Massimo Massimi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Massimo Massimi
Cardinale
Stemma Massimo Massimi.JPG
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
Ipsa duce

Cardinal Massimi.JPG

{{{didascalia}}}
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 76 anni
Nascita Roma
10 aprile 1877
Morte Roma
6 marzo 1954
Sepoltura Chiesa di Santa Maria in Portico in Campitelli (Roma)
Appartenenza diocesi di Roma
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale Basilica di San Giovanni in Laterano (Roma), 14 aprile 1900 da arc. patriarca Giuseppe Ceppetelli
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
16 dicembre 1935 da Pio XI (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 18 anni, 2 mesi e 21 giorni
Cardinale elettore
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Riammesso da da {{{Riammesso da}}}
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi ricoperti
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Massimo Massimi (Roma, 10 aprile 1877; † Roma, 6 marzo 1954) è stato un cardinale italiano.

Biografia

Nato il 6 marzo 1857 a Roma da Prospero Massimi, avvocato, e Luisa Guerra, fu battezzato nella chiesa di Santa Maria in Portico Campitelli.

Formazione e ministero sacerdotale

Entrò nel Pontificio Seminario Romano dove conseguì la laurea in teologia e diritto canonico; successivamente completò gli studi ottenendo il dottorato in diritto civile. Fu ordinato presbitero il 14 aprile 1900 nella chiesa di Sant'Apollinare dal patriarca titolare di Costantinopoli Giuseppe Ceppetelli, Vicegerente della diocesi di Roma.

Svolse il ministero pastorale per la diocesi di Roma come professore di Istituzioni di diritto civile all'Istituto Pontificio Sant'Apollinare dal 18 novembre 1904. Fu promotore di giustizia presso il ricostituito Tribunale della Sacra Rota Romana dal 20 ottobre 1908 e consultore della Pontificia Commissione per l'Autentica Interpretazione del Codice di Diritto Canonico dal 27 marzo dell'anno seguente. Pio X lo nominò Cameriere segreto soprannumerario il 18 maggio 1911 [1]. Divenne Revisore dei conti della Sacra Rota romana il 29 novembre 1915, pro-decano del Tribunale della Sacra Rota Romana il 19 febbraio 1924 e decano dal 1º maggio 1926. Fu il presidente della Commissione per la redazione di un progetto di legge sui regolamenti giudiziari e procedurali del tribunale dello Stato della Città del Vaticano dal 21 settembre 1932.

Cardinalato

Pio XI lo creò cardinale nel concistoro del 16 dicembre 1935; il 18 giugno 1936 ricevette la beretta rossa e la diaconia di Santa Maria in Portico Campitelli. Il suo motto da cardinale era Ipsa duce.

Fu nominato Presidente della Pontificia Commissione per la Redazione del Codice di Dritto Canonico Orientale il 17 febbraio 1936. Partecipò al conclave del 1939 che elesse Papa Pio XII. Dal nuovo papa fu nominato il 14 marzo 1939 presidente della Pontificia Commissione per l'Autentica Interpretazione del Codice di Diritto Canonico e prefetto del Supremo tribunale della Segnatura apostolica dal 29 maggio 1946, carica quest'ultima, che ricoprì fino alla morte. Fu Camerlengo del Collegio Cardinalizio dal 14 marzo 1949 al 16 marzo 1950.

Morte

Morì a Roma alle 5:20 del mattino del 6 marzo 1954 e fu sepolto nel cimitero di Campo Verano a Roma; i suoi resti furono poi trasferiti nella Chiesa di Santa Maria in Portico in Campitelli (Roma) nell'ottobre 1976.

Successione degli incarichi

Predecessore: Cardinale diacono di Santa Maria in Portico Campitelli Successore:  
Francis Aidan Gasquet, O.S.B. 19 dicembre 1935 - 6 marzo 1954
(Titolo presbiterale pro illa vice dal 18 febbraio 1946)
Carlo Chiarlo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francis Aidan Gasquet, O.S.B. {{{data}}} Carlo Chiarlo
Predecessore: Presidente della Pontificia Commissione per la Redazione del Codice di Diritto Canonico Orientale Successore:  
Luigi Sincero 17 febbraio 1936 - 14 marzo 1939 Krikor Bedros XV Aghagianian I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Sincero {{{data}}} Krikor Bedros XV Aghagianian
Predecessore: Presidente della Pontificia Commissione per l'Autentica Interpretazione del Codice di Diritto Canonico Successore:  
Giulio Serafini 14 marzo 1939 - 6 marzo 1954 Giuseppe Bruno I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giulio Serafini {{{data}}} Giuseppe Bruno
Predecessore: Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica Successore:  
Enrico Gasparri 29 maggio 1946 - 6 marzo 1954 Giuseppe Bruno I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Enrico Gasparri {{{data}}} Giuseppe Bruno
Predecessore: Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore:  
Domenico Jorio 14 marzo 1949 - 16 marzo 1950 Nicola Canali I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Domenico Jorio {{{data}}} Nicola Canali
Note
  1. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1911, op. cit., p. 256
Bibliografia
  • Fabris, Rinaldo "Card. Massimo Massimi." La Pontificia Università Lateranense. Profilo della sua storia, dei suoi maestri e dei suoi discepoli. Roma - Libreria Editrice della Pontificia Università Lateranense - 1963, p. 234-235.
Voci correlate
Collegamenti esterni