Paramenti papali

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vesti papali

Paramenti papali (o Vesti papali), sono le vesti particolari che il papa indossa abitualmente fuori delle celebrazioni liturgiche.

Essi consistono in una veste talare bianca con mozzetta, e fascia, anch'esse bianche. Bianco è anche il copricapo, detto zucchetto. Sopra la veste, come tutti i vescovi, il papa indossa la croce pettorale con un cordone dorato. All'anulare destro indossa l'anello piscatorio che riceve durante la cerimonia di inizio solenne del pontificato.

Per le udienze ufficiali il pontefice, sopra la mantellina, indossa anche la mozzetta , che può essere di seta o di velluto color cremisi. Durante il tempo liturgico della Pasqua la mozzetta è di colore bianco damascato.

Come calzari egli indossa scarpe di colore rosso. In passato, fino a papa Giovanni XXIII, i papi usavano anche indossare speciali pantofole rosse riccamente ricamate.

Il camauro era un copricapo abitualmente usato dai papi nei secoli scorsi; venne ripristinato in modo abituale da papa Giovanni XXIII. Benedetto XVI lo ha indossato solo pochissime volte all'inizio del suo pontificato. Durante l'Ottava di Pasqua, (settimana in albis), il camauro è bianco.

Nelle uscite il papa usa come copricapo un cappello detto Cappello romano a tesa larga di colore rosso, con preziosi ricami sulla tesa superiore, leggermente rialzato ai lati lunghi con delle cordicelle dorate; può essere di feltro, per l'inverno o di paglia di Firenze per l'estate.

Completano le vesti papali, il ferraiolo di colore rosso e il cappotto talare di colore bianco.

Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.