Paulos Tzadua

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Paulos Tzadua
Tzaduastemma.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Tzaduafoto.jpg

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo cardinalizio
{{{titolo}}}
Età alla morte 82 anni
Nascita Addifini nell'Eparchia di Asmara
25 agosto 1921
Morte Roma
11 dicembre 2003
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 12 marzo 1944
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 1º marzo 1973 da Paolo VI
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 20 maggio 1973 dall'arcivescovo Asrate Mariam Yemmeru
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca 24 febbraio 1977
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
25 maggio 1985 da Giovanni Paolo II (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Paulos Tzadua (Addifini nell'Eparchia di Asmara, 25 agosto 1921; † Roma, 11 dicembre 2003) è stato un cardinale e arcivescovo etiope.

Biografia

Nacque il 25 agosto 1921 nel villaggio di Addifini, nell'Eparchia di Asmara, in Eritrea. Dopo una breve permanenza nello studentato dei Padri Cappuccini a Gaggiret, entrò nel Seminario di Cheren dove compì tutti gli studi ecclesiastici.

Ordinato sacerdote il 12 marzo 1944, fu vice-parroco della cattedrale di Asmara e direttore dell'annessa scuola parrocchiale. Due anni dopo, venne inviato nella missione di Guraghè, nel sud dell'Arcieparchia di Addis Abeba, dove è rimasto tre anni.

Ritornato in Eritrea come insegnante di lingua inglese presso il Seminario minore, continuò gli studi conseguendo nel 1953 la maturità classica presso il liceo italiano "Ferdinando Martini" di Asmara. Vincitore di una borsa di studio messa a disposizione di studenti di paesi di missione dall'Università Cattolica del Sacro Cuore, nel 1953 si trasferì a Milano per frequentare i corsi della Facoltà di Scienze Politiche e Sociali. Qui conseguì la laurea con una tesi in diritto internazionale e successivamente il dottorato in giurisprudenza.

Rientrato in patria, svolse l'incarico di segretario di Monsignor Asrate Mariam Yemmeru nella sede di Asmara e in quella di Addis Abeba. Eletto Segretario generale della Conferenza episcopale, affincò agli impegni di Curia un intenso servizio pastorale in favore degli studenti universitari. Fu inoltre uno dei due Osservatori della Santa Sede alla Sessione del Comitato Centrale del Consiglio Mondiale delle Chiese, svoltosi nella città eritrea.

Il 1° marzo 1973 fu eletto Vescovo titolare di Abila di Palestina e nominato nel contempo Ausiliare dell'Arcivescovo di Addis Abeba. Ricevette l'ordinazione episcopale il 20 maggio successivo. Nel 1975 fu eletto Presidente della Conferenza Episcopale di Etiopia, incarico ricoperto senza interruzione fino al 1999.

Il 24 febbraio 1977 Paolo VI lo nominò Arcivescovo di Addis Abeba.

Da Giovanni Paolo II fu creato e pubblicato cardinale nel Concistoro del 25 maggio 1985, del Titolo del Santissimo Nome di Maria a Via Latina.

Fu presidente delegato all'Assemblea speciale per l'Africa del Sinodo dei Vescovi nel 1994.

L'11 settembre 1998 divenne Arcivescovo emerito di Addis Abeba.

Morì l'11 dicembre 2003.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Abila di Palestrina Successore: BishopCoA PioM.svg
Caesar Gatimu 1º marzo 1973 - 24 febbraio 1977 sede vacante I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Caesar Gatimu {{{data}}} sede vacante
Predecessore: Presidente della Conferenza Episcopale di Etiopia ed Eritrea Successore: Mitra heráldica.svg
Asrate Mariam Yemmeru 1976 - 1999 Berhaneyesus Demerew Souraphiel, C.M. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Asrate Mariam Yemmeru {{{data}}} Berhaneyesus Demerew Souraphiel, C.M.
Predecessore: Arcieparca metropolita di Addis Ebeba Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Asrate Mariam Yemmeru 24 febbraio 1977 - 11 settembre 1998 Berhaneyesus Demerew Souraphiel, C.M. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Asrate Mariam Yemmeru {{{data}}} Berhaneyesus Demerew Souraphiel, C.M.
Predecessore: Cardinale presbitero del Santissimo Nome di Maria a Via Latina Successore: CardinalPallium PioM.svg
- 25 maggio 1985 - 11 dicembre 2003 Gaudencio Borbon Rosales I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Gaudencio Borbon Rosales
Predecessore: Presidente del Consiglio della Chiesa Etiopica Successore: Mitra heráldica.svg
- 1994 - 1998 Berhaneyesus Demerew Souraphiel, C.M. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Berhaneyesus Demerew Souraphiel, C.M.
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.