Orazio Giustiniani

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Orazio Giustiniani, C.O.
Stemma cardinale.png
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

GIUSTINIANI ORAZIO BIBL 034.jpg

'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 69 anni
Nascita Chio
28 febbraio 1580
Morte Roma
25 luglio 1649
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[]]
Professione religiosa 30 agosto 1614
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale [[]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 16 settembre 1640 dal Cardinal Giovanni Battista Pamphilj
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
6 marzo 1645 da Innocenzo X (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Orazio Giustiniani (Chio, 28 febbraio 1580; † Roma, 25 luglio 1649) è stato un cardinale, vescovo e letterato italiano.

Cenni biografici

Di famiglia patrizia genovese nacque nell'isola di Chio il 28 febbraio 1580. Il padre Giuseppe apparteneva al ramo dei Longo in Ughetti, la madre Despina al ramo dei Garibaldi. Aveva sei fratelli tra i quali Giuliano che divenne frate oratoriano prima di lui e una sorella Maria, la quale secondo gli atti del processo di canonizzazione di Filippo Neri, nel 1595 all'età di dodici anni fu guarita per intercessione del santo da una malattia cutanea che l'aveva tormentata per molto tempo.

Fu a Roma attorno all'anno 1595, fu per lo più autodidatta con una straordinaria facilità nell'apprendere. I suoi studi furono soprattutto di filosofia, teologia e diritto canonico.

Chiese di far parte della Congregazione dell'Oratorio già nel 1604, dove fu accolto provvisoriamente, perché era già oratoriano il fratello Giuliano e non era permesso che due persone della stessa famiglia ne facessero parte. Fu ammesso ufficialmente il 30 agosto 1614. La Congregazione lo nominò in seguito prefetto delle cerimonie, per la sua specifica preparazione nel campo liturgico. Giustiniani fu uno dei promotori della causa di canonizzazione di Filippo Neri.

Si distinse per esemplarità di vita e facoltà oratorie. Era apprezzato, oltre che dai parenti, il cardinal Benedetto e il nobile Vincenzo, anche dai cardinali Francesco e Antonio Barberini. Il primo lo condusse con sé quando celebrò il concilio di Farfa e lo deputò a sovraintendere tale abbazia, di cui era titolare.

Per le sue origini e la sua conoscenza del greco volgare, fu coinvolto nelle vicende della Chiesa greca. Il 13 giugno 1627 il segretario della congregazione di Propaganda Fide, Francesco Ingoli, propose l'invio del Giustiniani, allora consultore della congregazione, a Costantinopoli, in missione segreta per trattative sull'unione delle Chiese greca e latina con il patriarca Cirillo Lucaris, avverso alla Chiesa cattolica e vicino alle idee calviniste, ma Giustiniani rifiutò l'incarico, soprattutto per non lasciare la Congregazione dell'Oratorio.

Fu nominato vescovo di Montalto il 13 febbraio 1640, due giorni dopo fu consacrato nella chiesa di santa Caterina da Siena a Roma, dal cardinale Giovanni Battista Pamphilj, assistito da mons. Giovanni Battista Rinuccini (Ch), arcivescovo di Fermo e da mons. Lelio Falconieri, allora arcivescovo titolare di Tebez poi cardinale. Giustiniani fu trasferito alla sede di Nocera il 16 gennaio 1645.

Papa Innocenzo X nel concistoro del 6 marzo 1645 lo volle cardinale. Il 24 aprile di quell'anno ricevette la berretta rossa con il titolo di cardinale presbitero di Sant'Onofrio. Fu nominato Bibliotecario di Santa Romana Chiesa il 25 settembre 1646, carica che tenne sino alla morte. Nel 1647 fu nominato Penitenziere Maggiore, anche questa carica fu tenuta dal prelato sino alla morte.

Morì il 25 luglio 1649 a Roma. Fu esposto e sepolto nella chiesa di santa Maria in Vallicella, nella tomba dei sacerdoti della sua congregazione.

Opere

Oltre ad alcune opere manoscritte presenti nella Biblioteca Vaticana:

  • commenti su opere di san Tommaso (Mss., O.86)
  • Sermones morales autografi (ibid., O.88)
  • De iustitia et iure tractatus (ibid., O.87)

La sua principale opera fu l'edizione degli atti del concilio di Firenze del1438-1446

  • Acta sacri oecumenici concilii Florentini... collata, disposita, illustrata, Roma 1638[1]

La sua attenzione alla Chiesa greca e ai rapporti tra cattolici e ortodossi si espresse in questo lavoro che voleva colmare una lacuna, la mancanza di atti scritti da parte di latini sul concilio, in quanto tutto ciò che era stato pubblicato fino ad allora era stato scritto dai greci. L'opera, già pronta nel 1636, fu da Propaganda Fide fu sottoposta all'esame, tra gli altri, del generale dei domenicani Niccolò Ridolfi, di Terenzio Alciati S.I. e Lucas Holste. Il 14 novembre 1637, venne dato parere favorevole e l'opera fu pubblicata con dedica a papa Urbano VIII.

Genealogia episcopale

Predecessore: Vescovo di Montalto Successore: BishopCoA PioM.svg
Paolo Orsini, O.P. Ch 13 settembre 1640-16 gennaio 1645 Girolamo Codebò Ch I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Paolo Orsini, O.P. Ch {{{data}}} Girolamo Codebò Ch
Predecessore: Vescovo di Nocera Umbra Successore: BishopCoA PioM.svg
Virgilio Fiorenzi (Fiorentini) Ch 16 gennaio 1645-25 settembre 1646 Mario Montani Ch I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Virgilio Fiorenzi (Fiorentini) Ch {{{data}}} Mario Montani Ch
Predecessore: Cardinale presbitero di Sant'Onofrio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Giovanni Battista Zauli 24 aprile 1645-25 luglio 1649 Giuseppe Gasparo Mezzofanti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Battista Zauli {{{data}}} Giuseppe Gasparo Mezzofanti
Predecessore: Bibliotecario di Santa Romana Chiesa Successore: Emblem Holy See.svg
Antonio (Marcello) Barberini (Sr.), O.F.M. Cap. 25 settembre 1646-25 luglio 1649 Flavio Chigi (Sr.) I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio (Marcello) Barberini (Sr.), O.F.M. Cap. {{{data}}} Flavio Chigi (Sr.)
Note
Bibliografia
  • Massimo Ceresa, Dizionario Biografico degli Italiani, Vol. 57 (2001), online

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.