Sinodo dei Vescovi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Sinodo dei vescovi)
Sinodo dei Vescovi
Virgolette aperte.png
Il Sinodo è infatti un'espressione particolarmente fruttuosa e lo strumento validissimo della collegialità episcopale.
Virgolette chiuse.png
(Papa Giovanni Paolo II, discorso al Consiglio della segreteria generale del Sinodo dei Vescovi, 30 aprile 1983[1].)

Il Sinodo dei Vescovi è un'istituzione permanente del Collegio episcopale. È un'assemblea dei rappresentanti dell'episcopato cattolico che ha il compito di aiutare con i suoi consigli il Papa nel governo della Chiesa universale.

Fu il Papa Paolo VI che lo istituì il 15 settembre 1965 in risposta al desiderio dei Padri del Concilio Vaticano II per mantenere vivo l'autentico spirito formatosi dall'esperienza dello stesso Concilio. Il documento con cui fu istituito il Sinodo è la lettera apostolica Motu proprio Apostolica sollicitudo.

Legislazione ecclesiastica

Il Sinodo dei vescovi è regolamentato dal Codice di diritto canonico nei can. 342-348.

Se ne parla pure nel Codice dei canoni delle chiese orientali, al can. 46.

Cronotassi dei segretari generali

Le Assemblee del Sinodo dei Vescovi

Il Codex iuris canonici del 1983 prevede due tipi di assemblee sinodali:

  • Le assemblee generali, che possono essere ordinarie o straordinarie:
    • quelle ordinarie vertono sul bene della Chiesa intera;
    • le straordinarie hanno lo stesso oggetto, ma sono convocate per necessità di rapida decisione;
  • le assemblee speciali: trattano affari che riguardano una o più regioni determinate.

Dall'istituzione della figura del Sinodo dei Vescovi si sono svolte le seguenti assemblee:

  1. Prima Assemblea Generale Ordinaria, 29 settembre-29 ottobre 1967, sulla preservazione e il rafforzamento della fede cattolica, la sua integrità, il suo vigore, il suo sviluppo, la sua coerenza dottrinale e storica.
  2. Prima Assemblea Generale Straordinaria, 11-28 ottobre 1969, sulla cooperazione tra la Santa Sede e le Conferenze episcopali
  3. Seconda Assemblea Generale Ordinaria, 30 settembre-6 novembre 1971, sul sacerdozio ministeriale e la giustizia nel mondo
  4. Terza Assemblea Generale Ordinaria, 27 settembre-26 ottobre 1974, sull'evangelizzazione nel mondo moderno. Paolo VI ne trasse l'Esortazione Apostolica Evangelii nuntiandi (8 dicembre 1975).
  5. Quarta Assemblea Generale Ordinaria, 30 settembre-29 ottobre 1977, sulla catechesi nel nostro tempo. Giovanni Paolo II ne trasse l'Esortazione Apostolica Catechesi Tradendae (16 ottobre 1979).
  6. Sinodo Particolare per i Paesi Bassi, 14-31 gennaio 1980, sulla situazione pastorale in Olanda.
  7. Quinta Assemblea Generale Ordinaria, 26 settembre-25 ottobre 1980, sulla famiglia cristiana. Frutto ne fu l'Esortazione Apostolica Familiaris Consortio (22 novembre 1981).
  8. Sesta Assemblea Generale Ordinaria, 29 settembre-29 ottobre 1983, sulla penitenza e la riconciliazione nella missione della Chiesa. Frutto: l'Esortazione Apostolica Reconciliatio et Paenitentia (2 dicembre 1984; per la prima volta il documento riceve la specificazione di "Post-Sinodale").
  9. Seconda Assemblea Generale Straordinaria, 24 novembre-8 dicembre 1985, in occasione del ventesimo anniversario della conclusione del Concilio Vaticano II: propose la pubblicazione del futuro Catechismo della Chiesa cattolica (1992).
  10. Settima Assemblea Generale Ordinaria, 1-30 ottobre 1987, sulla vocazione e missione dei laici nella Chiesa e nel mondo. Frutto: l'Esortazione Apostolica Post-sinodale, Christifideles Laici (30 dicembre 1988).
  11. Ottava Assemblea Generale Ordinaria, 30 settembre-28 ottobre 1990, sulla formazione dei sacerdoti nelle circostanze attuali. Frutto: l'Esortazione Apostolica Post-sinodale Pastores dabo vobis (25 marzo 1992).
  12. Assemblea Speciale per l'Europa, 28 novembre-14 dicembre 1991, col tema: "Siamo testimoni di Cristo che ci ha liberato". Fu preceduta dal Simposio presinodale Cristianesimo e Cultura in Europa. Memoria, coscienza, progetto - 28 ottobre-31 ottobre 1991[2]
  13. Assemblea Speciale per l'Africa, 10 aprile-8 maggio 1994, sulla Chiesa in Africa e la sua missione evangelizzatrice verso l'anno 2000. Frutto: l'Esortazione Apostolica Post-sinodale Ecclesia in Africa (14 settembre 1995).
  14. Nona Assemblea Generale Ordinaria, 2-29 ottobre 1994, sulla vita consacrata e la sua missione nella Chiesa e nel mondo. Frutto: l'Esortazione Apostolica Post-sinodale Vita Consecrata (25 marzo 1996).
  15. Assemblea Speciale per il Libano, 26 novembre-14 dicembre 1995, sul tema "Cristo è la nostra speranza: rinnovati dal suo Spirito, solidali, testimoniamo il suo amore". Frutto: l'Esortazione Apostolica Post-sinodale Una speranza nuova per il Libano (10 maggio 1997)
  16. Assemblea Speciale per l'America, 16 novembre-12 dicembre 1997, sul tema "L'incontro con Gesù Cristo vivo, via per la conversione, la comunione e la solidarietà in America". Frutto: l'Esortazione Apostolica Post-Sinodale Ecclesia in America (22 gennaio 1999).
  17. Assemblea Speciale per l'Asia, 19 aprile-14 maggio 1998, sul tema "Gesù Cristo Salvatore e la sua missione d'amore e di servizio in Asia: "perché abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza" (Gv 10,10)". Frutto: l'Esortazione Apostolica Post-Sinodale Ecclesia in Asia (6 novembre 1999).
  18. Assemblea Speciale per l'Oceania, 22 novembre-12 dicembre 1998, sul tema: "Gesù Cristo: seguire la sua via, proclamare la sua verità, vivere la sua vita: un appello per i popoli d'Oceania". Frutto: l'Esortazione Apostolica PostSnodale Ecclesia in Oceania (22 novembre 2001).
  19. Seconda Assemblea Speciale per l'Europa, 1-23 ottobre 1999, sul tema: "Gesù Cristo vivente nella sua Chiesa, sorgente di speranza per l'Europa". Frutto: l'Esortazione Apostolica Post-Sinodale Ecclesia in Europa (28 giugno 2003). Fu preceduta dal Simposio presinodale Cristo, fonte di una nuova cultura per l'Europa alle soglie del Nuovo Millennio - 11 gennaio-14 gennaio 1999[3]
  20. Decima Assemblea Generale Ordinaria, 30 settembre-27 ottobre 2001, sul tema "Il vescovo servitore del Vangelo di Gesù Cristo per la speranza del mondo". Frutto: l'Esortazione Apostolica Post-Sinodale Pastores Gregis (16 ottobre 2003, l'ultima di Giovanni Paolo II).
  21. Undicesima Assemblea Generale Ordinaria, 2-23 ottobre 2005, sull'Eucaristia fonte e culmine della vita e della missione della Chiesa. Frutto: l'Esortazione Apostolica Post-Sinodale di Benedetto XVI Sacramentum Caritatis (22 febbraio 2007)
  22. Dodicesima Assemblea Generale Ordinaria, 5-26 ottobre 2008, sulla Parola di Dio nella vita e nella missione della Chiesa.
  23. Seconda Assemblea Speciale per l'Africa, 4-25 ottobre 2009, sul tema "La Chiesa in Africa a servizio della riconciliazione, della giustizia e della pace".
  24. Assemblea Speciale per il Medio Oriente: comunione e testimonianza. 10-24 ottobre 2010
  25. XIII Assemblea Generale Ordinaria - 7-28 ottobre 2012, sulla nuova evangelizzazione per la trasmissione della fede cristiana.
  26. III Assemblea Generale Straordinaria 5-19 ottobre 2014, Le sfide pastorali della famiglia nel contesto dell'evangelizzazione.
  27. XIV Assemblea Generale Ordinaria - 4-25 ottobre 2015, sul tema la vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo.
  28. XV Assemblea Generale Ordinaria - 3-28 ottobre 2018, sul tema "I giovani, la fede e il discernimento vocazionale".
  29. Assemblea speciale per la regione panamazzonica, 6-27 ottobre 2019, sul tema: "Amazzonia: nuovi cammini per la Chiesa e per una ecologia integrale".

Organismo permanente, il sinodo esercita il suo incarico quando il Romano Pontefice convoca le assemblee. Finito il sinodo, cessa l'incarico. Rimane solo una segreteria generale permanente, che crea un collegamento tra le assemblee.

Note
  1. Discorso di Giovanni Paolo II al Consiglio della segreteria generale del Sinodo dei Vescovi, 30 aprile 1983.
  2. Riguardo al simposio,
    « Uno dei più importanti eventi nella preparazione fu un Simposio pre-sinodale promosso dal Pontificio Consiglio per la Cultura. In esso si riunirono gli intellettuali dell'Europa orientale e occidentale per una riflessione comune sul tema del Sinodo. Allo stesso tempo, rappresentanti dalla Chiesa ortodossa e delle altre principali comunità cristiane in Europa furono invitati nello spirito ecumenico a partecipare per la prima volta ad un'assemblea sinodale come "Delegati fraterni". »
    (Cristianesimo e Cultura in Europa. Memoria, coscienza, progetto, Atti del Simposio presinodale, Edizioni CSEO, Forlì 1991, online.)
  3. L'identità cristiana in una cultura secolarizzata, Atti del secondo Simposio presinodale Vaticano, 11-14 gennaio 1999, Forlí 1999
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.