Léon-Étienne Duval

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Léon-Etienne Duval)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Léon-Étienne Duval
Cardinale
Stemma Cardinale Duval.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
In caritate omnia

Cardinale Duval.jpg

Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 92 anni
Nascita Chênex
9 novembre 1903
Morte Algeri
30 maggio 1996
Sepoltura Algeri, Basilica di Nostra Signora d'Africa
Appartenenza Diocesi di Annecy
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 18 dicembre 1926
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo 8 novembre 1946 da papa Pio XII
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Chiesa di Notre-Dame (Annecy), 11 febbraio 1947 dal vescovo Auguste-Léon-Alexis Cesbron
Elevazione ad Arcivescovo 3 febbraio 1954 da papa Pio XII
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
22 febbraio 1965 da Paolo VI (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 31 anni, 3 mesi e 8 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Léon-Étienne Duval (Chênex, 9 novembre 1903; † Algeri, 30 maggio 1996) è stato un cardinale e arcivescovo francese.

Cenni biografici

Nato a Chenex, diocesi di Annecy in Francia, i suoi genitori avevano una fattoria abbastanza grande. Era il sesto di sette figli. Tre delle sue sorelle entrarono a fare parte di ordini religiosi e lui era zio di Joseph Marie Louis Duval(ch), arcivescovo di Rouen in Francia.

Formazione e ministero sacerdotale

Ha studiato presso il seminario diocesano e poi al Pontificio Seminario Francese di Roma.

Ordinato presbitero il 18 dicembre 1926, ministero pastorale nella diocesi di Annecy, 1926-1942. Professore di Filosofia e Teologia dogmatica al Seminario di Annecy fra il 1930 e il 1938. Canonico onorario dell'Arcidiocesi di Algeri, direttore delle Opere e vicario generale, 1942-1946.

Ministero episcopale

Eletto vescovo di Costantina in Algeria il 3 novembre 1946, è stato consacrato l'11 febbraio 1947 nella Chiesa di Notre-Dame di Annecy da Auguste Cesbron(ch), vescovo di Annecy, assistito da Raoul Harscouêt(ch), vescovo di Chartres, e da Léon Terrier(ch), vescovo di Bayonne. Il suo motto episcopale era: Omnia in charitate.

Si è recato per la prima volta in Algeria il 23 febbraio 1947; promosso alla sede metropolitana di Algeri il 3 febbraio 1954, ha preso parte al Concilio Vaticano II, 1962-1965. Presidente della Conferenza Episcopale del Nord Africa, 1963-1988.

Cardinalato

Creato da Paolo VI Cardinale presbitero nel Concistoro del 22 febbraio 1965, ha ricevuto la Berretta rossa e il Titolo cardinalizio di San Balbina il 25 febbraio 1965.

Ha partecipato alla Prima Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, in Vaticano, dal 29 settembre al 29 ottobre 1967, alla Prima Assemblea Straordinaria del Sinodo dei Vescovi dall'11 al 28 ottobre 1969, alla Seconda Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, dal 30 settembre al 6 novembre 1971; presidente-delegato, il 2 agosto 1971.

Eletto membro del Consiglio Generale della Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi dal 6 novembre 1971 fino al 1974. Ha partecipato alla Terza Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi dal 27 settembre al 26 ottobre 1974, al conclave dell'agosto 1978, che ha eletto Papa Giovanni Paolo I e a quello dell'ottobre 1978 che ha eletto Papa Giovanni Paolo II.

Ha preso parte alla Prima Assemblea Plenaria del Sacro Collegio dei Cardinali, in Vaticano, dal 5 al 9 novembre 1979 e ha perduto il diritto di partecipare al conclave quando ha raggiunto gli ottant'anni di età, il 9 novembre 1983. Ha rassegnato le dimissioni dal governo pastorale dell'arcidiocesi di Algeri il 19 aprile 1988; ha partecipato all'Assemblea Speciale per l'Africa del Sinodo dei Vescovi, dal 10 aprile all'8 maggio 1994.

Morte

Morto il 30 maggio 1996, nel suo appartamento adiacente alla Basilica di Nostra Signora d'Africa di Algeri; era ricoverato da tre settimane in seguito alla frattura del femore.

Il funerale è stato celebrato nella cattedrale di Algeri; è stata una messa comune, officiata per l'eterno riposo del cardinale e dei sette monaci Trappisti assassinati nell'abbazia di Notre Dame dell'Atlante di Tibhirine. Hanno presieduto la funzione i cardinali Francis Arinze e Jean-Marie Lustiger, in rappresentanza del Pontefice. Il defunto cardinale è stato seppellito nella cattedrale.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Costantina Successore: BishopCoA PioM.svg
Emile-Jean-François Thiénard 3 novembre 1946 - 3 febbraio 1954 Paul-Pierre-Marie-Joseph Pinier I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Emile-Jean-François Thiénard {{{data}}} Paul-Pierre-Marie-Joseph Pinier
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Algeri Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Auguste-Fernand Leynaud 3 febbraio 1954 - 19 aprile 1988 Henri Antoine Marie Teissier I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Auguste-Fernand Leynaud {{{data}}} Henri Antoine Marie Teissier
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Balbina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Clément-Emile Roques 25 febbraio 1965 - 30 maggio 1996 Péter Erdő I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Clément-Emile Roques {{{data}}} Péter Erdő
Predecessore: Presidente della Conferenza Episcopale Regionale del Nordafrica Successore: Mitra heráldica.svg
- 1966 - 1983 Henri Antoine Marie Teissier I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Henri Antoine Marie Teissier
Voci correlate