Concezioniste francescane

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Concezioniste francescane
in latino ''Ordo Immaculatae Conceptionis''
OrdoIC.jpg
Stemma dell'Ordine[1]

Istituto di vita consacrata
Ordine monastico femminile di diritto pontificio

Altri nomi
Suore concezioniste
Fondatore Beatrice de Silva
Data fondazione 1484
Luogo fondazione Toledo
sigla O.I.C.
Titolo superiore
Regola Regola cistercense dal 1489, dal 1494 con la regola di santa Chiara dal 1551 con regole proprie.
Approvato da Innocenzo VIII
Data di approvazione 1489
Motto Macula non est in te (Non vi è macchia in te)
Abito Tunica e scapolare bianchi, velo nero, manto blu con macchie di bianco, medaglia della Vergine al collo
Scopo Vita contemplativa
Santo patrono Immacolata concezione
Collegamenti esterni


L'albero genealogico dell'ordine recante le immagini della fondatrice e delle concezioniste illustri

Le Concezioniste Francescane (in latino Ordo Immaculatae Conceptionis) sono religiose di voti solenni e dedite alla vita contemplativa appartenenti all'ordine fondato a Toledo da Beatrice de Silva (1424-1490). Le monache pospongono al loro nome la sigla O.I.C.

Cenni storici

Di nobile famiglia portoghese, Beatrice fu dama di compagnia della principessa Isabella d'Aviz (1428-1496), che nel 1447 sposò Giovanni II di Castiglia divenendo regina di Castiglia e León. Nel 1453 abbandonò la corte per ritirarsi a vita di preghiera e penitenza nel monastero domenicano di Santo Domingo el Real di Toledo, senza prendere i voti.

Nel 1484 si trasferì con alcune consorelle in una nuova casa messa a disposizione da Isabella di Castiglia e vi fondò un monastero intitolato all'Immacolata Concezione di Maria e sottoposto alla regola delle clarisse: il monastero venne approvato da papa Innocenzo VIII il 30 aprile del 1489. Con la bolla Ex supernae providentia del 19 agosto 1494, papa Alessandro VI impose alle monache di adottare la regola di santa Chiara e le sottopose alla direzione dei frati minori osservanti.

Il 17 settembre 1511, con decreto Ad statum prosperum, papa Giulio II, su istanza di Ferdinando II d'Aragona, riconobbe le concezioniste come ordine autonomo e concesse loro una regola propria.

Carisma e diffusione

Le concezioniste francescane sono monache di stretta clausura dedite alla preghiera contemplativa; il loro abito è costituito da tunica e scapolare bianchi e da un mantello azzurro. Sono giuridicamente legate ai frati minori.

Al 31 dicembre 2005 all'ordine appartenevano 153 monasteri e 1.950 tra monache e novizie.[2] Sono organizzate in case autonome rette da una badessa e sono presenti in Spagna, Portogallo, Belgio, Brasile, Argentina, Colombia, Ecuador, Messico, Guinea Equatoriale e India.

Voci correlate
Note
  1. Il giglio bianco segno di purezza sulla sinistra, lo stemma dell'ordine francescano sulla destra, sotto il leone simbolo del casato della fondatrice, in cento la stella
  2. Annuario Pontificio per l'anno 2007. Città del Vaticano, Libreria Editrice Vaticana, 2007, p. 1524. ISBN 978-88-209-7908-9
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.