Chiesa Cattolica in Ghana

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Cardinal Peter Turkson 987.jpg
Il primo cardinale del Ghana, S.E. Peter Kodwo Appiah Turkson
Anno 2009
Cristiani
Ichthus.svg
68,8%
Cattolici 2 milioni (15,1%)
Ebrei
Protestanti 18,6%
Anglicani
Luterani
Pentecostali/carismatici
Ortodossi
Mussulmani sunniti 15,9%
Mussulmani sciiti
Altri
Animisti 8,5%
Buddisti
Induisti
Lamaisti
Scintoisti
Taoisti
Sikh
Atei & agnostici
Popolazione 24,791 milioni
(stime del Lug.2011[1])
Parrocchie
Presbiteri
Seminaristi
Diaconi Permanenti
Religiosi
Religiose
Primate
Presidente della Conferenza Episcopale
Nunzio apostolico Léon Kalenga Badikebele
Rappresentante apostolico non residente
Codice
Ghana (orthographic projection).png
classifica


La Chiesa cattolica in Ghana è parte della Chiesa cattolica universale in comunione con il vescovo di Roma, il papa.

Storia

Il cattolicesimo in Ghana giunge già alla fine del XV secolo ad opera di missionari portoghesi, ma è solo verso il 1572 che gli agostiniani inaugurano una missione organizzata. Gli sforzi cattolici di evangelizzare quelle terre sono vanificati nel corso del XVII secolo dalla proibizione del cattolicesimo imposto dai calvinisti olandesi. Durante il XIX secolo riprende la missione cattolica e nel 1879 viene eretta la prefettura apostolica della Costa d'Oro, che nel 1901 diventa vicariato apostolico. Con l'indipendenza del 1957 inizia anche l'organizzazione ecclesiastica del territorio. Nel 1980 papa Giovanni Paolo II ha fatto la visita pastorale in Ghana. Nel 2003 viene creato il primo cardinale ghanese, monsignor Peter Kodwo Appiah Turkson.

Organizzazione ecclesiastica

La Chiesa cattolica è presente sul territorio con 4 sedi metropolitane, 15 diocesi suffraganee ed 1 vicariato apostolico:

Statistiche

Alla fine del 2004 la Chiesa cattolica in Ghana contava:

  • 351 parrocchie;
  • 603 preti;
  • 821 suore religiose;
  • 3.887 istituti scolastici;
  • 390 istituti di beneficenza.

La popolazione cattolica ammontava a 2.527.572 cristiani, pari al 12,85% della popolazione.

Nunziatura apostolica

Il 3 maggio 1960, in forza del breve Decet Nos di papa Giovanni XXIII, la delegazione apostolica di Dakar assume il nuovo nome di delegazione apostolica dell'Africa Occidentale, con giurisdizione sui seguenti stati africani: Ghana, Senegal, Alto Volta, Costa d'Avorio, Dahomey, Guinea, Mauritania, Niger, Sudan, Togo, Gambia e Sierra Leone.

Il 28 marzo 1965, in forza del breve Supremi Pontificatus di papa Paolo VI, i Paesi del Ghana e della Sierra Leone furono sottratti alla giurisdizione della delegazione apostolica dell'Africa Occidentale ed uniti alla delegazione apostolica dell'Africa Centro-Occidentale.

Il 10 ottobre 1973, con il breve apostolico Verba Christi del medesimo papa Paolo VI, è eretta la delegazione apostolica di Nigeria e Ghana. Sede della delegazione apostolica è la città di Lagos.

Il 14 giugno 1976, con l'instaurazione di rapporti diplomatici tra la Santa Sede e il Ghana, nasce la Nunziatura apostolica del Ghana in forza del breve apostolico Qui mentem di papa Paolo VI.

Delegato apostolico:

Pro-nunzi apostolici:

Nunzi apostolici:

Voci correlate
Note
Bibliografia
  • Guida delle missioni cattoliche 2005, a cura della Congregatio pro gentium evangelizatione, Roma, Urbaniana University Press, 2005
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.