Diocesi di Salamanca

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca

Diocesi di Salamanca
Dioecesis Salmantina
Chiesa latina

Salamanca Catedral.JPG
vescovo José Luis Retana Gozalo
Sede Salamanca

sede vacante
Salamanca

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Amministratore diocesano {{{ammdiocesano}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea dell'arcidiocesi di Valladolid
Regione ecclesiastica {{{regione}}}
Logotipo de la diócesis de Salamanca.svg
Stemma
Diócesis de Salamanca.svg
Mappa della diocesi
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Nazione bandiera Spagna
diocesi suffraganee
coadiutore
vicario
provicario
generale
ausiliari

Vescovi emeriti:

Carlos López Hernández
Parrocchie 411
Sacerdoti

362 di cui 161 secolari e 201 regolari
705 battezzati per sacerdote

276 religiosi 852 religiose 5 diaconi
277.943 abitanti in 7.876 km²
255.525 battezzati (91,9% del totale)
Eretta VI secolo
Rito romano
Cattedrale Santa Maria dell'Assedio
Concattedrale {{{concattedrale}}}
Santi patroni
Indirizzo
Calle Rosario 18-28, 37001 Salamanca, España
Coordinate geografiche
<span class="geo-dms" title="Mappe, foto aeree ed altre informazioni per Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.">Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. / {{{latitudine_d}}}, {{{longitudine_d}}} {{{{{sigla paese}}}}}


Collegamenti esterni

Sito ufficiale

Dati online 2018 (gc ch )

Chiesa cattolica in Spagna
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

La diocesi di Salamanca (in latino: Dioecesis Salmantina) è una sede della Chiesa cattolica in Spagna suffraganea dell'arcidiocesi di Valladolid. Nel 2020 contava 255.525 battezzati su 277.943 abitanti. È retta dal vescovo José Luis Retana Gozalo.

Territorio

La diocesi comprende la parte orientale della provincia di Salamanca, una delle 9 province della comunità autonoma di Castiglia e León, nella Spagna centro-occidentale. La provincia di Salamanca comprende anche la diocesi di Ciudad Rodrigo, come pure alcune parrocchie che appartengono alla diocesi di Plasencia.

Sede vescovile è la città di Salamanca, dove si trovano la cattedrale nuova di Santa Maria dell'Assedio e la cattedrale vecchia, oggi ex cattedrale. Ad Alba de Tormes si trova la basilica di Santa Teresa.

Il territorio si estende su 7.876 km² ed è suddiviso in 411 parrocchie, a loro volta raggruppate in 13 arcipresbiterati (archiprestazgos), di cui 5 urbani ed 8 rurali.

Storia

La prima notizia certa dell'erezione della diocesi risale al 589, anno in cui il vescovo Eleuterio partecipò al III Concilio di Toledo. La tradizione tramanda i nomi di alcuni vescovi precedenti ad Eleuterio, quindi è possibile che la diocesi sia più antica. Nel 666 la partecipazione al concilio di Merida provinciale dimostra che la sede di Salamanca era suffraganea dell'arcidiocesi di Mérida.

L'invasione araba fra i secoli VIII e XI forse si ebbe un'interruzione della successione vescovile. I nomi tramandati dei vescovi non consentono comunque di ricostruire con continuità la storia della diocesi.

Il primo documento certo del ristabilimento della sede è del 22 giugno 1102, in cui è nominato il vescovo Jerónimo. Jerónimo creò una scuola cattedrale (il suo maestro partecipò al concilio di Carrion del 1130) che pose le basi pre la creazione dello Studio Generale prima e dell'Università di Salamanca, poi.

Dall'istituzione dello Studio Generale nel 1218 da parte di re Alfonso IX di León, fece seguito, nel 1252, il riconoscimento da parte di re Alfonso X il Saggio del titolo di Università (poi ratificato da papa Alessandro IV nel 1255). Gran parte delle entrate del vescovato erano dedicate al mantenimento dell'ateneo, quindi era una diocesi povera in cui prelati ambiziosi non volevano andare, chi accettava la carica aveva piuttosto preoccupazioni intellettuali e in generale erano professori (e persino rettori) dell'Università.

Nel 1120 entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Santiago di Compostela, come sancito da una bolla di papa Callisto II del 24 febbraio 1124.

Il primo sinodo diocesano fu celebrato nel 1560 dal vescovo Pedro González Mendoza, ad esso seguirono un sinodo durante l'episcopato di Jerónimo Manrique Figueroa, il sinodo del 1604, presieduto dal vescovo Luis Fernández de Córdoba, e il sinodo del 1654, indetto dal vescovo Pedro Carrillo y Acuña.[1]

Il 31 ottobre 1778 fu istituito il seminario diocesano, in cui nel decennio successivo confluirono altri collegi preesistenti.

Il 4 luglio 1857 è diventata suffraganea dell'arcidiocesi di Valladolid.

Il 17 ottobre 1954[2] e il 20 luglio 1958[3], con due distinti decreti della Congregazione Concistoriale, furono rivisti i confini della diocesi per farli coincidere con quelli della provincia civile, in applicazione del concordato tra la Santa Sede e il governo spagnolo del 1953. La diocesi di Salamanca cedette alcune parrocchie alle diocesi di Zamora e di Ciudad Rodrigo e acquisì tutte quelle che si trovavano nella provincia di Salamanca e che appartenevano all'arcidiocesi di Valladolid e alle diocesi di Zamora e di Coria-Cáceres.

Dal 15 novembre 2021 è unita in persona episcopi alla diocesi di Ciudad Rodrigo.

Cronotassi dei vescovi

Si omettono i periodi di sede vacante non superiori ai 2 anni o non storicamente accertati.

Statistiche

La diocesi nel 2020 su una popolazione di 277.943 persone contava 255.525 battezzati, corrispondenti al 91,9% del totale.

Note
  1. Gams, op. cit.
  2. (LA) Decreto Quum sollemnibus, AAS 47 (1955), pp. 456-460.
  3. (LA) Decreto Quum sollemnibus, AAS 51 (1959), pp. 38-40.
  4. 4,0 4,1 4,2 4,3 4,4 Manuel Carriedo Tejedo, El obispo Salvato y el episcopologio salmanticense de la segunda mitad del siglo X, in Salmaticensis 46 (1999), pp. 243-262.
  5. 5,0 5,1 (ES) Fernando Gutiérrez Baños, Lo que un epitafio esconde: Pedro Pérez, obispo de Salamanca (1248-1264), Hispania sacra, vol. 71, nº 143 (2019), pp. 59-76 (in particolare p. 69).
  6. Secondo Eubel è nominato vescovo di Zamora.
Bibliografia
Collegamenti esterni