Costantino Patrizi Naro

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Costantino Patrizi Naro
Stemma Card. Patrizi Naro Costantino (1798-1876).jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

Ritratto PATRIZI Costantino 026.jpg

Sola Fides
Titolo cardinalizio
Età alla morte 78 anni
Nascita Siena
4 settembre 1798
Morte Roma
17 dicembre 1876
Sepoltura cappella di famiglia nella chiesa della Natività di via Nomentana a Roma
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 16 giugno 1819
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 10 dicembre 1828 da papa Leone XII
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 21 dicembre 1828 dal cardinale Carlo Odescalchi
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
11 luglio 1836 da Gregorio XVI (23 giugno 1834 in pectore) (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Costantino Patrizi Naro (Siena, 4 settembre 1798; † Roma, 17 dicembre 1876) è stato un cardinale, arcivescovo e nunzio apostolico italiano.

Cenni biografici

Nacque il 4 settembre 1798 a Siena dove i genitori si erano rifugiati da Roma per sottrarsi alla Repubblica romana. Fu battezzato con il nome di Costantino il 12 settembre dello stesso anno. I genitori erano il marchese Giovanni e la moglie Cunegonda, figlia del principe Saverio di Sassonia. Costantino era pronipote del cardinale Benedetto Naro.

Curia romana

Frequentando il Collegio dei Protonotari di Roma ottenne la laurea in utroque iure. Nel 1819 venne ordinato presbitero e subito dopo fu assegnato al rango di reggente del tribunale della Penitenzieria Apostolica; fu quindi nominato prelato domestico di Sua Santità e uditore di Rota.

Episcopato

Fu preconizzato per la carriera diplomatica e nel 1828 papa Leone XII lo nominò arcivescovo della sede titolare di Filippi. Fu consacrato vescovo il 21 dicembre di quell'anno nella chiesa romana di Santa Caterina da Siena dal cardinal Carlo Odescalchi, prefetto della congregazione per i Vescovi e i Regolari, assistito da Lorenzo Mattei, patriarca titolare di Antiochia e da Daulo Augusto Foscolo, arcivescovo di Corfù. Poco prima della morte di Leone XII, questi lo volle nunzio apostolico presso il Granducato di Toscana, ma la morte del papa impedì al prelato di assumerne fisicamente la carica. Fu Gregorio XVI a volerlo nella ristretta cerchia dei suoi collaboratori, nominandolo nel 1832 maggiordomo e prefetto dei Palazzi apostolici. In questa veste riordinò musei e gallerie della Casa pontificia e ne riformò le cerimonie.

Cardinalato

Nel 1834 il papa lo scelse come cardinale in pectore, nomina resa pubblica nel concistoro dell'11 luglio 1836. Ricevette il 14 luglio di quell'anno la berretta cardinalizia e il 21 novembre il titolo presbiterale di san Silvestro in Capite.

Nel 1839 assunse la prefettura della congregazione per i Vescovi e i Regolari e dal 1841 fu Vicario Generale di Sua Santità per la Città di Roma e Distretto, carica che ricoprì sino alla morte. In questa veste ebbe modo nel suo lungo vicariato di consacrare come vescovi più di cento presbiteri. Come vicario di Roma il 31 gennaio 1842 battezzò con i nomi di Alphonse-Marie, Ratisbonne e il 3 giugno in una pubblica cerimonia emise il decreto confermante l'autenticità della conversione al cattolicesimo del ricco ebreo verificatasi per intercessione della santissima vergine Maria.[1]

Nel 1845 divenne arciprete della basilica di Santa Maria Maggiore. Partecipò al conclave del 1846 nel quale venne eletto papa il cardinale Giovanni Maria Mastai Ferretti che prese il nome di Pio IX. Nel 1848 assunse la sede suburbicaria di Albano e dal 15 marzo 1852 al 7 marzo dell'anno seguente fu camerlengo del Collegio cardinalizio.

Nel 1854 divenne prefetto per la Sacra Congregazione dei Riti; in tale veste fu il principale fautore della diffusione dei culti e devozioni della restaurazione cristiana del XIX secolo. Al suo contributo determinante si deve l'ascesa agli altari di santa Margherita Maria Alacoque, san Leonardo da Porto Maurizio, san Paolo della Croce e dei santi martiri giapponesi. Fu pure sostenitore del culto al Sacro Cuore di Gesù che contribuì a diffondere nella Chiesa.

Nel 1860 assunse il segretariato della sacra Congregazione della Romana e Universale Inquisizione, carica che tenne sino alla morte. Nello stesso anno divenne Vice decano del Sacro Collegio assumendo la sede suburbicaria di Porto-Santa Rufina che resse sino al 1870, quando divenne decano del Sacro Collegio e passò alla sede suburbicaria di Ostia e Velletri, propria di quel titolo.

Morì a Roma il 17 dicembre 1876. La sua salma venne esposta nella chiesa romana di Sant'Apollinare e venne sepolto nella cappella di famiglia nella chiesa della Natività di via Nomentana a Roma.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo titolare di Filippi Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Giovanni Alessandro Muzi (Ch) 15 dicembre 1828 - 11 luglio 1834 Francisco Villardel (Ch), O.F.M. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Alessandro Muzi (Ch) {{{data}}} Francisco Villardel (Ch), O.F.M.
Predecessore: Nunzio apostolico nel Granducato di Toscana Successore: Emblem Holy See.svg
Giuseppe Morozzo Della Rocca 16 gennaio - 19 giugno 1829 Giacomo Luigi Brignole I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Morozzo Della Rocca {{{data}}} Giacomo Luigi Brignole
Predecessore: Prefetto della Casa Pontificia Successore: Emblem Holy See.svg
Francesco Maria Pandolfi Alberici 2 luglio 1832 - 11 luglio 1836 Francesco Saverio Massimo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Maria Pandolfi Alberici {{{data}}} Francesco Saverio Massimo
Predecessore: Governatore di Castel Gandolfo Successore: Castel Gandolfo-Stemma.png
Luigi Del Drago 2 luglio 1832 - 11 luglio 1836 Adriano Fieschi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Del Drago {{{data}}} Adriano Fieschi
Predecessore: Cardinale presbitero di San Silvestro in Capite Successore: CardinalCoA PioM.svg
Luigi Bottiglia Savoulx 21 novembre 1836 - 20 aprile 1849 Jacques-Marie-Adrien-Césaire Mathieu I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Bottiglia Savoulx {{{data}}} Jacques-Marie-Adrien-Césaire Mathieu
Predecessore: Prefetto della Congregazione per i Vescovi e i Regolari Successore: Emblem Holy See.svg
Giuseppe Antonio Sala 6 luglio 1839 - 22 dicembre 1841 Pietro Ostini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Antonio Sala {{{data}}} Pietro Ostini
Predecessore: Vicario Generale di Sua Santità per la Città di Roma e Distretto Successore: CardinalCoA PioM.svg
Giuseppe della Porta Rodiani 22 dicembre 1841 - 17 dicembre 1876 Raffaele Monaco La Valletta I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe della Porta Rodiani {{{data}}} Raffaele Monaco La Valletta
Predecessore: Arciprete della Basilica Liberiana di Santa Maria Maggiore Successore: Santa maria maggiore 051218-01.JPG
Luigi Del Drago 24 aprile 1845 - 21 settembre 1867 Luigi Amat di San Filippo e Sorso I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Del Drago {{{data}}} Luigi Amat di San Filippo e Sorso
Predecessore: Cardinale vescovo di Albano Successore: CardinalCoA PioM.svg
Pietro Ostini 20 aprile 1849 - 17 dicembre 1860 Lodovico Altieri I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pietro Ostini {{{data}}} Lodovico Altieri
Predecessore: Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore: Emblem Holy See.svg
Giacomo Luigi Brignole 15 marzo 1852 - 7 marzo 1853 Luigi Amat di San Filippo e Sorso I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacomo Luigi Brignole {{{data}}} Luigi Amat di San Filippo e Sorso
Predecessore: Prefetto della Sacra Congregazione dei Riti Successore: Emblem Holy See.svg
Luigi Lambruschini, B. 27 giugno 1854 - 10 ottobre 1860 Luigi Maria Bilio, B. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Lambruschini, B. {{{data}}} Luigi Maria Bilio, B.
Predecessore: Cardinale vescovo di Porto e Santa Rufina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Mario Mattei 17 dicembre 1860 - 8 ottobre 1870 Luigi Amat di San Filippo e Sorso I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Mario Mattei {{{data}}} Luigi Amat di San Filippo e Sorso
Predecessore: Vice-Decano del Collegio Cardinalizio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Luigi Lambruschini, B. 17 dicembre 1860 - 8 ottobre 1870 Camillo Di Pietro I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Lambruschini, B. {{{data}}} Camillo Di Pietro
Predecessore: Gran Priore di Roma del Sovrano Militare Ordine di Malta Successore: Bandiera del Sovrano Militare Ordine di Malta.png
Gabriele Ferretti 13 settembre 1860 - 17 dicembre 1876 Flavio Chigi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Gabriele Ferretti {{{data}}} Flavio Chigi
Predecessore: Segretario della Congregazione della Romana e Universale Inquisizione Successore: Emblem Holy See.svg
Vincenzo Macchi 10 ottobre 1860 - 17 dicembre 1876 Prospero Caterini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Vincenzo Macchi {{{data}}} Prospero Caterini
Predecessore: Arciprete della Basilica di San Giovanni in Laterano Successore: Roma Basilica S Giovanni.jpg
Lodovico Altieri 21 settembre 1867 - 17 dicembre 1876 Flavio Chigi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Lodovico Altieri {{{data}}} Flavio Chigi
Predecessore: Cardinale protettore della Pontificia Accademia Ecclesiastica Successore: Emblem Holy See.svg
Ludovico Altieri 11 agosto 1867 - 17 dicembre 1876 Antonio Saverio De Luca I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ludovico Altieri {{{data}}} Antonio Saverio De Luca
Predecessore: Cardinale protettore dell'Almo collegio Capranica Successore: COA Card Domenico Capranica.svg
Ludovico Altieri 11 agosto 1867 - 17 dicembre 1876 Raffaele Monaco La Valletta I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ludovico Altieri {{{data}}} Raffaele Monaco La Valletta
Predecessore: Cardinale vescovo di Ostia e Velletri Successore: CardinalCoA PioM.svg
Mario Mattei 8 ottobre 1870 - 17 dicembre 1876 Luigi Amat di San Filippo e Sorso I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Mario Mattei {{{data}}} Luigi Amat di San Filippo e Sorso
Predecessore: Decano del Collegio Cardinalizio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Mario Mattei 8 ottobre 1870 - 17 dicembre 1876 Luigi Amat di San Filippo e Sorso I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Mario Mattei {{{data}}} Luigi Amat di San Filippo e Sorso
Note
  1. Araldica vaticana Costantino Patrizio Naro
Bibliografia
  • Claudio Canonici, PATRIZI NARO, Costantino su treccani.it, Treccani Dizionario degli Italiani, 2014 URL consultato il 15-07-2019

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.