Antonio Maria Cagiano de Azevedo

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Jump to navigation Jump to search
Antonio Maria Cagiano de Azevedo
Stemma Antonio Maria Cagiano de Azevedo.png
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

Cardinali Antonio Maria Cagiano de Azevedo (1797-1867) 19696qzv-front-shortedge-384.jpg

'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte anni
Nascita Santopadre
14 dicembre 1797
Morte Roma
13 gennaio 1867
Sepoltura Basilica di Santa Croce in Gerusalemme
Appartenenza Diocesi di Aquino
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 10 agosto 1824
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 22 gennaio 1844 papa Gregorio XVI
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Roma, 11 febbraio 1844 da Gregorio XVI
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
22 gennaio 1844 da Gregorio XVI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Vescovi
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Errore Lua in package.lua alla linea 80: module 'strict' not found.
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Antonio Maria Cagiano de Azevedo (Santopadre, 14 dicembre 1797; † Roma, 13 gennaio 1867) è stato un cardinale e vescovo italiano.

Cenni biografici

Antonio Maria nacque il 14 dicembre 1797 a Santopadre, diocesi di Aquino: di una famiglia nobile. era il primogenito dei due figli di Ottavio Cagiano de Azevedo e Mariangela Zagaroli. Il secondogenito, Vincenzo, fu padre del cardinale Ottavio Cagiano de Azevedo. Suo padre combatté con i Sanfedisti del cardinale Fabrizio Ruffo, ed egli, prima di entrare nell'Accademia Ecclesiastica, studiò a casa con un precettore, il futuro arcivescovo di Bari, Michele Basilio Clary([1]), basiliano. Suo zio materno, Pasquale Zagaroli, era parroco di Santopadre.

Formazione e attività diplomatica

Studiò alla Pontificia Accademia dei Nobili Ecclesiastici di Roma dal 1817 e in seguito all'Arci-ginnasio di Roma, dove conseguì il dottorato in utroque iure, il 22 luglio 1819.

Intraprese la carriera curiale nel 1823 e fu ordinato sacerdote il 10 agosto 1824. Fu segretario del decano della Sacra Romana Rota Monsignor Serlupi e membro del collegio di avvocati concistoriali; poi prelato domestico di Sua Santità Pio VIII e Referendario della Corte Suprema della Segnatura Apostolica (marzo 1830), secondo assessore criminale della Camera Apostolica (marzo 1830) e del governatore di Roma, revisore dei conti del Tribunale di grazia e giustizia, segretario della Commissione Permanente dei Conservatori di Roma (ottobre 1827).

Protonotario apostolico, nel dicembre 1831 divenne governatore di Spoleto e nel 1833 fu nominato presidente della provincia di Perugia. Nel 1836 fu per un anno pro-legato a Ferrara.

L'anno seguente fu richiamato a Roma per controllare un'epidemia di colera; propose dei rimedi efficaci e fu pertanto nominato vice-presidente della Congregazione speciale sanitaria.[1] Fu quindi nominato segretario della Sacra Congregazione della Consulta (agosto 1837-novembre 1842) e rettore della Sapienza (1837-1844) e successivamente segretario della Sacra Congregazione Concistoriale. Protonotario apostolico partecipante alla Sacra Congregazione di Propaganda Fide (febbraio 1838) e revisore generale della Reverenda Camera Apostolica, il 28 gennaio 1843.

Episcopato

Eletto vescovo di Senigallia il 22 gennaio 1844. è stato consacrato l'11 febbraio 1844, nella patriarcale basilica vaticana di Roma, da papa Gregorio XVI, coadiuvato dal cardinale Costantino Patrizi Naro, vicario di Roma, e dal cardinale Gabriele Ferretti, prefetto della Sacra congregazione per le indulgenze e le sacre reliquie.

Cardinalato

Creato cardinale presbitero da Papa Gregorio XVI nel concistoro del 22 gennaio 1844, nello stesso giorno della sua nomina a vescovo di Senigallia. Ricevette il titolo di Cardinale presbitero di Santa Croce in Gerusalemme il 25 gennaio successivo.

Partecipò al conclave del 1846 che elesse Pio IX. Il 18 luglio 1848, rinunciò al governo pastorale della diocesi. Dal 1853 al 1860 fu prefetto della Congregazione del Concilio, il 23 giugno 1854 optò per l'ordine dei cardinali vescovi assumendo la sede suburbicaria di Frascati. Fu camerlengo del Sacro Collegio dal 1855 al 1856 e dal 28 settembre 1860 fu Penitenziere maggiore fino alla sua morte.

Morte

Morì a Roma il 13 gennaio 1867. Esposto nella chiesa del Gesù di Roma, i funerali si tennero tre giorni dopo alla presenza di Papa Pio IX e per suo volere fu sepolto, secondo la sua volontà, nella basilica di Santa Croce in Gerusalemme, di cui era stato titolare.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Pro-Legato apostolico di Ferrara Successore: Emblem Holy See.svg
Fabio Maria Asquini giugno 1836 - agosto 1837 Gabriele della Genga I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Fabio Maria Asquini {{{data}}} Gabriele della Genga
Predecessore: Vescovo di Senigallia Successore: BishopCoA PioM.svg
Fabrizio Sceberras Testaferrata 22 gennaio 1844 - 18 luglio 1848 Domenico Lucciardi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Fabrizio Sceberras Testaferrata {{{data}}} Domenico Lucciardi
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Croce in Gerusalemme Successore: CardinalCoA PioM.svg
Alessandro Giustiniani 25 gennaio 1844 - 23 giugno 1854 Ján Krstiteľ Scitovský I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alessandro Giustiniani {{{data}}} Ján Krstiteľ Scitovský
Predecessore: Prefetto della Congregazione del Concilio Successore: Emblem Holy See.svg
Angelo Mai 27 giugno 1853 - 26 settembre 1860 Prospero Caterini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Angelo Mai {{{data}}} Prospero Caterini
Predecessore: Cardinale vescovo di Frascati Successore: CardinalCoA PioM.svg
Mario Mattei 23 giugno 1854 - 13 gennaio 1867 Niccola Clarelli Parracciani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Mario Mattei {{{data}}} Niccola Clarelli Parracciani
Predecessore: Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore: Emblem Holy See.svg
Gabriele Ferretti 23 marzo 1855 - 1856 Benedetto Colonna Barberini di Sciarra I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Gabriele Ferretti {{{data}}} Benedetto Colonna Barberini di Sciarra
Predecessore: Penitenziere Maggiore Successore: Emblem Holy See.svg
Gabriele Ferretti 28 settembre 1860 - 13 gennaio 1867 Antonio Maria Panebianco, O.F.M. Conv. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Gabriele Ferretti {{{data}}} Antonio Maria Panebianco, O.F.M. Conv.
Note
  1. Notizie per l'anno MDCCCXXXVIII, Roma, 1838, p. 202.