Luigi Bianco

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Luigi Bianco
Archbishop hc.png
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

[[File:|250px]]

{{{didascalia}}}
'
Titolo
Arcivescovo titolare di Falerone
Nunzio apostolico per il Gibuti
Nunzio apostolico per l'Etiopia
Delegato apostolico per la Somalia
Età attuale 59 anni
Nascita Montemagno
3 marzo 1960
Morte
Sepoltura
Appartenenza diocesi di Casale Monferrato
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 30 marzo 1985
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 12 gennaio 2009 da Benedetto XVI
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Casale Monferrato, 25 aprile 2009 dal Card. Tarcisio Bertone
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org

Luigi Bianco (Montemagno, 3 marzo 1960) è un arcivescovo e nunzio apostolico italiano.

Biografia

Viene ordinato sacerdote il 30 marzo 1985 per la diocesi di Casale Monferrato e consegue la laurea in Diritto Canonico.

Entrato al servizio della Santa Sede il 1º luglio 1989, presta successivamente la propria opera nelle nunziature apostoliche di Italia (1989-1991), Egitto (1991-1994), Argentina (1994-1999), Croazia (1999-2002) Spagna ed Andorra (2002-2009).

Il 12 gennaio 2009 papa Benedetto XVI lo nomina nunzio apostolico in Honduras al posto dell'arcivescovo Antonio Arcari, trasferito in Mozambico. Contemporaneamente, Bianco è elevato alla sede titolare di Falerone, con dignità di arcivescovo, dove prende il posto di Giuseppe Betori, nominato arcivescovo di Firenze.

Il 25 aprile 2009 riceve la consacrazione episcopale nel duomo di Casale Monferrato per l'imposizione delle mani del cardinale Tarcisio Bertone.[1]

In qualità di nunzio apostolico, è decano del corpo diplomatico in Honduras.[2]

Il 12 luglio 2014 Papa Francesco lo ha nominato nunzio apostolico in Etiopia.

Crisi istituzionale honduregna

Dopo il golpe militare che a giugno del 2009 portò all'esilio il presidente uscente Manuel Zelaya, sostituito da quello designato dal Congresso, Roberto Micheletti, il nunzio apostolico ha esortato le parti a nome del Pontefice,[3]a trovare una soluzione pacifica nell'interesse del popolo[4]. La Chiesa cattolica honduregna ha esortato al dialogo, differenziando la propria posizione da quella della comunità internazionale[5], e il nunzio e il primate hanno chiesto a Zelaya di recedere dal proposito di tentare l'ingresso nel Paese e rivendicarne la guida, ed evitare così il bagno di sangue[6][7], e al tempo stesso sollecitando chiarimenti all'esercito riguardo all'espulsione del presidente, decretata in contrasto con la Costituzione[8].

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Falerone
Titolo personale di Arcivescovo
Successore: Stemma vescovo.png
Giuseppe Betori dal 12 gennaio 2009 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Betori {{{data}}} in carica
Predecessore: Nunzio apostolico in Honduras Successore: Stemma vescovo.png
Antonio Arcari 12 gennaio 2009 - 12 luglio 2014 Novatus Rugambwa Ch I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Arcari {{{data}}} Novatus Rugambwa Ch
Predecessore: Nunzio apostolico in Etiopia Successore: Stemma vescovo.png
George Panikulam Ch dal 12 luglio 2014 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
George Panikulam Ch {{{data}}} in carica
Predecessore: Nunzio apostolico in Gibuti Successore: Stemma vescovo.png
George Panikulam dal 10 settembre 2014 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
George Panikulam {{{data}}} in carica
Predecessore: Delegato apostolico in Somalia Successore: Stemma vescovo.png
George Panikulam dal 10 settembre 2014 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
George Panikulam {{{data}}} in carica
Note
Collegamenti esterni
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.