Manuel Quintano Bonifaz

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark


Manuel Quintano Bonifaz
Arcbishop.png
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

[[File:|250px]]

'
Titolo
Età alla morte 78 anni
Nascita Briviesca
1696
Morte Madrid
18 dicembre 1774
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale [[]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 20 gennaio 1749
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 16 marzo 1749 dal card. Enrico Enríquez
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Vescovi
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org

Manuel Quintano Bonifaz (Briviesca, 1696; † Madrid, 18 dicembre 1774) è stato un vescovo e inquisitore spagnolo.

Cenni biografici

Manuel nacque a Briviesca (Burgos) nel settembre del 1696 (secondo altre fonti nel 1696 o 1699), da Juan Quintano e Juana Bonifaz. Ricevette il battesimo il 18 settembre di quell'anno con i nomi di Manuel Jacinto.[1]

Dopo brillanti studi all'Università di Salamanca, dove ottenne un dottorato in teologia, fu quindi canonico della cattedrale di Lugo. Nel 1723 fu incardinato a Madrid e dal 1726 fu confessore presso il Monastero reale dell'Incarnazione. Nel 1728 fu nominato confessore reale e assistente spirituale dell'infante Filippo I di Parma. Fu anche confessore del re di Spagna Ferdinando VI. Questi, come già il padre Filippo V, ogni volta che dovevano ricoprire qualche ufficio ecclesiastico, chiedevano il parere dei loro confessori, i quali allo stesso tempo ricoprivano la carica di direttori generali della Biblioteca Nacional de España.

Nel 1749 fu nominato vescovo ausiliare di Toledo e arcivescovo a titolo personale della sede titolare di Farsala. Fu consacrato il 16 marzo dall'allora nunzio apostolico mons. Enrico Enríquez, co-consacratori i vescovi Juan Antonio Pérez Arellano (Ch) e Andrés Núñez Monteagudo (Ch).

Ebbe come sostituto nella carica di confessore del re padre Francisco Rávago, che svolse quella funzione quando la corona di Spagna siglò un concordato con la Santa Sede nel 1753, che conferì alla Corona il patrocinio quasi universale dei più importanti benefici ecclesiastici.

Dal 1755 sino alla morte fu amministratore apostolico di Toledo e in quell'anno assunse anche la carica di inquisitore generale di Spagna. Durante gli anni in cui Quintano Bonifaz governò il Sant'Uffizio spagnolo, vi fu, soprattutto dopo l'ascesa al trono di Carlo III, il rafforzamento del realismo con il graduale indebolimento dell'influenza inquisitoria, i cui poteri e attribuzioni si stavano spostando verso i canali della giustizia laica. Carlo III adottò misure energiche contro l'inquisitore.

L'opera del sacerdote francese François-Philippe Mésenguy, Exposition de la doctrine Chétienne, meglio conosciuto come Catechismo (1748), fu condannata da papa Clemente XIII nel suo breve In Dominico agro pubblicato il 14 giugno 1761. Quando il breve fu trasferito a Madrid, Manuel Quintano decise di pubblicarlo il 9 agosto, nonostante il giorno prima il monarca, consigliato dal suo confessore Eleta e dal segretario di Stato Ricardo Wall, gli avesse consigliato di non farlo. A seguito della pubblicazione l'inquisitore fu esiliato nel monastero benedettino a Sopetrán, non lontano dalla Corte. Manuel Quintano fu riammesso nelle sue funzioni, dopo aver chiesto la grazia reale, il 2 settembre seguente. In conseguenza di questo incidente fu emanato l' exequatur del 18 gennaio 1768, provvedimento con il quale il re concedeva o negava la pubblicazione e l'attuazione delle disposizioni papali e di quelle delle autorità ecclesiastiche nazionali.

Carlo III si oppose ad ogni sorta di arbitrarietà da parte dell'Inquisizione, ordinando all'arcivescovo di Farsalo di limitare la sua azione solo ai crimini di eresia e apostasia. Poco prima di morire si dimise come Inquisitore Generale. Gli successe il vescovo di Salamanca, Felipe Bertrán.

Manuel Quintano morì a Madrid il 18 dicembre 1774.

Genealogia episcopale


Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo titolare di Farsalo Successore: BishopCoA PioM.svg
Alvaro Mendoza Caamaño y Sotomayor 20 gennaio 1749 - 18 dicembre 1774 Juan Moya (Ch), O.F.M. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alvaro Mendoza Caamaño y Sotomayor {{{data}}} Juan Moya (Ch), O.F.M.
Predecessore: Inquisitore generale di Spagna Successore: Escudo inquisicion.gif
Francisco Pérez de Prado y Cuesta (Ch) 11 agosto 1755 - 18 dicembre 1774 Felipe Beltrán (Ch) I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francisco Pérez de Prado y Cuesta (Ch) {{{data}}} Felipe Beltrán (Ch)
Predecessore: Bibliotecario della Biblioteca Nacional de España Successore: BNELogotipo.jpg
Francisco Rábago y Noriega 11 agosto 1755 - 11 agosto 1761 Juan Manuel de Santander I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francisco Rábago y Noriega {{{data}}} Juan Manuel de Santander
Note

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.