Diocesi di Padova

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Diocesi di Padova
Dioecesis Patavina
Chiesa latina

Kathedrale und Baptisterium.JPG
Claudio Cipolla
Sede Padova

sede vacante
Padova

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea
Regione ecclesiastica Triveneto
225px-Padova diocesi 4.png
Mappa della diocesi
Provincia italiana di Padova
Collocazione geografica della diocesi
Nazione bandiera Italia
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario
provicario
generale
ausiliari

Cariche emerite:

Parrocchie 459
Sacerdoti

1.059 di cui 751 secolari e 308 regolari
951 battezzati per sacerdote

411 religiosi 2.133 religiose 41 diaconi
1.072.065 abitanti in 3.297 km²
1.007.670 battezzati (93,9% del totale)
Eretta
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Via Dietro Duomo 15, 35139 Padova, Italia
tel. +390498226111 fax. 049.822.61.50 @

Coordinate: 45°24′21.46″N 11°52′17.04″E / 45.4059611, 11.8714

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2011 riferiti al 2010 Scheda
Chiesa cattolica in Italia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica
Basilica di Sant'Antonio

La diocesi di Padova (in latino: Dioecesis Patavina) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea del patriarcato di Venezia appartenente alla regione ecclesiastica Triveneto. Dal 18 luglio 2015 è retta dal vescovo, mons. Claudio Cipolla.

Territorio

Il territorio della diocesi non corrisponde a quello della provincia e, anzi, ha una conformazione molto irregolare e quasi discontinua. Esso si sviluppò infatti seguendo le antiche direttrici di predicazione dei monaci di Santa Giustina e comprende l'Altopiano di Asiago, la riviera del Brenta e i dintorni e l'area del massiccio del Grappa, toccando anche le provincie di Vicenza, Venezia, Treviso e Belluno.

Sede vescovile è la città di Padova, dove si trova la Cattedrale di Santa Maria Assunta.

Importante meta di pellegrinaggi è la basilica del Santo, centro della devozione a sant'Antonio di Padova.

Le parrocchie della diocesi sono 459.

Storia

La data di erezione della diocesi di Padova è incerta. La tradizione individua in san Prosdocimo, che sarebbe vissuto nell'ultimo scorcio del I secolo il primo vescovo patavino, ma riscontri certi dell'esistenza della diocesi risalgono soltanto al IV secolo.

La prima cattedrale fu costruita dopo l'Editto di Costantino del 313.

Dopo la distruzione di Padova ad opera di Attila, i vescovi si stabilirono a Malamocco e fecero ritorno a Padova solo nel VII secolo con il vescovo Tricidio.

Il terremoto del 3 gennaio 1117 distrusse l'antica cattedrale. Fu ricostruito un edificio in stile romanico, visibile negli affreschi di Giusto de' Menabuoi nel battistero.

Nel 1551 fu approvato il progetto di Michelangelo per una nuova cattedrale, i cui lavori di costruzione si protrarranno fino al 1754, lasciando però incompiuta la facciata.

Nel 1671 il vescovo Gregorio Barbarigo istituì il seminario diocesano, a cui nel 1684 aggiunse una tipografia.

Personalità legate alla diocesi

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

La diocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 1.072.165 persone contava 1.007.670 battezzati, corrispondenti al 93,9% del totale.

Fonti
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.