Antonio Marino Priuli

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Antonio Marino Priuli
Cardinale
Antonio Marino Priuli Stemma.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

1758 ANTONIUS MARINUS PRIULI - PRIULI ANTONIO MARINO.JPG

Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 65 anni
Nascita Venezia
17 agosto 1707
Morte Treville
26 ottobre 1772
Sepoltura cattedrale di Padova
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono 8 settembre 1730
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 10 settembre 1730
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo 19 dicembre 1738 da papa Clemente XII
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Roma, 18 gennaio 1739 dal card. vescovo Pietro Ottoboni
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
2 ottobre 1758 da Clemente XIII (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 14 anni e 24 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Antonio Marino Priuli, citato anche come Antonio Marin o Antonio Maria (Venezia, 17 agosto 1707; † Treville, 26 ottobre 1772) è stato un cardinale e vescovo italiano.

Cenni biografici

Nacque il 17 agosto 1707 in mare durante durante il rientro della famiglia da Padova, dove si era recata al santuario di sant'Antonio. Era quinto degli otto figli di Antonio Marin Priuli e Cornelia nata Cornaro, patrizi veneziani. Era pronipote da parte di madre del cardinale Giorgio Cornaro.

Formazione e ministero sacerdotale

Dopo l'istruzione elementare in casa a opera di precettori, sentita la vocazione religiosa, studiò teologia presso padre Fields S.I., noto teologo. Ricevette il diaconato l'8 settembre 1730 e due giorni dopo fu ordinato presbitero. Nel 1733 fu nominato arciprete della cattedrale di Padova, dove proseguì gli studi sotto la guida dell'allora canonico Sante Veronese, che fu poi vescovo di Padova e cardinale. All'Università di Padova si addottorò in in utroque iure il 31 agosto 1734.

Episcopato

Il 19 dicembre 1738 venne eletto vescovo di Vicenza, il 18 gennaio successivo ricevette l'ordinazione episcopale a Roma per Imposizione delle mani del cardinale Pietro Ottoboni.

Cardinalato

Fu creato cardinale da papa Clemente XIII nel concistoro del 2 ottobre 1758. Il 13 luglio 1759 ottenne il titolo di cardinale presbitero di Santa Maria della Pace, che il 19 aprile 1762 mutò in quello di San Marco.

Il 6 aprile 1767 fu trasferito alla sede diocesana di Padova. Partecipò al conclave del 1769 che elesse papa Clemente XIV.

Morte

Morì il 26 ottobre 1772 a Treville, frazione di Castelfranco Veneto. I funerale si tennero nella cattedrale di Padova dove fu sepolto.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Vicenza Successore: BishopCoA PioM.svg
Sebastiano Venier 19 dicembre 1738-6 aprile 1767 Marco Giuseppe Cornaro I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Sebastiano Venier {{{data}}} Marco Giuseppe Cornaro
Predecessore: Vescovo di Padova Successore: BishopCoA PioM.svg
Sante Veronese 6 aprile 1767-26 ottobre 1772 Nicolò Antonio Giustinian I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Sante Veronese {{{data}}} Nicolò Antonio Giustinian
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria della Pace Successore: CardinalCoA PioM.svg
Carlo Alberto Guidobono Cavalchini 13 luglio 1759-19 aprile 1762 Marcantonio Colonna I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Alberto Guidobono Cavalchini {{{data}}} Marcantonio Colonna
Predecessore: Cardinale presbitero di San Marco Successore: CardinalCoA PioM.svg
Daniele Dolfin 19 aprile 1762-26 ottobre 1772 Carlo Rezzonico I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Daniele Dolfin {{{data}}} Carlo Rezzonico
Bibliografia