Francisco Suárez

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Francisco Suárez, S.J.
Presbitero
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"

20 MUVa retrato Francisco Suarez ni.JPG

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte 69 anni
Nascita Granada
5 gennaio 1548
Morte Lisbona
25 settembre 1617
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione Salamanca, 16 giugno 1564
Professione religiosa [[]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 1572
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni

Francisco Suárez (Granada, 5 gennaio 1548; † Lisbona, 25 settembre 1617) è stato un presbitero, filosofo e teologo spagnolo e giurista, detto Doctor Eximius, fu tra i massimi esponenti della seconda scolastica.

Cenni biografici

Nacque a Granada il 5 gennaio 1548, in una nobile famiglia della città, in spagnolo hidalga. Entrò nel noviziato del collegio gesuita di Salamanca nel 1564. Si dice che inizialmente gli fu rifiutato l'ingresso nella Compagnia per mancanza di vivacità mentale e accettato solo con lo statuto di indiffente: ciò significava che si sarebbe deciso in seguito se farlo proseguire negli studi della filosofia o accettarlo come [[fratello laico]]. Queste remore furono presto fugate e il giovane novizio poté intraprendere una delle carriere intellettuali più brillanti del suo tempo.

Dopo gli studi di filosofia e teologia dal 1565 a 1570 nella sua città, fu ordinato presbitero nel 1572. Fu professore di filosofia ad Avila e Segovia nel 1571 e successivamente di teologia negli stessi atenei nel 1575. Nel 1576 fu a Valladolid, suscitando anche alcune critiche. Fu poi chiamato presso il Collegio Romano dove insegnò fino al 1585. Papa Gregorio XIII volle assistette alla sua prima conferenza romana.

Per motivi di salute rientrò in patria sostituito da un altro grande teologo spagnolo padre Gabriel Vázquez. Fino al 1592 fu professore ad Alcalá, dove compose i suoi primi trattati teologici: De Verbo incarnato del 1590 e De Mysteriis vitae Christi del 1592. Fu poi a Salamanca, dove insegnò solo occasionalmente fino al 1597, ciò gli permise di dedicarsi alla sua grande opera, Disputationes metaphysicae, pubblicata nel 1597.

Su ordine di Filippo II padre Suárez fu chiamato alla cattedra di Coimbra, la più prestigiosa del tempo, dove vi insegnò, tranne brevi assenze, fino alla morte.

Morì a Lisbona il 25 settembre 1617.

Opere principali

  • De Incarnatione (1590-1592)
  • De sacramentis (1593-1603)
  • Disputationes metaphysicae (1597)[1]
  • De divina substantia eiusque attributis (1606)
  • De divina praedestinatione et reprobatione (1606)
  • De sanctissimo Trinitatis mysterio (1606)
  • Summae theologiae. De Deo uno et trino (1607)
  • De religione (1608-1625)
  • De legibus (1612)
  • De gratia (1619)
  • De angelis (1620)
  • De opere sex dierum (1621)
  • De anima (1621)
  • De fide, spe et charitate (1622)
  • De ultimo fine hominis (1628)

Le sue opere sono caratterizzati da profondità e chiarezza espositiva e testimoniano la grande conoscenza degli autori, sia eretici che ortodossi. Le questioni vengono esposte con una iniziale precisa informazione sulle ricerche fatte fino ad allora, chi ne ha scritto, in che senso, su quali fondamenti e a quali conclusioni sia giunto; quindi passa a presentare in chiara maniera tutto lo stato della questione; in ciò egli si mostra bene informato della letteratura relativa e non di rado offre una vera storia della questione. La discussione di questo ricco materiale lo porta quindi a una sua propria conclusione, ch'egli motiva con solide ragioni. Padre Suárez non si limitò a riportare semplicemente ciò che era stato detto dagli altri, né ad accettarlo per la sola ragione che era già stato affermato, bensì cercava la verità ovunque fosse.

Bossuet disse che le opere di Suárez contenevano tutta la filosofia scolastica. Grotius riconobbe in lui uno dei più grandi teologi e profondi filosofi.

Note
  1. Testo online su salvadorcastellote.com. URL consultato il 09-01-2019
Bibliografia
  • Francisco Suárez, Trattato delle leggi e di Dio legislatore, CEDAM, Padova, 2008-2014
Collegamenti esterni
  • Enrico Lennerz, Francisco Suarez su treccani.it in Enciclopedia Italiana Treccani. (1936). URL consultato il 09-01-2019
  • Alberto Manicone, Suarez Francisco su filosofico.net. URL consultato il 09-01-2019
  • (FR) Jacob Schmutz, Suarez Francisco su scholasticon.ish-lyon.cnrs.fr. URL consultato il 09-01-2019

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.