Disambig-dark.svg
Nota di disambigua - Se stai cercando altri significati del nome Santa Maria, vedi Santa Maria (disambigua).
1leftarrow.png Voce principale: Chiese di Roma.
Chiesa di Santa Maria in Via o Chiesa di Santa Maria del Pozzo
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
Santa Maria in Via facciata.jpg
Roma, Chiesa di Santa Maria in Via
Altre denominazioni
Stato bandiera Italia
Regione bandiera Lazio


Regione ecclesiastica Lazio

Provincia Roma
Comune Stemma Roma
Località
Diocesi Roma
Religione Cattolica
Indirizzo Via del Mortaro 24 - 00187 Roma
Telefono +39 06 69940380
Fax +39 06 69940380
Posta elettronica SantaMariainVia@VicariatusUrbis.org
Sito web

Sito ufficiale

Sito web 2
Proprietà
Oggetto tipo Chiesa
Oggetto qualificazione parrocchiale
Dedicazione Maria Vergine
Vescovo
Sigla Ordine qualificante O.S.M.
Sigla Ordine reggente O.S.M.
Fondatore cardinale Pietro Capocci
Data fondazione XIII secolo, seconda metà
Architetti

Giacomo Della Porta
Francesco Capriani da Volterra
Carlo Rainaldi (completamento della facciata)

Stile architettonico
Inizio della costruzione 1594
Completamento
Distruzione
Soppressione
Ripristino {{{Ripristino}}}
Scomparsa {{{Scomparsa}}}
Data di consacrazione
Consacrato da
Data di inaugurazione
Inaugurato da
Strutture preesistenti
Pianta
Tecnica costruttiva
Materiali
Data della scoperta {{{Data scoperta}}}
Nome scopritore {{{Nome scopritore}}}
Datazione scavi {{{Datazione scavi}}}
Scavi condotti da {{{Scavi condotti da}}}
Altezza Massima
Larghezza Massima
Lunghezza Massima {{{LunghezzaMassima}}}
Profondità Massima
Diametro Massimo {{{DiametroMassimo}}}
Altezza Navata
Larghezza Navata
Altitudine {{{Altitudine}}}
Iscrizioni
Marcatura
Utilizzazione
Note
Coordinate geografiche
41°53′53″N 12°28′52″E / 41.898056, 12.481111 bandiera Italia
Patrimonio UNESCO.png Patrimonio dell'umanità
{{{nome}}}
{{{nomeInglese}}}
[[Immagine:{{{immagine}}}|240px]]
Tipologia {{{tipologia}}}
Criterio {{{criterio}}}
Pericolo Bene non in pericolo
Anno [[{{{anno}}}]]
Scheda UNESCO
[[Immagine:{{{linkMappa}}}|300px]]
[[:Categoria:Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}|Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}]]

La Chiesa di Santa Maria in Via (detta anche Chiesa di Santa Maria del Pozzo) è una chiesa di Roma, nel rione Trevi. È sede dell'omonima parrocchia e del titolo cardinalizio di Santa Maria in Via: l’attuale titolare è il cardinale Raúl Eduardo Vela Chiriboga.

Durante il periodo natalizio la chiesa ospita un presepio antico e una mostra di presepi è esposta nel chiostro, a cura della Sezione Romana dell'Associazione Italiana Amici del Presepio.

Storia

Le ipotesi sul nome sono diverse: o si fa riferimento alla Via Flaminia, che porta attualmente il nome di via del Corso, o più probabilmente, ad una deformazione del latino Vinea, (in italiano "vigna"), come attestato da documenti antichi.

La chiesa è stata costruita dal cardinale Pietro Capocci per commemorare il miracolo avvenuto nel 1256. Infatti, nella notte tra il 26 e il 27 settembre 1256, era accaduto che un servo dello stesso cardinale, per sbaglio o deliberatamente, aveva gettato nel pozzo della stalla l'immagine della Madonna dipinta su un pesante mattone di terracotta. Prima che l'immagine toccasse il fondo, le acque, rigurgitando improvvisamente e in maniera abbondante, l'avevano riportata in superficie. Il cardinale, con devoto stupore, aveva raccolto la sacra immagine prodigiosamente galleggiante sulle acque.

Il processo canonico comprovò il miracolo, e il papa Alessandro IV fece esporre l'immagine alla pubblica venerazione in una cappella presso il pozzo da dove era riemersa.

Durante il pontificato di Innocenzo VIII (1484 - 1492), la chiesa fu ricostruita dalle fondamenta e poco dopo fu affidata da papa Leone X al Servi di Maria (Serviti).

Nel 1594 fu completamente ricostruita, su un progetto di Giacomo della Porta, da Francesco Capriani da Volterra. La facciata, iniziata da quest'ultimo, fu completata da Carlo Rainaldi.

Nel 1897, a causa dei lavori di apertura della nuova Via del Tritone, la chiesa subì rimaneggiamenti sul lato settentrionale.

Descrizione

La facciata è su due ordini.

L'interno è a navata unica con cappelle laterali. La volta è di Gian Domenico Piastrini.

La prima cappella sulla destra racchiude l'immagine della Madonna su tegola. La cappella Aldobrandini, la terza sulla destra, ospita un'Annunciazione e due quadri del Cavalier d'Arpino.


Bibliografia
  • Diego Angeli, Le chiese di Roma: guida storica e artistica delle basiliche, chiese e oratorii della città di Roma, Società Editrice Dante Alighieri, Roma 1903, p. 352
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.