Rodolfo Acquaviva d'Aragona

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Rodolfo Acquaviva d'Aragona
Arcbishop.png
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Rodolfo Acquaviva.jpg

Ritratto di mons. Rodolfo Acquaviva, Galleria dei nunzi, convento dei Cappuccini, Lucerna
'
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte circa 37 anni
Nascita Napoli
1635 ca.
Morte Roma
12 maggio 1672
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 1623
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 12 marzo 1668
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 3 aprile 1668 dal card. Carlo Pio di Savoia
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org

Rodolfo Acquaviva d'Aragona (Napoli, 1635 ca.; † Roma, 12 maggio 1672) è stato un vescovo e nunzio apostolico italiano.

Cenni biografici

Nacque a Napoli attorno al 1635 da una nobile famiglia di conti napoletani.

Avviato alla carriera curiale divenne referendario della Segnatura Apostolica e governatore.

Papa Clemente IX lo nominò arcivescovo titolare di Laodicea il 12 marzo 1668 e il 3 aprile seguente ricevette la consacrazione episcopale dalle mani del cardinal Carlo Pio di Savoia iuniore. Gli fu quindi affidata la nunziatura di Lucerna carica che tenne per un biennio.

Presso i cantoni cattolici confederati dovette occuparsi, pur senza riuscire a dirimerla, della controversia che già aveva coinvolto il suo predecessore Federico Baldeschi Colonna, controversia che coinvolgeva il capitolo della cattedrale di san Nicola a Frigurgo e il vescovo di Jean-Baptiste de Strambino,[1] primo vescovo di Losanna insediatosi definitivamente a Friburgo. Nel 1668 si assicurò una posizione influente a Friburgo confermando il commissario apostolico Heinrich Fuchs, nominato nel 1663 dall'allora nunzio Federico Borromeo iuniore, nonostante le resistenze di vescovo, clero e Stato. Sospese dalle loro funzioni gli abati di Hauterive, Saint-Maurice e Wettingen, riuscendo a imporre che questi venissero nominati direttamente dalla Santa Sede. Contribuì a rafforzare la sfiducia dei cantoni cattolici verso i Defensionali[2] del 1668 (accordi di aiuto reciproco stipulati tra i cantoni confederati).

Nel 1670 dimissionò dall'incarico e rientrò a Roma dove morì due anni dopo.

Genealogia episcopale

Predecessore: Vescovo titolare di Laodicea di Frigia Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Giulio Spinola 12 marzo 1668 - 12 maggio 1672 Albert Ernst von Wartenberg (Ch) I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giulio Spinola {{{data}}} Albert Ernst von Wartenberg (Ch)
Predecessore: Nunzio apostolico per la Svizzera Successore: Emblem Holy See.svg
Federico Baldeschi Colonna 15 aprile 1668 - agosto 1670 Odoardo Cibo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Federico Baldeschi Colonna {{{data}}} Odoardo Cibo
Note
  1. Pierre Surchat, Dizionario storico della Svizzera, Strambino, Jean-Baptiste de.
  2. Benoît de Montmollin Dizionario storico della Svizzera Defensionali
Bibliografia

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.