Chiesa Cattolica in Costa d'Avorio

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Saint Paul Costa d'Avorio.jpg
Anno 2009
Cristiani
Ichthus.svg
32,8%
Cattolici 3 milioni
Ebrei
Protestanti
Anglicani
Luterani
Pentecostali/carismatici
Ortodossi
Mussulmani sunniti 38,6%
Mussulmani sciiti
Altri
Animisti 11,9%
Buddisti
Induisti
Lamaisti
Scintoisti
Taoisti
Sikh
Atei & agnostici
Popolazione 21,504 milioni
(stime del Lug.2011[1])
Parrocchie
Presbiteri
Seminaristi
Diaconi Permanenti
Religiosi
Religiose
Primate
Presidente della Conferenza Episcopale
Nunzio apostolico Joseph Spiteri
Rappresentante apostolico non residente
Codice CA
Note a Yamoussoukro esiste una versione "modernizzata" della Basilica di San Pietro
Ivory Coast (orthographic projection).png
classifica


La Chiesa Cattolica nella Costa d'Avorio è parte della Chiesa Cattolica universale in comunione con il vescovo di Roma, il Papa.

Storia

Nel 1895 fu creata la prefettura apostolica della Costa d'Avorio separata dalla prefettura apostolica della Costa d'Oro (oggi arcidiocesi di Cape Coast in Ghana): la sua evangelizzazione fu affidata ai missionari della Società delle Missioni Africane. Nel 1960 è istituita la gerarchia ivoriana con la creazione dell'arcidiocesi di Abidjan. Nel 1994 vengono elevate ad arcidiocesi metropolitane le diocesi di Bouaké, Gagnoa e Korhogo. Nel concistoro del 2 febbraio 1983 l'arcivescovo di Abidjan Bernard Yago è creato cardinale, il primo del Paese. Papa Giovanni Paolo II visita per ben tre volte la Costa d'Avorio: nel 1980, nel 1985 e nel 1990.

Organizzazione ecclesiastica

Costa d'Avorio

La Chiesa cattolica è presente nel Paese con 4 arcidiocesi metropolitane e 10 diocesi suffraganee:

Statistiche

I fedeli cattolici corrispondono a circa 2,8 milioni di battezzati, pari al 17% della popolazione totale, con circa 800 preti e circa 1.500 uomini e donne appartenenti a ordini religiosi.

La Basilica di Nostra Signora della Pace di Yamoussoukro, a Yamoussoukro, ispirata alla Basilica di San Pietro di Roma, è una delle più grandi chiese del mondo.

Nunziatura apostolica

La Nunziatura apostolica in Costa d'Avorio è stata istituita il 19 giugno 1972 con il breve Iussum quo di papa Paolo VI. Inizialmente la sede era nella città di Dakar in Senegal; fu poi trasferita ad Abidjan in forza del breve Quantum prosperitatis del medesimo papa Paolo VI del 1º maggio 1973.

Pro-nunzi apostolici:

Nunzi apostolici:

Conferenza episcopale

L'episcopato locale è riunito nella Conferenza Episcopale della Costa d'Avorio (Conférence Episcopal de Côte d'Ivoire, CECI). Fondata nel 1970, la Conferenza Episcopale è stata riconosciuta ufficialmente il 16 febbraio 2007 da parte dello Stato ivoriano. Essa comprende tutti i vescovi cattolici del Paese, ordinari, emeriti e ausiliari. Ha la sua sede ad Abidjan.

La Conferenza episcopale si compone di cinque organismi: l’Assemblea plenaria, il Consiglio permanente, il Consiglio di Presidenza, il Consiglio per gli Affari Economici, la Segreteria Generale. L'Assemblea Plenaria è l'autorità suprema della Conferenza dei Vescovi della Costa d'Avorio; essa riunisce tutti i vescovi due volte all’anno. Il Consiglio permanente è composto dal Presidente e dal Vice-Presidente della CECI, dai cardinali ivoriani, e dall’Ordinario del luogo in cui si trova la sede sociale della Conferenza. Il Consiglio di Presidenza è composto da Presidente, dal Vice-Presidente e dal Segretario Generale della CECI: essa ha lo scopo di preparare le riunioni del Consiglio permanente e le sintesi da pubblicare.

La CECI è membro della Conférence Episcopale Régionale de l'Afrique de l'Ouest Francophone (CERAO) e del Symposium of Episcopal Conferences of Africa and Madagascar (SECAM).

Elenco dei Presidenti:

Note
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.