San Pietro Claver

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
San Pietro Claver, S.J.
Presbitero
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Pedro Claver
Santo

San Pietro Claver.jpg

San Pietro Claver
'
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 73 anni
Nascita Verdú
25 giugno 1581
Morte Cartagena de Indias
8 settembre 1654
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[]]
Professione religiosa [[]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale Cartagena de Indias, 1616
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[]]
Beatificazione 16 luglio 1850, da Pio IX
Canonizzazione 15 gennaio 1888, da Leone XIII
Ricorrenza 9 settembre
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di missioni tra i popoli dell'Africa nera e tra gli afroamericani
Collegamenti esterni
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 9 settembre, n. 1:
« San Pietro Claver, sacerdote della Compagnia di Gesù, che, a Cartagena in Colombia si adoperò per oltre quarant'anni con mirabile abnegazione e insigne carità per i neri ridotti in schiavitù, rigenerando di sua mano nel battesimo di Cristo circa trecentomila di loro. »

8 settembre, n. 11, ricorrenza secondaria:

« A Cartagena in Colombia, anniversario della morte di san Pietro Claver, sacerdote, la cui memoria si celebra domani. »

San Pietro Claver, al secolo Pedro Claver (Verdú, 25 giugno 1581; † Cartagena de Indias, 8 settembre 1654) è stato un presbitero e missionario italiano, appartenente alla Compagnia di Gesù.

È patrono delle missioni tra i popoli dell'Africa nera e tra gli afroamericani.

Biografia

Figlio di un contadino della Catalogna, sin da piccolo provò attrazione per la vita consacrata. Studiò in vari collegi dei gesuiti, ma certamente determinante per la sua vocazione missionaria fu l'incontro con Sant'Alfonso Rodriguez, il vecchio portinaio del collegio di Montesion a Palma di Maiorca, che era stato un ricco commerciante sposato, e dopo aver perso moglie, figli e beni si era fatto gesuita a quarant'anni in qualità di fratello coadiutore. Questo anziano portinaio era da tutti stimato per la sua saggezza e per la fama di santità.

Qui lo incontrò il giovane Claver e tra i due nacque una profonda amicizia spirituale. Il vecchio comprese i tesori nascosti nel cuore del giovane confratello e lavorò per infondergli quella energia che forse a Claver mancava.

« Le anime degli indiani hanno un valore infinito, perché hanno lo stesso prezzo del sangue di Cristo.... Andate nelle Indie a comprare tutte quelle anime che si perdono![1] »

Pietro obbedì, e nel 1610 sbarcò a Cartagena, dove per 44 anni fu missionario tra gli schiavi afroamericani in un periodo in cui ferveva la tratta degli schiavi. A Cartagena fu ordinato sacerdote nel 1616.

Educato alla scuola del missionario Alfonso de Sandoval, Pietro si dichiarò Aethiopum semper servus ovvero "schiavo degli africani per sempre"; da persona timida ed insicura delle proprie capacità, diventò un organizzatore caritatevole, ardito ed ingegnoso.

Ogni mese, quando veniva segnalato l'arrivo di nuovi schiavi, stipati nelle stive delle navi, Claver usciva in mare con il suo battello per incontrarli; portando loro cibo, soccorso e conforto e guadagnandosi la loro fiducia.

Per insegnare a così tante persone che parlavano dialetti diversi, Claver riunì a Cartagena un gruppo di interpreti di varie nazionalità e li fece diventare dei catechisti.

Mentre gli schiavi stavano rinchiusi a Cartagena, aspettando di essere acquistati e sparpagliati, Claver li istruiva e li battezzava. Nelle domeniche di Quaresima li riuniva, li interrogava riguardo alle loro necessità e li difendeva contro i loro oppressori. Questo lavoro causò a Claver difficili prove, e i mercanti di schiavi non erano i suoi soli nemici.

Fu accusato di incauto zelo e di avere profanato i Sacramenti, amministrandoli a creature che "a malapena possedevano un'anima": le donne della buona società di Cartagena si rifiutavano di entrare nelle chiese dove Claver aveva riunito i suoi "negri".

I superiori di Claver furono spesso influenzati dalle molte critiche che arrivavano loro. Nondimeno Claver continuò la sua missione, accettando tutte le umiliazioni e aggiungendo penitenze rigorose alle sue opere di carità.

Durante la sua vita battezzò e istruì nella fede più di trecentomila neri.

Morì l'8 settembre 1654.

Culto

Fu beatificato il 16 luglio 1850 da Pio IX e canonizzato il 15 gennaio 1888 da Leone XIII, lo stesso giorno di Sant'Alfonso Rodríguez. La sua ricorrenza si celebra il 9 settembre.

Il 7 luglio 1896 fu proclamato patrono di tutte le missioni tra i neri.

Note
  1. Antonio Maria Sicari Il secondo grande libro dei Ritratti di Santi, Jaca Book, 2006, p. 332 Testo online
Bibliografia
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.