San Giuseppe da Copertino

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
San Giuseppe da Copertino Desa, O.F.M. Conv.
Presbitero
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Giuseppe Maria
Santo

SanGiuseppeCopertino.jpg

San Giuseppe da Copertino
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 60 anni
Nascita Copertino
17 giugno 1603
Morte Osimo
18 settembre 1663
Sepoltura
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[]]
Professione religiosa [[]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 18 marzo 1628
Appartenenza Frati Minori Conventuali
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Arcivescovo dal {{{elevato}}}
Patriarca dal {{{patriarca}}}
Arcieparca dal {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[]]
Beatificazione 14 maggio 1753, da Benedetto XIV
Canonizzazione 16 luglio 1767, da Clemente XIII
Ricorrenza 18 settembre
Altre ricorrenze
Santuario principale Osimo
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di Aviatori, passeggeri di aerei, astronauti, studenti
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 18 settembre, n. 9:
« A Osimo nelle Marche, san Giuseppe da Copertino, sacerdote dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali, che, nonostante le difficoltà affrontate durante la sua vita, rifulse per povertà, umiltà e carità verso i bisognosi di Dio. »
San Giuseppe da Copertino Desa, al secolo Giuseppe Maria (Copertino, 17 giugno 1603; † Osimo, 18 settembre 1663) è stato un sacerdote italiano.

Biografia

Cella di San Giuseppe ad Osimo

Nacque a Copertino, presso Lecce, in una stalla (ancora esistente nel suo stato primitivo) il 17 giugno 1603. Suoi genitori furono Felice Desa e Franceschina Panaca.

A sette anni iniziò la scuola, ma una grave malattia lo costrinse ad abbandonarla. Quando guarì, a 15 anni, si attribuì questo miracolo alla Madonna della Grazia di Galatone (Lecce). Durante la malattia aveva pensato di farsi sacerdote francescano: gli mancava però la dovuta istruzione. Sentendosi protetto da un'assistenza divina, si mise con impegno sui libri e superò gli esami con successo: il 18 marzo 1628 fu ordinato sacerdote a Poggiardo e quindi oggi viene venerato dai cattolici come protettore degli studenti.

Per 17 anni visse nel Santuario della Madonna della Grottella in Copertino. Amava tantissimo la Madonna che soleva chiamare "La Mamma Mia".

A causa dei miracoli che gli venivano attribuiti, subì due processi del Sant'Uffizio. Fu relegato in Assisi (1639-1653). Trasferito poi a Pietrarubbia e Fossombrone (Pesaro 1653-1657), isolati conventi-romitori dei Frati Cappuccini.

Il 9 luglio 1657 fu restituito ai suoi confratelli e destinato ad Osimo dove morì. Il suo corpo è custodito nella cripta del santuario, in un'urna di bronzo dorato.

Culto

Fu beatificato da Benedetto XIV il 24 febbraio 1753 e dichiarato santo da Clemente XIII il 16 luglio 1767.

Nella devozione cattolica viene chiamato il santo dei voli, a motivo della levitazione che secondo le cronache del tempo avrebbe compiuto in stato di estasi e che gli procurarono il processo dinanzi al Sant'Uffizio per abuso di credulità popolare, dal quale però venne assolto.

Viene anche indicato come il santo degli studenti, perché venne consacrato sacerdote dopo il difficile superamento degli esami, superamento considerato prodigioso per le difficoltà da lui incontrate nonostante l'impegno profuso nello studio; per questo viene invocato dagli studenti cattolici durante gli esami.

A riguardo, nelle immaginette realizzate con approvazione ecclesiastica e dell'Ordine dei Frati Minori Conventuali viene riportara la preghiera dello studente [1]:

O san Giuseppe da Copertino,
amico degli studenti e protettore degli esaminandi,
vengo ad implorare da te il tuo aiuto.
Tu sai, per tua personale esperienza,
quanta ansietà accompagni l'impegno dello studio
(degli esami) e quanto facili siano il pericolo
dello smarrimento intellettuale e dello scoraggiamento.
Tu che fosti assistito prodigiosamente da Dio
negli studi e negli esami
per l'ammissione agli Ordini sacri,
chiedi al Signore
luce per la mia mente e forza per la mia volontà.
Tu che sperimentasti tanto concretamente
l'aiuto materno della Madonna,
Madre della speranza,
pregala per me,
perché possa superare facilmente
tutte le difficoltà negli studi e negli esami.
Amen.

Nella cittadina di Poggiardo, dove venne consacrato sacerdote, viene venerato nella domenica in albis (domenica successiva alla pasqua) con la processione in cui il simulacro viene vestito con i paramenti liturgici preconciliari e il 18 settembre, giorno della memoria liturgica diocesana.

Gli aviatori cattolici statunitensi lo venerano come loro protettore.

Curiosità

San Giuseppe da Copertino viene citato in alcuni film e fiction TV, fra i quali si ricordano:

  • Nostra Signora dei Turchi (1968) di Carmelo Bene.
  • C'era una volta (1967) di Francesco Rosi: il Santo compare come protettore della protagonista Isabella (Sofia Loren).
  • I Liceali 2 (serie televisiva), dove Lucio Pregoni ritiene di essere stato salvato dal Santo in un incidente stradale. Infatti, Lucio aveva in auto un'immaginetta di san Giuseppe da Copertino, che gli era stata donata poco prima da un sacerdote che gli aveva tamponato la macchina.

A San Giuseppe Desa è legata anche l'importante città americana di Cupertino, dove ha la sede centrale la Apple (che di fatto ha preso il nome da questo santo).

Note
  1. http://www.comune.copertino.le.it/san_giuseppe/storia_del_santo.php Comune di Copertino: Storia del Santo
Bibliografia
  • Marco Pappalardo, San Giuseppe da Copertino, Effatà Editrice, 2007
  • Giuseppe C. Mattellini, Giuseppe da Copertino. Uomo santo, Edizioni Messaggero, 2003
  • Bonaventura Danza, Giuseppe da Copertino, Edizioni Messaggero, 2003
  • Bonaventura Danza, San Giuseppe da Copertino, San Paolo Edizioni, 2003
  • Goffredo Sebasti, Il caso Giuseppe da Copertino, Sugarco Edizioni, 2003
  • Ennio De Concini, Il frate volante. Vita miracolosa di san Giuseppe da Copertino, San Paolo Edizioni, 1998
  • Elena Bergadano, Giuseppe da Copertino, San Paolo Edizioni, 1994
Collegamenti esterni
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.