Girolamo Farnese

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Girolamo Farnese
FARNESE GIROLAMO bo.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

1657 HIERONYMUS FARNESIUS - FARNESE GIROLAMO.jpg

{{{didascalia}}}
'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 68 anni
Nascita Latera
30 settembre 1599
Morte Roma
18 febbraio 1668
Sepoltura Chiesa del Gesù
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 11 aprile 1639
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 26 aprile 1639 da mons. Giovanni Battista Scanaroli
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
29 aprile 1658 da Alessandro VII (9 aprile 1657 in pectore) (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Vescovi
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Girolamo Farnese (Latera, 30 settembre 1599; † Roma, 18 febbraio 1668) è stato un arcivescovo e cardinale italiano.

Cenni biografici

Nacque a Latera il 3 settembre 1599 da Mario, duca di Latera e Farnese, e da Camilla nata Meli Lupi.

A Parma, sotto la protezione di Ranuccio I Farnese, frequentò il collegio dei nobili con studi nelle discipline giuridiche, teologiche e filosofiche in vista di una carriera curiale. Ricevette ufficialmente il dottorato il 19 novembre 1617. Iniziò la sua carriera ecclesiastica romana alla corte di papa Paolo V che lo nominò cameriere d'onore, e sotto Gregorio XV divenne referendario utriusque signaturae ottenendo la commenda dell'abbazia di san Lorenzo di Novara.

L'11 aprile 1639 fu nominato arcivescovo titolare di Patrasso. Il 26 ricevette la consacrazione episcopale nella Basilica vaticana dalle mani di mons. Giovanni Battista Scanaroli, vescovo titolare di Sidone, coadiuvato da mons. Tommaso Carafa (Ch), vescovo di Vulturara e Montecorvino, e da mons. Giovanni Battista Altieri, vescovo di Camerino.

Dal 1639 al 1643 fu nunzio apostolico presso i cantoni cattolici svizzeri a Lucerna. Qui, in un momento particolarmente difficile della storia europea, con la Guerra dei Trent'anni che vide i confederati fornire milizie a tutti gli eserciti belligeranti, il Farnese si sforzò di difendere la presenza del cattolicesimo in particolare nella Diocesi di Sion e nella Diocesi di Coira. Si oppose ai soprusi del canton Svitto ai danni dell'abbazia di Einsiedeln, introdusse alcune riforme alla corte episcopale di Coira (1641) e nella diocesi di Sion (1642) e visitò la prepositura del Gran San Bernardo. Con l'approvazione della popolo, del governo di Lucerna e dei cistercensi di Sankt Urban affidò ai gesuiti il compito di raccogliere le confessioni nei conventi femminili cistercensi di Eschenbach[1] e Rathausen.[2]

Rientrato presso la Santa Sede divenne segretario della Congregazione per i Vescovi e i Regolari. Nel 1650 fu nominato governatore di Roma e nel 1655 prefetto del Palazzo Apostolico e governatore di Castel Gandolfo.

Nel concistoro del 9 aprile 1657 papa Alessandro VII lo creò cardinale in pectore. Fu pubblicato il 29 aprile 1658, il 6 maggio dello stesso anno ricevette il titolo di Sant'Agnese fuori le mura. Fu legato a Bologna dal 1658 al 1662. Nel 1662, dopo la morte del fratello Pietro, divenne duca di Latera.

Partecipò al conclave del 1667, che elesse papa Clemente IX. Il 2 giugno era anch'egli insieme a Scipione Pannocchieschi d'Elci e Giulio Rospigliosi tra i papabili. Le sue speranze furono tuttavia ben presto stroncate dall'opposizione irriducibile dei dieci cardinali del cosiddetto "squadrone volante".

Morì a Roma l'8 febbraio seguente e fu sepolto nella chiesa del Gesù.

Genealogia episcopale

Predecessore: Arcivescovo titolare di Patrasso Successore: BishopCoA PioM.svg
Ciriaco Rocci 11 aprile 1639 - 6 maggio 1658 Ottaviano Carafa (Ch) I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ciriaco Rocci {{{data}}} Ottaviano Carafa (Ch)
Predecessore: Nunzio apostolico per la Svizzera Successore: Flag of the Vatican City.svg
Ranuccio Scotti Douglas 4 maggio 1639 - 28 ottobre 1643 Lorenzo Gavotti, C.R. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ranuccio Scotti Douglas {{{data}}} Lorenzo Gavotti, C.R.
Predecessore: Cardinale presbitero di Sant'Agnese fuori le mura Successore: CardinalCoA PioM.svg
Baccio Aldobrandini 6 maggio 1658 - 18 febbraio 1668 Vitaliano Visconti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Baccio Aldobrandini {{{data}}} Vitaliano Visconti
Note
  1. Anton Kottmann , Dizionario storico della Svizzera, Eschenbach (convento).
  2. Cécile Sommer-Ramer, Dizionario storico della Svizzera, Rathausen.
Bibliografia
  • Stefano Andretta, Dizionario Biografico degli Italiani, Vol. 45 (1995) online

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.