Bolesław Twardowski

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Jump to navigation Jump to search
Bolesław Twardowski
Stemma vescovo.png
Arcivescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Bolesław Twardowski.png

{{{didascalia}}}
'
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte 80 anni
Nascita Leopoli
18 febbraio 1864
Morte Leopoli
22 novembre 1944
Sepoltura Cattedrale di Leopoli
Appartenenza Arcidiocesi di Leopoli
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 25 luglio 1886 da Arc. Severin Moravsky
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 14 settembre 1918 da Benedetto XV
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 12 gennaio 1919 dall'arcivescovo Józef Bilczewski
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo 3 agosto 1923 da Pio XI
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Vescovi
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Errore Lua in package.lua alla linea 80: module 'strict' not found.
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Bolesław Twardowski (Leopoli, 18 febbraio 1864; † Leopoli, 22 novembre 1944) è stato un rettore e arcivescovo polacco, vescovo ausiliare e arcivescovo metropolita di Leopoli.

Biografia

La formazione e il ministero sacerdotale

Nacque il 18 febbraio 1864 nelle vicinanze di Leopoli in territorio polacco (ora Ucraina), dove frequentò la locale scuola primaria e secondaria. Nel 1882 entrò nel locale seminario e compì gli studi teologici presso l'Università di Leopoli. Fu ordinato presbitero il 25 luglio 1886 da parte dell'arcivescovo metropolita di Leopoli Severin Moravsky [1].

Per due anni si trasferì a Roma dove strinse amicizia con Józef Bilczewski, futuro arcivescovo di Leopoli. Nel 1888 conseguì il dottorato in diritto canonico presso la Pontificia Università Gregoriana. Rientrato nella sua diocesi al termine degli studi, divenne prefetto del seminario e successivamente cancelliere della curia. Nel 1902 esercitò il ministero di parroco vicino a Ternopil, dove grazie a lui, fu costruita la grande chiesa dedicata alla Madre di Dio del Perpetuo Soccorso.

La nomina episcopale

Il 14 novembre 1918, fu nominato da Benedetto XV vescovo ausiliare di Leopoli [2]. Venne consacrato vescovo titolare di Telmisso nella cattedrale dell'Assunzione della Beata Vergine Maria di Leopoli dall'arcivescovo Józef Bilczewski; era assistito dal vescovo di Tarnów Leon Wałęga [3] e dal vescovo ausiliare di Przemyśl Stanislaw Kazimierz Ruszkiewicz [4], vescovo titolare di Mallus. Servì la diocesi come vicario generale e rettore del seminario di Leopoli. Il 22 marzo 1923, in seguito alla morte dell'arcivescovo Bilchevskyi, fu nominato vicario capitolare, e il 3 agosto seguente fu nominato arcivescovo metropolita.

Sotto la sua guida fino al 1935 furono costruite 27 chiese, iniziò la costruzione di quattro santuari, e il restauro di 19 chiese. La più importante realizzazione fu l'edificazione della Chiesa dedicata alla Madre di Dio a Ostrobram, costruita negli anni 1931-1934. Diede grande importanza all'attività caritativa della Chiesa: al tempo della crisi economica tenne un ruolo attivo allo scopo di alleviare le conseguenze della povertà e della fame nell'arcidiocesi di Leopoli; fu un fermo oppositore della partecipazione del clero alla vita politica.

Con l'avvento del "potere Radianskoy", fu deportato dalla sua residenza nella primavera del 1939 e visse per qualche tempo nel monastero dei Padri-Missionari. Tornò al palazzo arcivescovile il 16 giugno 1941. Tuttavia, a causa della malattia la maggior parte delle funzioni furono trasferite al vescovo ad interim Eugeniusz Baziak, che dal 26 giugno 1944 svolse la funzione di vicario con diritto di successione.

La morte

Morì il 22 febbraio 1944 all'età di 80 anni a Leopoli. Secondo la sua volontà, fu sepolto nella cripta della Chiesa della Madre di Dio Ostrohbramska, e il suo cuore - nelle mura del Monastero dei Carmelitani a Leopoli. Negli anni '40 i suoi resti furono trasferiti nella cripta della cattedrale di Leopoli e il suo cuore fu portato al monastero carmelitano di Włocławka.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Telmisso Successore: Bishopcoa.png
Johannes Hofman , O.F.M.
ch
14 settembre 19183 agosto 1923 Jean-Camille Costes
ch
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Johannes Hofman , O.F.M.
ch
{{{data}}} Jean-Camille Costes
ch
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Leopoli Successore: Bishopcoa.png
Józef Bilczewski 3 agosto 192322 novembre 1944 Eugeniusz Baziak I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Józef Bilczewski {{{data}}} Eugeniusz Baziak
Note
  1. cfr. Archbishop Seweryn Tytus Morawski-Dąbrowa  su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 20-06-2021
  2. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1918, op. cit., p. 417
  3. cfr. Archbishop Leon Wałęga su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 20-06-2021
  4. cfr. Bishop Karol Józef Fischer su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 20-06-2021
Bibliografia
  • (PL) G. Chajko, Arcybiskup Bolesław Twardowski (1864–1944) - metropolita lwowski obrządku łacińskiego (Metropolita di Leopoli di rito latino), Rzeszów, 2010
Collegamenti esterni