Angelo Mai

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Angelo Mai
Schermata 2015-09-08 a 17.45.38.png.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

MAI ANGELO BIBL 050.jpg

'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 72 anni
Nascita Schilpario
7 marzo 1782
Morte Albano Laziale
8 settembre 1854 , secondo altre fonti l'9 settembre
Sepoltura Basilica di Sant'Anastasia al Palatino (Roma)
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale Orvieto, 10 ottobre 1806 da mons. Giovanni Battista Lambruscini
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile [[ ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Gregorio XVI
Creazione
a Cardinale
12 febbraio 1838 da Gregorio XVI (19 maggio 1837 in pectore) (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Angelo Mai (Schilpario, 7 marzo 1782; † Albano Laziale, 8 settembre 1854, secondo altre fonti l'9 settembre) è stato un cardinale e filologo italiano.

Cenni biografici

Nacque il 7 marzo 1782 a Schilpario (Bergamo) da Angelo, carbonaio, e da Pietra di Antonio Mai dei Battistei. La famiglia abbastanza agiata gli permise di avere una buona educazione. Compì gli studi elementari in parrocchia e nel 1796 passò al seminario vescovile di Bergamo. Qui divenne un protetto di padre Luigi Mozzi de' Capistani, ex gesuita, che era ritornato a Bergamo dopo lo scioglimento dei Gesuiti in Italia. Con l'invasione francese il seminario fu chiuso e Mai tornò a casa. Qui per due anni continuò gli studi sotto la guida del prevosto Giovanni Grassi. Nel 1799 chiese l'ammissione nella Compagnia di Gesù a Colorno. Presso questo collegio studiò filosofia sotto la guida di padre Luigi Fortis. Nel 1803 passò al collegio di san Rocco di Parma, dove studiò umanistica e lingua ebraica sotto il celebre orientalista padre Gian Bernardo de' Rossi.

Fu poi professore di belle lettere presso la scuola di Gesù Vecchio a Napoli, dove ricevette l'abito il 20 novembre 1804. Le truppe napoleoniche invasero la città nel 1806 e il Mai si rifugiò a Roma presso il Collegio Romano. Poco tempo dopo fu a Orvieto, chiamato dal vescovo Giovanni Battista Lambruschini. Qui fu ordinato sacerdote il 10 ottobre. A Orvieto fu iniziato allo studio della paleografia dai padri gesuiti spagnoli Montero e Menchaca.

Giunto a Roma per sostenere l'esame di teologia e di filosofia fu costretto a mettersi in viaggio per Milano, per l'editto napoleonico che imponeva a ogni suddito del Regno Italico di tornare nella sua provincia natale. Qui visse per qualche anno in un povero alloggio nei pressi di sant'Ambrogio. Il 16 dicembre 1810 fu ammesso, per interessamento del conte Giacomo Mellerio, tra gli scrittori della Biblioteca Ambrosiana per la classe delle lingue orientali, ufficialmente come dottore della Biblioteca, e vi rimase fino all'inizio del 1819.

Padre Mai compì eccezionali ritrovamenti e recuperi, prima alla Biblioteca Ambrosiana e in seguito alla Biblioteca Vaticana, aiutandosi con reagenti chimici a base di tannini che applicava su palinsesti di vecchi manoscritti, rivelando scritti antecedenti parzialmente cancellati. Tra il 1815 e il 1819 rinvenne l'epistolario dello scrittore latino Marco Cornelio Frontone, e nel dicembre del 1819 ampi frammenti di una delle più importanti opere politiche di Marco Tullio Cicerone: il De re publica. Nel 1821 rinvenne i cosiddetti Vaticana Fragmenta che contengono passi dei giuristi Paolo, Papiniano, Ulpiano e passi di costituzioni imperiali, in particolar modo di Diocleziano.

Nel 1819, su consiglio di papa Pio VII, il Mai lasciò la Compagnia di Gesù e fu nominato custode della Biblioteca Apostolica Vaticana. Lasciata Milano raggiunse Roma il 7 novembre di quell'anno. Il Mai fu custode della Biblioteca Vaticana fino al 16 agosto 1833, quando fu nominato segretario della Sacra Congregazione di Propaganda Fide.

Già riservato in pectore nel concistoro del 19 maggio 1837, fu elevato alla porpora da Gregorio XVI il 12 febbraio 1838, tre giorni dopo ricevette la berretta rossa con il titolo di cardinale presbitero di sant'Anastasia.

Il 16 dicembre 1843 fu nominato membro onorario della divisione di Scienze storiche e filologiche dell'Accademia Russa delle Scienze.

Partecipò al conclave del 1846 che elesse papa Pio IX. Nel 1851 fu nominato prefetto della Congregazione del concilio. Nel 1852 iniziò la pubblicazione della Novae patrum bibliothecae. Fu protettore dell'ordine domenicano. Il 27 giugno del 1853 fu nominato Bibliotecario di Santa Romana Chiesa.

Riconosciuto come uno dei più importanti filologi e paleografi del suo tempo, continuò le sue ricerche e pubblicazioni fino alla fine dei suoi giorni.

Morì il 9 settembre 1854 a Castel Gandolfo, dove si era recato forse per sfuggire al colera che in quei giorni mieteva vittime a Roma. Fu sepolto il 13 settembre nella chiesa del suo titolo, la Basilica di Sant'Anastasia al Palatino.

Predecessore: Segretario della Congregazione di Propaganda Fide Successore: Emblem Holy See.svg
Castruccio Castracane degli Antelminelli 15 aprile 1833 - 12 febbraio 1838 Ignazio Giovanni Cadolini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Castruccio Castracane degli Antelminelli {{{data}}} Ignazio Giovanni Cadolini
Predecessore: Cardinale presbitero di Sant'Anastasia Successore: CardinalCoA PioM.svg
Cesare Nembrini Pironi Gonzaga 15 febbraio 1838 - 9 settembre 1854 Karl August von Reisach I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Cesare Nembrini Pironi Gonzaga {{{data}}} Karl August von Reisach
Predecessore: Prefetto della Curia Romana Successore: Emblem Holy See.svg
11 maggio 1843 - 1848 I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
{{{data}}}
Predecessore: Prefetto della Sacra Congregazione del concilio Successore: Emblem Holy See.svg
Pietro Ostini 1851 - 27 giugno 1853 Antonio Maria Cagiano de Azevedo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pietro Ostini {{{data}}} Antonio Maria Cagiano de Azevedo
Predecessore: Bibliotecario di Santa Romana Chiesa Successore: Emblem Holy See.svg
Luigi Lambruschini, B. 27 giugno 1853 - 9 settembre 1853 Antonio Tosti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Lambruschini, B. {{{data}}} Antonio Tosti
Bibliografia
  • Antonio Carrannante Dizionario Biografico degli Italiani, Vol. 67, 2006, online
  • (EN) The English cyclopædia: a new dictionary of universal knowledge, vol. 4, pag. 54 ss. online
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.