Pietro Valier

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Pietro Valier
Scanner EM080.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

1621 PETRUS VALERIUS - VALIER PIETRO.JPG

'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 55 anni
Nascita Venezia
1574
Morte Padova
9 aprile 1629
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale in data sconosciuta
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 18 maggio 1611
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile in data sconosciuta
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo 18 maggio 1621
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
11 gennaio 1621 (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Pietro Valier (Venezia, 1574; † Padova, 9 aprile 1629) è stato un cardinale e arcivescovo italiano.

Cenni biografici

Nacque a Venezia nel 1574, secondogenito dei sei figli di Giovanni Luigi Valier e Laura nata Bernardo. Gli altri fratelli erano Alberto (vescovo di Famagosta nel 1591 e di Verona nel 1606, Ch), Lorenzo, Francesca, e Bernardo Agostino (Abate e canonico di Padova). Era pronipote del cardinale Bernardo Navagero e nipote del cardinale Agostino Valier. Dalla famiglia provenivano due dogi di Venezia nel 17° secolo, Bertuccio Valier (1656-1658) e Silvestro Valier (1694-1700).

Intraprese la carriera ecclesiastica a Roma, dove fu nel 1607 nominato referendario dei Tribunali della Segnatura Apostolica di giustizia e di grazia. Nel 1609 fu nominato governatore di San Severino, nel 1610 fu governatore di Todi e dal 1610 al 1614 di Orvieto. Fu pure canonico del capitolo della cattedrale di Padova.

Il 18 maggio 1611 fu nominato vescovo titolare di Famagosta. Non si hanno informazioni sulla sua consacrazione. Dal 28 febbraio 1614 fino a 1616 governò Spoleto. Fu poi nunzio apostolico in Toscana dal 27 giugno 1616 fino al 1621. Fu promosso alla sede metropolitana di Creta il 18 maggio 1620, e ne ricevette il palio il 1° giugno di quell'anno.

Fu creato cardinale da papa Paolo V nel concistoro del 11 gennaio 1621, e due giorni dopo ricevette la berretta rossa con il titolo di cardinale presbitero di san Salvatore in Lauro. Partecipò al conclave del 1621, che vide l'elezione di papa Gregorio XV. Nel 1622 divenne membro del Sacro Collegio di Propaganda Fide. Partecipò al conclave del 1623, che elesse papa Urbano VIII. Il 2 ottobre 1623 fu trasferito dalla sede di Ceneda. Fu commendatario del Priorato di santa Maria del Monte di Conegliano dal 9 marzo 1624. Optò per il titolo di san Marco in quello stesso anno. Nel 1625 fu trasferito alla sede di Padova.

Molto devoto della Beata Vergine Maria, fondò tre sontuose cappelle in suo onore in Verona, nella chiesa di santa Maria della Grazia a Venezia e a Padova.

Morì il 9 aprile 1629 a Padova. Fu sepolto nella cappella dei canonici della cattedrale di santa Maria Assunta. Devolse tutti i suoi averi al capitolo della cattedrale di Padova, e in essa fu eretto un cenotafio in sua memoria.

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Famagosta Successore: BishopCoA PioM.svg
Alberto Valier 1611-1620 Germanico Mantica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alberto Valier {{{data}}} Germanico Mantica
Predecessore: Arcivescovo di Candia Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Aloisio Grimani 1620 - 1623 Luca Stella I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Aloisio Grimani {{{data}}} Luca Stella
Predecessore: Cardinale presbitero di San Salvatore in Lauro Successore: CardinalCoA PioM.svg
Orazio Lancellotti 1621 - 1624 Luca Antonio Virili I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Orazio Lancellotti {{{data}}} Luca Antonio Virili
Predecessore: Vescovo di Ceneda
(titolo personale di arcivescovo)
Successore: BishopCoA PioM.svg
Leonardo Mocenigo 1623-1625 Marco Giustiniani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Leonardo Mocenigo {{{data}}} Marco Giustiniani
Predecessore: Cardinale presbitero di San Marco Successore: CardinalCoA PioM.svg
Matteo Priuli 1624 - 1629 Federico Cornaro I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Matteo Priuli {{{data}}} Federico Cornaro
Predecessore: Vescovo di Padova
(titolo personale di arcivescovo)
Successore: BishopCoA PioM.svg
Marco Corner 1625-1629 Federico Cornaro I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Marco Corner {{{data}}} Federico Cornaro
Bibliografia
  • Lorenzo Cardella, Memorie storiche de' cardinali della Santa Romana Chiesa. Roma: Stamperia Pagliarini, 1793, vol. 7, p. 206 e seg. online

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.