Giuseppe Bruno

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Giuseppe Bruno
Stemma Giuseppe Bruno.JPG
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Immagine Giuseppe Bruno.jpg

{{{didascalia}}}
Iustitia et pax
Titolo cardinalizio
{{{titolo}}}
Età alla morte 79 anni
Nascita Sezzadio
30 giugno 1875
Morte Roma
10 novembre 1954
Sepoltura cimitero del Verano, Roma
Appartenenza diocesi di Acqui
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale Acqui, 10 aprile 1898
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
18 febbraio 1946 da Pio XII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Giuseppe Bruno (Sezzadio, 30 giugno 1875; † Roma, 10 novembre 1954) è stato un cardinale italiano.

Biografia

La formazione e il ministero sacerdotale

Nacque il 30 giugno 1875 a Sezzadio, Diocesi di Acqui, in provincia di Alessandria. Fu ordinato presbitero il 10 aprile 1898 dal vescovo Pietro Balestra, O.F.M. Cap.[1], nella cattedrale di Acqui, dove vi svolse il ministero pastorale. Proseguito gli studi a Roma, divenne segretario dell'Accademia teologica romana e in seguito direttore di Acta Sanctae Sedis e di Acta Apostolicae Sedis. Fu professore di diritto presso il Pontificio Ateneo Romano di "Sant' Apollinare" per molti anni. Nel 1905 fu assunto come vice revisore dei conti della Sacra Congregazione del Concilio e nel 1908 fu promosso aiutante di studio. Nominato da Pio XI Prelato domestico di Sua Santità il 4 marzo 1922 [2], svolse le mansioni di segretario della Pontificia Commissione per l'autentica interpretazione del codice di diritto canonico dal 14 febbraio 1924, sottosegretario del comitato di vigilanza del Consiglio dall'8 dicembre 1926 e segretario del medesimo istituto dal luglio 1930 al 1946. Dal 15 dicembre 1928 divenne Segretario della Pontificia Commissione per l'Accademia di Teologia e commissario del Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana. Trasferito il 3 luglio 1930 alla Sacra Congregazione del Concilio, fu nominato da Pio XI Protonotario apostolico il 25 luglio 1932[3].

Il cardinalato

Pio XII lo creò cardinale nel concistoro del 18 febbraio 1946 e il 22 febbraio dello stesso anno ricevette la beretta rossa e il titolo di Sant'Eustachio. Il suo motto da cardinale era Iustitia et pax. Il 16 novembre 1949 divenne prefetto della Sacra Congregazione del Concilio; dal 20 marzo al 10 novembre 1954 fu prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, Presidente della Pontificia Commissione per l'Interpretazione Autentica del Codice di Diritto Canonico. Divenne Camerlengo del Collegio Cardinalizio dal 12 gennaio 1953 fino alla morte.

La morte

Morì il 10 novembre 1954 all'età di 79 anni alle 17:30, nella sua residenza al n. 10 di Lungotevere Vallanti a Roma, a causa di un cancro al fegato. Il funerale fu celebrato sabato 13 novembre 1954 da Giuseppe dell'Olmo, vescovo di Acqui nella basilica di Santa Maria sopra Minerva a Roma; erano presenti quattordici cardinali. Al termine della cerimonia, il cardinale Clemente Micara, Sottodecano del Collegio Cardinalizio, impartì la benedizione Summi Pontificis. Il suo corpo fu sepolto nel cimitero di Campo Verano a Roma.

Successione degli incarichi

Predecessore: Segretario della Pontificia Commissione per l'Interpretazione Autentica del Codice di Diritto Canonico Successore: Emblem Holy See.svg
Luigi Sincero 14 febbraio 1924 - 18 febbraio 1946 Gabriel Acacius Coussa, B.A. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Sincero {{{data}}} Gabriel Acacius Coussa, B.A.
Predecessore: Segretario della Sacra Congregazione del Concilio Successore: Emblem Holy See.svg
Giulio Serafini 3 luglio 1930 - 18 febbraio 1946 Francesco Roberti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giulio Serafini {{{data}}} Francesco Roberti
Predecessore: Cardinale diacono di Sant'Eustachio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Carlo Perosi 22 febbraio 1946 - 10 novembre 1954 Fernando Cento I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Perosi {{{data}}} Fernando Cento
Predecessore: Prefetto della Sacra Congregazione del Concilio Successore: Emblem Holy See.svg
Francesco Marmaggi 16 novembre 1949 - 20 marzo 1954 Pietro Ciriaci I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Marmaggi {{{data}}} Pietro Ciriaci
Predecessore: Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore: Camerlengo.svg
Giovanni Mercati 12 gennaio 1953 - 20 maggio 1954 Alfredo Ottaviani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Mercati {{{data}}} Alfredo Ottaviani
Predecessore: Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica Successore: Emblem Holy See.svg
Massimo Massimi 20 marzo - 10 novembre 1954 Gaetano Cicognani
(pro-prefetto)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Massimo Massimi {{{data}}} Gaetano Cicognani
(pro-prefetto)
Predecessore: Presidente della Pontificia Commissione per l'Interpretazione Autentica del Codice di Diritto Canonico Successore: Emblem Holy See.svg
Massimo Massimi 20 marzo - 10 novembre 1954 Pietro Ciriaci I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Massimo Massimi {{{data}}} Pietro Ciriaci


Note
  1. senza fonte
  2. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1922, op. cit., p. 214
  3. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1932, op. cit., p. 316
Bibliografia

Del Re, I cardinali prefetti della Sacra Congregazione del Concilio dalle origini a oggi (1564-1964). Apollinaris, XXXVII (1964), p. 147;

Molari Carlo, L'Osservatore Romano, XCIV, n. 263, p. 2;

Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.