Vitaliano Visconti

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Vitaliano Visconti
Cardinale
Kardinalpallium.png
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
'

1666 VITALIANUS VICECOMES - VISCONTI VITALIANO.jpg

Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 53 anni
Nascita Milano
21 gennaio 1618
Morte Monreale
7 settembre 1671
Sepoltura Cattedrale di Monreale
Conversione
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale non si hanno informazioni
Ordinazione presbiterale [[]]
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo 11 agosto 1664 da Alessandro VII
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile non si hanno informazioni
Consacrazione vescovile [[ ]]
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creato
Cardinale in pectore
15 febbraio 1666 da Alessandro VII (vedi)
Pubblicato
Cardinale
7 marzo 1667 da Alessandro VII (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 4 anni e 6 mesi
Cardinale elettore
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Confermato cardinale {{{Confermato cardinale}}}
Nomina a pseudocardinale annullata da {{{Annullato da}}}
Riammesso da
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi ricoperti
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
14 anni, 5 mesi e 28 giorni
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Successione apostolica

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Vitaliano Visconti (Milano, 21 gennaio 1618; † Monreale, 7 settembre 1671) è stato un nunzio apostolico, cardinale e arcivescovo italiano.

Cenni biografici

Nacque a Milano il 21 gennaio[1] 1618, figlio del conte Fabio e della nobildonna genovese Bianca Spinola. Fu tenuto a battesimo dal futuro cardinale Teodoro Trivulzio.

Studiò presso le università di Pavia e Bologna dove si addottorò in legge. Fu membro del collegio dei giureconsulti di Milano dal 1644. Nel 1651 si trasferì a Roma per intraprendere la carriera curiale dapprima come governatore di Fano e poi di Spoleto, Viterbo e Perugia.

Uditore del tribunale della Sacra Rota dal 1660, alla fine del 1661 fu inviato da papa Alessandro VII presso la corte spagnola, per portare le fasce benedette all'Infante di Spagna Carlo II, primogenito di re Filippo IV, dove fu molto apprezzato. Divenne anche uditore delle cause del Palazzo Apostolico e accompagnò come datario il cardinale nipote Flavio Chigi nella sua legazione a latere a Parigi, per l'increscioso incidente dei Corsi con l'ambasciatore francese a Roma Carlo III di Créquy del 1662, le scuse furono poste da Segretario di Stato al re di Francia Luigi XIV il 29 luglio 1664, ciò permise la restituzione di Avignone alla Santa Sede.

Nel 1664 fu nominato arcivescovo titolare di Efeso con dispensa per non aver ancora ricevuto il presbiterato e il 16 agosto di quello stesso anno venne nominato nunzio apostolico in Spagna. L'anno seguente assistette alla morte del re Filippo IV e fino alla sua nomina cardinalizia rimase ascoltato consigliere della vedova e reggente Margherita Teresa d'Asburgo.

Fu creato cardinale in pectore da papa Alessandro VII nel concistoro del 15 febbraio 1666 e pubblicato nel concistoro del 7 marzo 1667. Non riuscì a prendere parte al conclave del 1667 che elesse papa Clemente IX, ma il 18 marzo 1669 ricevette la berretta cardinalizia e il titolo di Sant'Agnese fuori le mura. Prese parte al conclave del 1669-1670 che elesse papa Clemente X e venne trasferito alla sede metropolitana di Monreale dal 2 giugno 1670.

Morì a Monreale il 7 settembre 1671. La salma venne esposta alla pubblica venerazione e poi sepolta nella medesima cattedrale cittadina.

Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo titolare di Efeso Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Giacomo della Torre (Ch) 11 agosto 1664 - 7 marzo 1667 Opizio Pallavicini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacomo della Torre (Ch) {{{data}}} Opizio Pallavicini
Predecessore: Nunzio apostolico in Spagna Successore: Flag of the Vatican City.svg
Carlo Bonelli 16 agosto 1664 - 12 giugno 1668 Federico Borromeo iuniore I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Bonelli {{{data}}} Federico Borromeo iuniore
Predecessore: Cardinale presbitero di Sant'Agnese fuori le mura Successore: CardinalCoA PioM.svg
Girolamo Farnese 18 marzo 1669 - 7 settembre 1671 Federico Borromeo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Girolamo Farnese {{{data}}} Federico Borromeo
Predecessore: Arcivescovo di Monreale Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Ludovico Alfonso de Los Cameros 2 giugno 1670 - 7 settembre 1671 Giovanni Roano e Corrionero I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ludovico Alfonso de Los Cameros {{{data}}} Giovanni Roano e Corrionero
Note
  1. Di Giovanni L. Lello, Descrizione Del Real Tempio, E Monasterio Di Santa Maria Nuova, di Morreale, p. 114, online.
Bibliografia