Laudivio Zacchia

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Laudivio Zacchia
Cardinale
Montefiascone zacchia laudivio.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
'

1605 Laudivio Zacchia montefiascone.jpg

Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 72 anni
Nascita Castello di Vezzano
4 marzo 1565
Morte Roma
30 agosto 1637
Sepoltura Basilica di Santa Maria sopra Minerva (Roma) nella cappella di san Domenico.
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono 25 luglio 1605 dal card. Pietro Aldobrandini
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 26 luglio 1605 da card. arc. Pietro Aldobrandini
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo 17 agosto 1605 da Paolo V
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Chiesa di Santa Maria in Vallicella (Roma), 28 agosto 1605 dal card. arc. Pietro Aldobrandini
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
19 gennaio 1626 da Urbano VIII (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 11 anni, 7 mesi e 11 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Successione apostolica

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Laudivio Zacchia o Luigi (Castello di Vezzano, 4 marzo 1565; † Roma, 30 agosto 1637) è stato un cardinale e vescovo italiano.

Cenni biografici

Nacque nel 1565 a Castello di Vezzano nella diocesi di Luni, attuale provincia di La Spezia. Era di famiglia patrizia genovese, figlio di Gaspare Zacchia e Veronica nata de' Nobili, dei Signori di Vezzano. Il fratello maggiore Paolo Emilio fu pure cardinale. Fu nonno del cardinale Paolo Emilio Rondini e zio di Gasparo Cecchinelli (Ch) che gli succedette alla guida della diocesi di Montefiascone e Corneto.

Studiò presso l'Università di Pisa, dove conseguì un dottorato in legge.

Sposò Laura Biassa de' Nobili dalla quale ebbe due figli, un maschio e una femmina. Dopo la morte della moglie, lasciò Vezzano per Roma dove era stato nominato cardinale il fratello. Lavorò nella Curia romana ricevendo in seguito gli ordini sacri. Fu Pro-tesoriere della Camera Apostolica e avvocato Concistoriale nel 1600. Il 21 gennaio 1603 fu nominato protonotario apostolico.

Nel 1605 fu eletto vescovo di Montefiascone e Corneto, e fu consacrato il 28 agosto nella Chiesa di Santa Maria in Vallicella (Roma) dal cardinale Pietro Aldobrandini, allora arcivescovo di Ravenna, coadiuvato da mons. Paolo Alberi (Ch), ex arcivescovo di Ragusa, e da mons. Metello Bichi, vescovo di Sovana, che diverrà poi cardinale. Nel 1614 fu vice-legato a Viterbo. Nel 1617 fu vice-legato della provincia del Patrimonio. Fu poi nunzio a Venezia dal 12 maggio 1621 al 16 dicembre 1623. Il 3 febbraio 1624 fu nominato pro-tesoriere e pro-collettore generale della Camera Apostolica, e il 27 dicembre di quello stesso anno prefetto del Palazzo Apostolico.

Fu creato cardinale da papa Urbano VIII nel suo terzo concistoro del 19 gennaio 1626. Il 9 febbraio ricevette la berretta rossa con il titolo di cardinale presbitero di san Sisto. Nel 1629 optò per il titolo di san Pietro in Vincoli. Si dimise dal governo della diocesi nel 1630 a favore del nipote Gasparo Cecchinelli. Fu protettore della Repubblica di Genova dal 1631 alla morte. Fu membro della commissione cardinalizia nel secondo processo di Galileo Galilei. Non firmò la condanna a Galileo assieme ai cardinale Gaspare Borgia e Francesco Barberini (Sr.).

Morte

Morì a Roma il 30 agosto 1637. La salma fu esposta nella chiesa di santa Maria sopra Minerva, dove fu sepolto nella cappella di san Domenico.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Pro-tesoriere generale della Camera Apostolica Successore: Emblem Holy See.svg
Tiberio Cerasi
(tesoriere)
3 maggio 1601-1º aprile 1605 Luigi Capponi
(tesoriere)
I

Costantino Patrizi Naro
(tesoriere)
1º febbraio 1624-1º marzo 1625 Girolamo Vidoni
(tesoriere)
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Tiberio Cerasi
(tesoriere)
{{{data}}} Luigi Capponi
(tesoriere)
Predecessore: Vescovo di Montefiascone e Corneto Successore: BishopCoA PioM.svg
Paolo Emilio Zacchia 17 agosto 1605-13 maggio 1630 Gasparo Cecchinelli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Paolo Emilio Zacchia {{{data}}} Gasparo Cecchinelli
Predecessore: Nunzio apostolico nella Repubblica di Venezia Successore: Emblem Holy See.svg
Sigismondo Donati 12 maggio 1621-16 dicembre 1623 Giovanni Battista Agucchi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Sigismondo Donati {{{data}}} Giovanni Battista Agucchi
Predecessore: Prefetto del Palazzo Apostolico Successore: Emblem Holy See.svg
Berlinghiero Gessi 27 dicembre 1624-9 gennaio 1626 Marzio Ginetti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Berlinghiero Gessi {{{data}}} Marzio Ginetti
Predecessore: Maestro di Camera della Corte Pontificia Successore: Emblem Holy See.svg
Luca Antonio Virili 27 dicembre 1624-9 gennaio 1626 Marzio Ginetti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luca Antonio Virili {{{data}}} Marzio Ginetti
Predecessore: Cardinale presbitero di San Sisto Successore: CardinalCoA PioM.svg
Francisco Gómez de Sandoval y Rojas 9 febbraio 1626-17 settembre 1629 Agostino Oreggi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francisco Gómez de Sandoval y Rojas {{{data}}} Agostino Oreggi
Predecessore: Prefetto della Congregazione per i Vescovi e i Regolari Successore: Emblem Holy See.svg
Ottavio Bandini 2 luglio 1627-14 giugno 1628 Antonio Marcello Barberini, O.F.M.Cap. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ottavio Bandini {{{data}}} Antonio Marcello Barberini, O.F.M.Cap.
Predecessore: Cardinale presbitero di San Pietro in Vincoli Successore: CardinalCoA PioM.svg
Luigi Capponi 14 giugno 1629-30 agosto 1637 Antonio Marcello Barberini, O.F.M.Cap. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Capponi {{{data}}} Antonio Marcello Barberini, O.F.M.Cap.
Bibliografia