Giovan Francesco Compagnoni Marefoschi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Giovan Francesco Compagnoni Marefoschi
Stemma vescovo.png
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

[[File:|250px]]

'
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 62 anni
Nascita Macerata
22 settembre 1757
Morte Rio de Janeiro
17 settembre 1820
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 9 giugno 1816
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 29 aprile 1816 da Pio VII
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 23 giugno 1816 dal card. Cesare Brancadoro
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org

Giovan Francesco Compagnoni Marefoschi (Macerata, 22 settembre 1757; † Rio de Janeiro, 17 settembre 1820) è stato un arcivescovo e nunzio apostolico italiano.

Cenni biografici

Giovan Francesco o Giovanni Francesco nacque a Macerata il 22 settembre 1757 dal conte Camillo Compagnoni Marefoschi e dalla moglie Margarita nata Carleni di Amelia. Compagnoni Marefoschi era una famiglia registrata nel patriziato della città: a quel casato appartennero i cardinali Prospero Marefoschi e Mario Marefoschi.

Compì gli studi presso l'Università della sua città dove il 23 novembre 1778 si addottorò in utroque iure. Si trasferì a Roma e ricevette gli ordini minori e completò la sua formazione al Collegio Clementino. A Roma fu attivo presso gli avvocati Sensale, Riganti, Francesco Mazzei e Antonio Maria Gasparri.

Nel 1781 entrò in prelatura e due anni dopo fu nominato prelato domestico e protonotario apostolico non partecipante. Papa Pio VI lo fece consulente della congregazione per le indulgenze e le sacre reliquie e ponente della congregazione del buon governo.

Nel 1800 dopo la restaurazione, fu governatore provvisorio di Loreto dal 2 gennaio al 21 luglio quando rinunciò alla carica. Fu promosso a cancelliere della Camera Apostolica il 23 febbraio dell'anno successivo. Nel 1808 fu nominato prelato della Congregazione di Loreto e presidente dell'Archivio della Camera Apostolica.

Si rifugiò presso la famiglia durante l'occupazione napoleonica e accolse Pio VII - di rientro dalla prigionia - nel Palazzo Marefoschi a Macerata la notte tra il 16 e il 17 maggio 1814. Tornò poi a Roma come cancelliere della Camera Apostolica e fu confermato presidente dell'archivio camerale il 23 settembre 1814.

Preconizzato per la carriera diplomatica fu eletto arcivescovo di Damiata in partibus infidelium il 29 aprile 1816. Ricevette gli ordini sacri in rapida successione e il 23 giugno ricevette l'ordinazione vescovile dalle mani del cardinal Cesare Brancadoro coadiuvato da mons. Gabriel Cortois de Pressigny, arcivescovo di Besançon, presente a Roma per i negoziati sul concordato tra la Santa Sede e Luigi XVIII di Francia e padre Vincenzo Paccaroni (Ch), O.S.B., vescovo titolare di Costanza di Arabia. Il 20 dicembre gli fu assegnata la nunziatura presso il re del Portogallo, in esilio in Brasile. Lasciò Roma il 3 marzo, giunse a Rio de Janeiro il 27 ottobre seguente e presentò le credenziali al re il 1° novembre.

Morì tre anni dopo a Rio de Janeiro, il 17 settembre 1820, e fu sepolto nel monastero benedettino della città.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo titolare di Damiata Successore: ArcbishopCoA PioM.svg
Bartolomeo Pacca 29 aprile 1816 - 17 settembre 1820 Giovanni Giacomo Sinibaldi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Bartolomeo Pacca {{{data}}} Giovanni Giacomo Sinibaldi
Predecessore: Nunzio apostolico in Portogallo Successore: Emblem Holy See.svg
Lorenzo Caleppi 20 dicembre 1816 - 17 settembre 1820 Giacomo Filippo Fransoni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Lorenzo Caleppi {{{data}}} Giacomo Filippo Fransoni
Bibliografia

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.