Consiglio per l'economia

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Jump to navigation Jump to search
Consiglio per l'economia
Consilium pro œconomia
"Come l’amministratore fedele e prudente ha il compito di curare attentamente quanto gli è stato affidato, così la Chiesa è consapevole della responsabilità di tutelare e gestire con attenzione i propri beni, alla luce della sua missione di evangelizzazione e con particolare premura verso i bisognosi"
(dal Motu Proprio Fidelis dispensator et prudens di Francesco)
[[Image:|290px]]
{{{didascalia}}}
Eretto: 24 febbraio 2014
Cardinale coordinatore Reinhard Marx
{{{titolo2}}} {{{rettore2}}}
{{{titolo3}}} {{{rettore3}}}
Segretario:
Emeriti:
Indirizzo
Palazzo Apostolico, Città del Vaticano tel.: 06.69.88.17.71
Collegamenti esterni
curia Praedicate Evangelium
dati catholic hierarchy
Chiesa cattolica · Santa Sede
Tutti i dicasteri della Curia Romana

Istituzione

Il Consiglio per l'economia con la Segreteria per l'economia e il Revisore generale sono stati istituiti da papa Francesco con la lettera apostolica in forma di motu proprio del 24 febbraio 2014 Fidelis dispensator et prudens. Ha il "compito di sorvegliare la gestione economica e di vigilare sulle strutture e sulle attività amministrative e finanziarie dei Dicasteri della Curia Romana, delle Istituzioni collegate con la Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano"[1]. In particolare "Il Consiglio per l'Economia è l'ente della Santa Sede competente a vigilare sulle strutture e attività amministrative e finanziarie dei dicasteri della Curia Romana, delle istituzioni collegate alla Santa Sede o che fanno riferimento ad essa e delle amministrazioni del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano" [2]. Il Consiglio verifica i bilanci preventivi annuali e i bilanci consuntivi consolidati della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano, prepara raccomandazioni sugli stessi e li sottopone all'approvazione del Santo Padre [3]. Il Consiglio è composto da quindici membri nominati ad quinquennium dal Santo Padre. Otto membri sono scelti tra Cardinali e Vescovi che rappresentano l'universalità della Chiesa e sette membri laici tra esperti di varie nazionalità [4]. Il Consiglio è presieduto da un Cardinale Coordinatore e assistito da un Vice Coordinatore, entrambi nominati dal Santo Padre tra i membri del Consiglio [5].

Cardinali Coordinatori

Vice-coordinatori

Prelati segretari

Note
  1. Lettera Apostolica in forma di Motu Proprio Fidelis dispensator et prudens, n. 1
  2. dallo Statuto del Consiglio per l'Economia, art. 1
  3. dallo Statuto del Consiglio per l'Economia, art. 3
  4. dallo Statuto del Consiglio per l'Economia, art. 5
  5. dallo Statuto del Consiglio per l'Economia, art. 5
Collegamenti esterni