Jean Guénolé Louis Marie Daniélou

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Jean Daniélou)
Jean Guénolé Louis Marie Daniélou, S.J.
Stemma del cardinale Daniélou.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Cardinale Jean Daniélou.jpg

Cardinale Daniélou
Fluvium aquae vita
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 69 anni
Nascita Neuilly-sur-Seine
14 maggio 1905
Morte Parigi
20 maggio 1974
Sepoltura Cimitero di Vaugirard (Parigi)
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 20 agosto 1938
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 11 aprile 1969 da papa Paolo VI
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 19 aprile 1969 dall'arcivescovo Gabriel Auguste François Marty
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
28 aprile 1969 da Paolo VI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Jean Guénolé Louis Marie Daniélou (Neuilly-sur-Seine, 14 maggio 1905; † Parigi, 20 maggio 1974) è stato un cardinale, arcivescovo e teologo francese.

Cenni biografici

Nato a Neuilly-sur-Seine, arcidiocesi di Parigi, era figlio di Charles Daniélou, un politico anticlericale e Madeleine Clamorgan, fondatrice dell' Université libre de jeunes filles. Il suo nome di battesimo era Jean-Guenolé-Marie. Suo fratello, Alain, era un famoso storico, intellettuale, musicologo e un noto convertito occidentale ed to esperto dell'Induismo Shaivita, mentre sua sorella, Ménie Grégoire, era una ben nota esponente del femminismo popolare.

Formazione e ministero sacerdotale

Ha studiato all'Università de La Sorbonne di Parigi, (studi superiori; agrégé (grammaire, 1927). Entrato nella Compagnia di Gesù nel 1929, noviziato di Laval, Scolasticato di Jersey, (filosofia, 1931-1934); Professor de première alla Saint-Joseph di Poitiers, 1934-1936. Teologato di Lione-Fourvière (teologia, 1936-1939); Catholic Institute di Parigi (dottorati in lettere e teologia; tesi: Platonisme et théologie mystique. Essai sur la doctrine spirituelle de saint Grégoire de Nysse, 1943).

Ordinato, presbitero il 20 agosto 1938, ulteriori studi, 1938-1939, ha servito nell'esercito francese fra il 1939 e il 1940. Docente di facoltà nella Scuola Gesuitica di Poitiers, 1940-1941. Membro del personale del giornale Études, 1941-1969; suo direttore, 1944-1969: ha vissuto per decenni nella residenza del giornale ma si è trasferito nel convento delle Figlie del Cuore di Maria negli ultimi anni.

Cappellano della École normale supérieure de jeunes filles, 1942-1969, Professore della Storia delle origini del Cristianesimo nella facoltà teologica del Catholic Institute di Parigi, 1943-1969, decano della facoltà teologica, 1961-1969. Ministero pastorale con gli studenti universitari, 1944-1969. Fondatore, assieme a Padre Henri de Lubac, futuro cardinale, della collana Sources chrétiennes, 1944. Fondatore del Cercle Saint-Jean-Baptiste, 1944. Contributore della Revue Dieu Vivant, 1945-1956. Ha partecipato al Concilio Vaticano II, 1962-1965, in qualità di esperto. Fondatore dell' Institut de science et de théologie des religions (ISTR) nel 1967 nel Catholic Institut di Parigi.

Ministero Episcopale

Eletto arcivescovo titolare di Taormina l'11 aprile 1969, è stato consacrato il 19 aprile 1969 a Saint-Joseph-des-Carmes, Catholic Institute di Parigi, dal Cardinale-designato François Marty, arcivescovo di Parigi, assistito da Julien Gouet, vescovo titolare di Auguro, ausiliare di Paris e da Daniel Pézeril, arcivescovo titolare di Reperi, ausiliare di Parigi. Il suo motto episcopale era: Fluvium aquae vita.

Cardinalato

Creato cardinale diacono da Paolo VI nel Concistoro del 28 aprile 1969, ha ricevuto la Berretta rossa e la iaconia di San Saba il 30 aprile 1969.

Ha partecipato alla Prima Assemblea Straordinaria del Sinodo dei Vescovi, in Vaticano, dall'11 al 28 ottobre 1969. Eletto membro della Academie Française, il 9 novembre 1972; ammesso ilil 22 novembre 1972; è succeduto al Cardinale Eugène Tisserant. Cavaliere della Légion d'honneur. Ha pubblicato numerose opere teologiche.

Morte

Morto in modo improvviso e inaspettato, per un attacco cardiaco sulle scale di una casa di tolleranza al civico 56 di Rue Dulong, a nord del Boulevard des Batignolles, Parigi, che stava visitando come parte del suo ministero sacerdotale; era solito dare cura pastorale ai poveri e alle donne dei bassifondi di Parigi.

Il funerale si è tenuto nella Cattedrale di Notre-Dame di Parigi. È stato seppellito nella cappella della Compagnia di Gesù, nel cimitero di Vaugirard a Parigi, dove è pure sepolto il cardinale Henri de Lubac,S.J..

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Taormina Successore: BishopCoA PioM.svg
- 11 aprile 1969-30 aprile 1969 Robert Emmet Lucey I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Robert Emmet Lucey
Predecessore: Cardinale diacono di San Saba Successore: CardinalCoA PioM.svg
Augustin Bea, S.J. 30 aprile 1969-20 maggio 1974 Joseph Schröffer I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Augustin Bea, S.J. {{{data}}} Joseph Schröffer
Predecessore: Seggio 37 dell'Académie française Successore: Quadrato trasparente.png
Eugène Tisserant 15 giugno 1961-21 febbraio 1972 Robert-Ambroise-Marie Carré I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Eugène Tisserant {{{data}}} Robert-Ambroise-Marie Carré
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.