Pietro Ciriaci

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Pietro Ciriaci
P.Ciriaci.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

CIRIACI PIETRO.jpg

{{{didascalia}}}
Dominus regit me
Titolo cardinalizio
{{{titolo}}}
Età alla morte 81 anni
Nascita Roma
2 dicembre 1885
Morte Roma
30 dicembre 1966
Sepoltura Basilica di San Lorenzo in Lucina (Roma)
Appartenenza diocesi di Roma
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale Roma, 18 dicembre 1909
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 15 febbraio 1928 da Pio XI
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Roma, 18 marzo 1928 dal Cardinale Arcivescovo Pietro Gasparri
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
12 gennaio 1953 da Pio XII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Pietro Ciriaci (Roma, 2 dicembre 1885; † Roma, 30 dicembre 1966) è stato un cardinale e arcivescovo italiano, Nunzio Apostolico.

Biografia

La formazione e il ministero sacerdotale

Nacque il 2 dicembre 1885 a Roma, da Giuseppe Ciriaci e Maria Giuggiolini Magnaterra. Fu battezzato nella chiesa di San Crisogono a Roma e ricevette la prima comunione nella chiesa detta della "Madonna di Ponterotto" il 27 giugno 1897.

Entrato nel Pontificio Seminario Romano il 31 ottobre 1902, frequentò il Pontificio Ateneo Romano di Sant'Apollinare, dove conseguì il dottorato in filosofia il 5 luglio 1904, in teologia il 6 luglio 1909 e in diritto canonico l'8 novembre 1911. Fu ordinato presbitero il 18 dicembre 1909 a Roma e celebrò la sua prima messa nella chiesa di "Santa Maria Liberatrice" a Monte Testaccio il 19 dicembre. Esercitò il ministero come Vice-parroco della "parrocchia di San Rocco" dal 28 luglio 1910.

Fu professore di filosofia etica presso il Pontificio Ateneo romano "Sant'Apollinare" e in seguito, di teologia fondamentale dal 14 novembre 1914 fino al settembre 1926. Il 21 gennaio 1911 fu nominato scrittore e poi registratore nella Sacra Penitenzieria Apostolica; il 22 febbraio 1913 divenne aiutante di studio nella Sacra Congregazione del concilio; dal 16 giugno 1917 fu minutante nella prima sezione degli Affari ecclesiastici straordinari presso la Segreteria di Stato. Diventato Cappellano privato soprannumerario di Sua Santità il 26 ottobre 1918, fu promosso Sottosegretario del Congregazione per gli affari ecclesiastici straordinari il 14 maggio 1921.

Si adoperò a supporto della Segreteria di Stato guidata dal cardinale Pietro Gasparri, impegnato a definire in quegli anni il concordato con la Lettonia (1922), la Baviera (1924), la Polonia (1925); la convenzione con la Francia (1926) e con la Lituania (1927). Il 27 marzo 1927 fu inviato in missione straordinaria presso il governo della Repubblica cecoslovacca: condusse favorevolmente le trattative che si conclusero con la sottoscrizione avvenuta il 17 dicembre dello stesso anno, di unmodus vivendi tra la Cecoslovacchia e la Santa Sede.

Il ministero episcopale

Il 15 febbraio 1928 fu eletto da Pio XI arcivescovo titolare di Tarso. Fu consacrato il 18 marzo nella Basilica di San Lorenzo in Lucina dal cardinale Pietro Gasparri, Segretario di Stato, assistito da mons. Carlo Cremonesi, arcivescovo titolare di Nicomedia, Elemosiniere di Sua Santità e da mons. Agostino Zampini, vescovo titolare di Profreone. Il suo motto episcopale era Dominus regit me. Fu in seguito nominato Nunzio apostolico in Cecoslovacchia il 18 marzo e Nunzio apostolico in Portogallo il 19 gennaio 1934.

Il cardinalato

Creato cardinale nel concistoro del 12 gennaio 1953, il 29 ottobre dello stesso anno ricevette il titolo di Cardinale presbitero di Santa Prassede insieme ai nuovi cardinali Angelo Giuseppe Roncalli, Gaetano Cicognani, Benjamín de Arriba y Castro e Fernando Quiroga y Palacios. Fu Prefetto della Sacra Congregazione del Concilio dal 20 marzo 1954 al 30 dicembre 1966, Presidente della Pontificia Commissione per l'Interpretazione Autentica del Codice di Diritto Canonico dal 31 maggio 1955; cessata la sua funzione nel 1963, fu Presidente della Pontificia Commissione per la Revisione del medesimo codice. Partecipò al conclave del 1958 che elesse Papa Giovanni XXIII ed al Concilio Vaticano II svoltosi dal 1962 al 1965 fin dall'attività preparatoria come presidente della commissione De disciplina cleri et populi christiani[1]. Durante i lavori conciliari guidò la commissione De disciplina cleri [2]. Nel 1963 partecipò al conclave che elesse Papa Paolo VI. Optò per il titolo di Cardinale presbitero di San Lorenzo in Lucina il 26 settembre 1964.

La morte

Morì il 30 dicembre 1966 nella sua residenza romana in Via Rusticucci. I funerali si svolsero il 3 gennaio 1967 nella Basilica di San Lorenzo in Lucina, presieduti da Papa Paolo VI. Le sue spoglie furono sepolte nella prima cappella a destra di quella stessa basilica.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Sottosegretario della Congregazione per gli Affari Ecclesiastici Straordinari Successore: Emblem Holy See.svg
Giuseppe Pizzardo 14 maggio 1921 - 15 febbraio 1928 Alfredo Ottaviani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Pizzardo {{{data}}} Alfredo Ottaviani
Predecessore: Arcivescovo titolare di Tarso Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Alexis-Henri-Marie Lépicier, O.S.M. 15 febbraio 1928 - 12 gennaio 1953 Luigi Raimondi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alexis-Henri-Marie Lépicier, O.S.M. {{{data}}} Luigi Raimondi
Predecessore: Nunzio apostolico per la Cecoslovacchia Successore: Flag of the Vatican City.svg
Francesco Marmaggi 18 marzo 1928 - 9 gennaio 1934 Saverio Ritter I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Marmaggi {{{data}}} Saverio Ritter
Predecessore: Nunzio apostolico per il Portogallo Successore: Flag of the Vatican City.svg
Giovanni Beda Cardinale 9 gennaio 1934 - 12 gennaio 1953 Fernando Cento I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Beda Cardinale {{{data}}} Fernando Cento
Predecessore: Pro-nunzio apostolico per il Portogallo Successore: Emblem Holy See.svg
se stesso come nunzio apostolico 12 gennaio - 26 ottobre 1953 Fernando Cento I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
se stesso come nunzio apostolico {{{data}}} Fernando Cento
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Prassede Successore: Stemma cardinale.png
Raffaele Carlo Rossi 29 ottobre 1953 - 26 settembre 1964 Owen McCann I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Raffaele Carlo Rossi {{{data}}} Owen McCann
Predecessore: Prefetto della Sacra Congregazione del Concilio Successore: Emblem Holy See.svg
Giuseppe Bruno 20 marzo 1954 - 30 dicembre 1966 Jean-Marie Villot I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Bruno {{{data}}} Jean-Marie Villot
Predecessore: Presidente della Pontificia Commissione per l'Interpretazione Autentica del Codice di Diritto Canonico Successore: Emblem Holy See.svg
Giuseppe Bruno 31 maggio 1955 - 28 marzo 1963 - I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Bruno {{{data}}} -
Predecessore: Presidente della Pontificia Commissione per la Revisione del Codice di Diritto Canonico Successore: Emblem Holy See.svg
- 28 marzo 1963 - 30 dicembre 1966 Pericle Felici I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Pericle Felici
Predecessore: Cardinale presbitero di San Lorenzo in Lucina Successore: Stemma cardinale.png
Manuel Arteaga y Betancourt 26 settembre 1964 - 30 dicembre 1966 Pietro Parente I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Manuel Arteaga y Betancourt {{{data}}} Pietro Parente
Note
  1. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale, Anno 1960, p. 495 online
  2. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale, Anno 1962, p. 687 online
Bibliografia
  • Luciano Osbat, Dizionario Biografico degli Italiani, Vol. 25, 1981, Treccani CRIACI, Pietro

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.