Niccolò Gaddi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Niccolò Gaddi
Cardinale
Scanner D692.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

1527 NICOLAUS DE GADDIS - GADDI NICOLO'.JPG

Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 53 anni
Nascita Firenze
1499
Morte Pisa
16 giugno 1552
Sepoltura Firenze nella cappella di famiglia in Santa Maria Novella
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale in data sconosciuta
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo 16 ottobre 1521 da Leone X
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile in data sconosciuta
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
3 maggio 1527 da Clemente VII (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 25 anni, 1 mese e 13 giorni
Cardinale elettore
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Riammesso da da {{{Riammesso da}}}
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi ricoperti
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Niccolò Gaddi (Firenze, 1499; † Pisa, 16 giugno 1552) è stato un cardinale e vescovo italiano.

Cenni biografici

Nacque a Firenze nel 1499 da Taddeo di Angelo e da Antonia di Bindo Altoviti. La famiglia di banchieri si era specializzata in operazioni finanziarie con la Curia pontificia e ampliò progressivamente il campo di intervento, soprattutto durante il pontificato del fiorentino Leone X, della cui politica un fratello di Nicolò, Luigi padre di un altro cardinale dei Gaddi Taddeo, fu uno fra i principali finanziatori. Capostipite della famiglia fu il famoso pittore quattrocentesco Taddeo Gaddi e i Gaddi erano imparentati con Caterina de' Medici. Il padre fu ben inserito nella vita politica fiorentina. Fedele sostenitore dei Medici, non fu emarginato neppure dopo il rivolgimento istituzionale del 1494, che allontanò i Medici dal potere e ripristinò il governo "largo".

Carriera ecclesiastica

Niccolò fu destinato alla carriera ecclesiastica. Nel 1503, ad appena tredici anni, aveva già conseguito gli ordini minori ed era commendatario di vari benefici. Fu poi chierico della Camera apostolica e dal 1509 entrò a far parte del collegio degli scrittori dell'Archivio della Curia romana, istituito da papa Giulio II il 1º dicembre 1507 con la bolla Sicut prudens paterfamilias.

Ministero episcopale

Nel 1521, per rinunzia del cardinale Giovanni Salviati in suo favore, fu nominato vescovo di Fermo, diocesi che tenne fino al 1544, quando, col suo accordo, passò al nipote Lorenzo Lenti.

Cardinalato

Papa Clemente VII lo creò cardinale diacono, pochi giorni prima del Sacco di Roma con il titolo di cardinale diacono di San Teodoro. In seguito al sacco il cardinale Gaddi fu fatto prigioniero dagli Imperiali e trattenuto come ostaggio a Napoli.

Nel 1533 il Gaddi accompagnò il papa nel viaggio per mare a Marsiglia, ove il 28 ottobre Clemente VII celebrò il matrimonio della nipote Caterina de' Medici con Enrico d'Orléans.

Nel conclave seguito alla morte di Clemente VII il Gaddi, con altri tre cardinali italiani, fece parte del gruppo dei francesi capeggiati da Giovani di Lorena. Questi, una volta appurata l'impossibilità di far eleggere un cardinale francese, fecero confluire i loro voti su Alessandro Farnese, contribuendo così in maniera determinante all'elezione di Paolo III.

La morte di Clemente VII ebbe profonde ripercussioni sulle vicende personali del Gaddi, che rimase coinvolto nell'accesa rivalità tra Alessandro de' Medici, dal 1532 duca di Firenze e il cardinale Ippolito de' Medici.

Nel marzo 1538 accompagnò Paolo III in Francia per il negoziato di pace tra Francia e Impero. In seguito passò altri periodi in Francia, forse per occuparsi dell'amministrazione della diocesi di Sarlat di cui era amministratore apostolico.

Nel conclave del 1549-1550, che vide eletto papa Giulio III, elezione caldeggiata dal duca Cosimo, il Gaddi fu tra coloro che si proclamarono neutrali tra il partito francese e quello imperiale.

Morte

Morì a Pisa il 16 gennaio 1552 e fu sepolto a Firenze nella cappella di famiglia in santa Maria Novella.

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Fermo Successore: BishopCoA PioM.svg
Giovanni Salviati
Amministratore apostolico
16 ottobre 1521-5 dicembre 1544 Lorenzo Lenzi Gc I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Salviati
Amministratore apostolico
{{{data}}} Lorenzo Lenzi Gc
Predecessore: Cardinale diacono di San Teodoro Successore: CardinalCoA PioM.svg
Francesco Pisani 3 maggio 1527-9 gennaio 1545 Andrea Corner I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Pisani {{{data}}} Andrea Corner
Predecessore: Amministratore apostolico di Cosenza Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Giovanni Ruffo de Theodoli in titulo 31 gennaio 1528-21 giugno 1535 Taddeo Gaddi in titulo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Ruffo de Theodoli in titulo {{{data}}} Taddeo Gaddi in titulo
Predecessore: Amministratore apostolico di Sarlat Successore: BishopCoA PioM.svg
Jacques de Larmandie, O.S.B. Ch 12 dicembre 1533-3 luglio 1545 François de Saint-Nectaire Senneterre, O.S.B. Ch I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Jacques de Larmandie, O.S.B. Ch {{{data}}} François de Saint-Nectaire Senneterre, O.S.B. Ch
Predecessore: Abate commendatario di Notre-Dame de Coulombs Successore: Prepozyt.png
Rodolfo Pio 1º gennaio 1540-1º gennaio 1547 Étienne III de Brézé-Maulévrier I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Rodolfo Pio {{{data}}} Étienne III de Brézé-Maulévrier
Predecessore: Abate commendatario d'Ainay Successore: Prepozyt.png
Antoine III de Talaru 1º gennaio 1543-16 gennaio 1552 François II de Tournon I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antoine III de Talaru {{{data}}} François II de Tournon
Predecessore: Cardinale diacono dei Santi Vito, Modesto e Crescenzia Successore: CardinalCoA PioM.svg
Reginald Pole 9 gennaio 1545-28 febbraio 1550 Carlo Carafa I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Reginald Pole {{{data}}} Carlo Carafa
Predecessore: Cardinale diacono di Maria in Domnica Successore: CardinalCoA PioM.svg
Innocenzo Cibo 28 febbraio 1550-27 giugno 1550 Andrea Corner I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Innocenzo Cibo {{{data}}} Andrea Corner
Predecessore: Cardinale diacono di Santa Maria in Via Lata Successore: CardinalCoA PioM.svg
Innocenzo Cybo 27 giugno 1550-20 novembre 1551 I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Innocenzo Cybo {{{data}}}
Predecessore: Cardinale presbitero pro illa vice di Santa Maria in via Lata Successore: CardinalCoA PioM.svg
20 novembre 1551-16 gennaio 1552 Guido Ascanio Sforza di Santa Fiora I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
{{{data}}} Guido Ascanio Sforza di Santa Fiora
Bibliografia
  • Vanna Arrighi, Dizionario Biografico degli Italiani, Vol. 51, 1998, online