Philippe de la Chambre

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Philippe de la Chambre, O.S.B. Clun.
Stemma P. de la Chambre.png
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

Philippe de la Chambre.png

Ante Te omne desiderium
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 60 anni
Nascita ducato di Savoia
1490
Morte Roma
21 febbraio 1550
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale in data sconosciuta
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 21 febbraio 1491 da Innocenzo VIII
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile in data sconosciuta
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
7 novembre 1533 da Clemente VII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Philippe de la Chambre (ducato di Savoia, 1490; † Roma, 21 febbraio 1550) è stato un cardinale e vescovo francese.

Cenni biografici

Philippe nacque attorno al 1490 nel ducato di Savoia; era figlio di Louis de Seyssel, conte di La Chambre e della sua seconda moglie Anne de La Tour d'Auvergne, figlia di Bertrand de la Tour d'Auvergne, Conte de Boulogne e vedova di Alessandro Stuart, duca di Albany, figlio del re Giacomo II di Scozia. Aveva un fratello maggiore, Jean Comte de la Chambre e una sorellastra, Françoise.

Come cadetto fu avviato alla carriera ecclesiastica e divenne monaco a Cluny. Nel 1523 ebbe in commenda da papa Clemente VII l'abbazia di Saint-Pierre-de-Corbie. L'abbazia di Corbie, sino a quel momento, era retta da abati eletti dal capitolo. Anche in questo caso fu eletto un monaco del convento che ricevette l'approvazione del re e dell'arcivescovo di Reims, Robert de Lénoncourt.[1] L'abate eletto dai monaci rinunciò alla carica a favore del cardinale Luigi di Borbone. Per risolvere pacificamente il contrasto, Philippe era disposto a scambiare la commenda di Corbie con quella dell'abbazia di Saint-Amand di Rouen ma il 9 dicembre il Papa rifiutò l'accordo. Il cardinale Luigi di Borbone entrò solennemente a Corbie il 6 ottobre seguente. Philippe ne ottenne la nomina per vie legali il 10 ottobre 1528 e il 5 dicembre seguente ne prese fisicamente possesso.

Nel concistoro del 7 novembre 1533 tenutosi a Marsiglia, dove papa Clemente VII si era recato per celebrare le nozze tra la nipote Caterina de' Medici ed Enrico di Valois, secondogenito di Francesco I di Francia, Philippe fu elevato alla dignità cardinalizia con altri tre prelati francesi: Odet de Coligny de Châtillon; Claude de Longwy de Givry e Jean Le Veneur.

L'anno seguente il neo porporato fu a Roma per il conclave del 1534 che fu aperto l'11 ottobre e lo stesso giorno elesse Papa, per acclamazione, il decano del collegio cardinalizio Alessandro Farnese che prese il nome di Paolo III.

Nel 1535 divenne amministratore apostolico della diocesi di Belley a cui rinunziò nel 1538 a favore del fratello Antoine.

Nel 1541 optò per il titolo presbiterale di Santa Prassede che mantenne fino al 1542, quando scelse il titolo di Santa Maria in Trastevere. L'anno seguente optò per l'ordine dei cardinali vescovi ed ebbe la sede suburbicaria di Frascati.

Fu amministratore apostolico della diocesi di Quimper dal 1546 alla morte.

Partecipò al conclave del 1549-1550 che elesse papa Giulio III. Il conclave si aprì il 29 novembre 1549 ma il porporato francese entrò in conclave solo il 29 dicembre con Georges d'Amboise che probabilmente aveva fatto il viaggio con lui. I lavori del conclave si protrassero per tutto gennaio con i candidati delle tre fazioni: francese, imperiale e Farnese, che si annullavano a vicenda. Il 14 gennaio anche il cardinale Luigi di Borbone-Vendôme entrò in conclave, ma il cardinale Philippe de la Chambre fu costretto ad abbandonare le sessioni per malattia. La sera del 7-8 febbraio 1550 i cardinali si accordarono finalmente sul nome di Giovanni Maria Ciocchi del Monte. Philippe de la Chambre tornò in Conclave in tempo per esprimere il suo voto per il del Monte.[2]

Morì a Roma pochi giorni dopo l'elezione e fu sepolto nella chiesa della Trinità dei Monti.

Successione degli incarichi

Predecessore: Abate commendatario di Saint-Pierre de Corbie Successore: Blason corbie.svg
Guillaume III de Caurel 1º gennaio 1522-21 febbraio 1550 Sébastien II de La Chambre I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Guillaume III de Caurel {{{data}}} Sébastien II de La Chambre
Predecessore: Abate commendatario di Saint-Magloire de Léhon Successore: Blason de la ville de Léhon (Côtes-d'Armor).svg
François Hamon 7 gennaio 1532-1º gennaio 1542 Louis I d'Acigné I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
François Hamon {{{data}}} Louis I d'Acigné
Predecessore: Cardinale presbitero dei Santi Silvestro e Martino ai Monti Successore: CardinalCoA PioM.svg
Jean d'Orléans-Longueville 10 novembre 1533-23 marzo 1541 Uberto Gambara I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Jean d'Orléans-Longueville {{{data}}} Uberto Gambara
Predecessore: Amministratore apostolico di Belley Successore: BishopCoA PioM.svg
Claude de Estavayer, O.Cist.
(vescovo)
8 gennaio 1535-24 maggio 1538 Antoine de la Chambre
(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Claude de Estavayer, O.Cist.
(vescovo)
{{{data}}} Antoine de la Chambre
(vescovo)
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Prassede Successore: CardinalCoA PioM.svg
Francesco Corner 23 marzo 1541-15 febbraio 1542 Gasparo Contarini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Corner {{{data}}} Gasparo Contarini
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria in Trastevere Successore: CardinalCoA PioM.svg
Antonio Pucci 15 febbraio 1542-24 settembre 1543 Gian Pietro Carafa I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Pucci {{{data}}} Gian Pietro Carafa
Predecessore: Cardinale vescovo di Frascati Successore: Cardinalbishop.svg
Marino Grimani 24 settembre 1543-21 febbraio 1550 Gian Pietro Carafa I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Marino Grimani {{{data}}} Gian Pietro Carafa
Predecessore: Amministratore apostolico di Quimper Successore: BishopCoA PioM.svg
Guillaume Éder
(vescovo)
19 luglio 1546-21 febbraio 1550 Niccolò Caetani di Sermoneta I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Guillaume Éder
(vescovo)
{{{data}}} Niccolò Caetani di Sermoneta
Predecessore: Abate commendatario di Saint-Michel du Tréport Successore: Blason Abbaye de Saint-Michel du Tréport (Seine-Maritime).svg
Carlo di Borbone-Vendôme 1º gennaio 1547-21 febbraio 1550 Innocenzo Ciocchi del Monte I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo di Borbone-Vendôme {{{data}}} Innocenzo Ciocchi del Monte
Note
  1. cfr. Archbishop Robert de Lénoncourt † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 14-10-2020
  2. cfr. SEDE VACANTE 1549-1550 su csun.edu. URL consultato il 14-10-2020
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.